NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 31 MARZO 2013

CAMPIGLIA M.MA: «SE LA CANTANO, SE LA SUONANO E SI FANNO ANCHE L’APPLAUSO»

Campiglia M.ma – Riceviamo e pubblichiamo integralmente dalla lista civica “Comune dei Cittadini”.

«Dopo la risposta dell’assessore Bertocchi è tutto chiaro. I firmatari della petizione per i giardini di Coltie – inizia il consigliere della lista civica Daniele Scalfaro –  non otterranno quello che avevano chiesto. Ora si capisce perché non hanno voluto elaborare un progetto, come da noi richiesto. Era il modo per non dire quello che avevano intenzione di fare, limitandosi poi a piccoli lavoretti di manutenzione. Tesi avvalorata anche dal fatto che nessuno del Comune si è messo in contatto con i proponenti la petizione per valutare quali strutture potrebbero meglio adattarsi allo spazio a disposizione e agli sport di riferimento.

Purtroppo, ormai – continua la lista civica –  i cittadini sono quotidianamente ingannati da una dialettica degli amministratori il cui unico scopo è quello di eludere le richieste della gente. L’assessore chiama “sistemazione e messa in sicurezza della rampa in cemento”  piccoli rattoppi che stanno già cedendo. Vada a vedere.  La stessa cosa vale per la “regimentazione delle acque piovane” che altro non è  che l’aver tolto da un paio di tombini la terra che si era depositata a causa dello stato di incuria in cui i giardini di Coltie versavano da anni. Grandi parole per piccoli lavori di manutenzione. Sono passati 13 mesi da quando la petizione e l’ordine del giorno sono stati presentati e approvati in Consiglio Comunale. Dare ora la colpa dei ritardi alle condizioni meteorologiche a nostro parere non è più accettabile. Chiunque lo capisce.  Mancano le panchine, manca la fontana dell’acqua, c’è un’intera superficie in asfalto da adattare alle esigenze degli sport che vengono praticati in quel luogo e non sono state aggiunte le nuove strutture richieste.

Sarebbe stato molto più corretto dire quali lavori s’intendevano realizzare e in quali tempi certi. Ma questo metodo non appartiene ai nostri amministratori, come dimostrano i lavori iniziati da anni e mai terminati alla stazione, gli impegni sottoscritti con i privati e poi disattesi per la riqualificazione di via Cerrini e dei vecchi magazzini comunali e tanti altri interventi mai compiuti.

Aspetteremo  – conclude il consigliere della lista civica – il finire della primavera prima di tornare ad analizzare i fatti. Ci  auguriamo vivamente di essere smentiti e  che il Comune  faccia gli interventi chiesti dai ragazzi che hanno firmato la petizione. Chiedono poco. Chiedono un piccolo spazio e piccole attrezzature per lo sport in un quartiere degradato e in un paese, Venturina, che sta morendo giorno dopo giorno».

Daniele Scafaro
Consigliere CDC

___________________________

SAN VINCENZO: “TOUT TOMBÈ” IN SCENA AL TEATRO VERDI

Nuovo appuntamento della stagione teatrale del Teatro Verdi di San Vincenzo. Giovedì 4 aprile alle ore 21.15 andrà in scena “Tout tombè”, uno spettacolo scritto e diretto da Claudio Neri, prodotto dalla compagnia Teatro del Tè e interpretato da Siliana Fedi, Adriana Michetti e Francesca Palazzi.

“Tout tombè” è un testo minimalista nato dal dialogo intimo tra due sorelle, che costruiranno il loro destino attraverso un invisibile e apparente senso superficiale della quotidianità; un dialogo intervallato da personaggi simbolo narrati con una sorte comune, attraverso una psicogeografia della vita e della morte.

Il dramma comunica il concetto che il nostro futuro appartiene alle sfumature invisibili del nostro inconscio senza mai esserne consapevoli, secondo il quale tutto ciò che esiste o accade, compresi i sentimenti e le azioni umane, sono determinati in modo causale da una catena ininterrotta di eventi avvenuti in precedenza che preannunciano il proprio fato.

A fare da scenografia immaginaria è il periodo storico del maggio parigino del ’68, con la sua cultura, la sua musica ed i sogni di rinnovamento sociale e di emancipazione del mondo femminile.

_____________________________

VELA/ELBA: CONCLUSO A MARCIANA MARINA IL CAMPIONATO ELBANO DERIVE

Marciana Marina – Si è concluso con la terza prova a Marciana Marina il Campionato Elbano Derive 2013: la manifestazione organizzata dal Circolo della Vela è stata particolarmente impegnativa con vento fresco da sud-sud-est con raffiche fino a oltre 14 nodi di intensità. Condizioni davvero dure tanto da costringere il comitato di regata, presieduto dal giudice riese Corrado Guelfi, a lasciare in terra i più giovani velisti della classe Optimist Cadetti e L’Equipe Under 12.

La regata disputata dalle classi Optimist categoria Juniores e L’Equipe Evo si è rivelata sin da subito molto interessante anche per il posizionamento del campo di regata sullo specchio d’acqua a ridosso della diga foranea del porto marinese che ha messo a disposizione una tribuna naturale per il numeroso pubblico.

Grande lotta per le posizioni di testa nella classe Optimist uniores che ha visto primeggiare Samuel Spada, portacolori del CVMM, grazie all’accorta tattica di regata; secondo a tagliare la linea d’arrivo era Jonathan Romano del Club del Mare di Marina di Campo, terzo il riese Davide Pettorano.  Gli altri timonieri marinesi Antonio Salvatorelli e Matteo Pagnini, concludevano rispettivamente al quarto e sesto posto, mentre Jacopo Peria era costretto al ritiro per aver imbarcato acqua nello scafo. Gli stessi timonieri Optimist del CVMM erano reduci dall’importante appuntamento sardo della Selezione Interzonale di Porto Rotondo.

Per quanto riguarda la classe L’Equipe Evo ottima prestazione dell’equipaggio CVMM Riccardo Groppi/Dennis Peria che sin dai primi bordi si posizionava saldamente in testa alla flotta vincendo la prova: sfortunato il team rosa, Giulia Arnaldi/Ludovica di Tavi che seguiva, ma che putroppo a meno di due lati dalla conclusione si rovesciava lasciando il posto d’onore all’altro equipaggio marinese Ruben Spechi/Lorenzo Sardi.

La prova era valida per la qualificazione ai Giochi delle Isole in programma in Corsica a maggio: i velisti elbani che si sono qualificati sono Samuel Spada/CVMM, Jonathan Romano/CDM, Bianca Luna Buonaccorsi/CVE e Flaminia Panico/CVE.

_________________________

FOLLONICA: I 5 STELLE CONTRO IL PROGETTO DARSENA

Riceviamo e pubblichiamo integralmente.

“Il M5S di Follonica, nel quadro dei numerosi Gruppi di Lavoro attivati per lo studio delle problematiche territoriali,che confluiranno nel disegno unitario programmatico che il Movimento proporrà ai Cittadini in occasione delle prossime Amministrative sta esaminando con grande attenzione tutte le tematiche attinenti alla nautica ed alla gestione dei litorali. Il perdurante movimento ondivago del PD follonichese rispetto a quanto espresso, o meglio taciuto, in Giunta riguardo la posizione sul progetto Darsena di Pratoranieri rende necessario portare a conoscenza della Cittadinanza le conclusioni raggiunte dal M5S e soprattutto il metodo ed i dati che hanno condotto a tale risultato. Si è studiato lo stato idrogeologico della costa, esaminate le peculiarità dei litorali sabbiosi e delle dune retrostanti; si è indagato sulle dinamiche ambientali.

Si sono poi prese in esame le ricadute sul territorio,in termini sia ambientali che socio-economici. Si è rilevata l’inconsistenza del progetto in termini di risposta alle istanze relative alla nautica minore,mentre è rimasta confermata la pericolosità del progetto stesso in quanto apertura a nuove cementificazioni selvagge. La posizione finale del M5S è di assoluto rifiuto del progetto e delle relative logiche sottostanti. Il Sunto dello studio svolto è pubblicato su www.follonica5stelle.it. L’elenco delle fonti è presso la Sede del M5S di Follonica. Il Gruppo di lavoro “Mare” è a disposizione dei Cittadini che vogliano portare il proprio contributo sull’argomento.

Il M5S di Follonica invita inoltre tutte le forze politiche presenti nell’attuale Consiglio Comunale ad adoperarsi affinche si giunga,finalmente in maniera chiara ed univoca, alla cancellazione della VAS e dell’intero progetto Darsena”.

______________________

BOSI: SENZA AMPIO CONSENSO ESCLUSA MIA CANDIDATURA

Rio Marina – Riceviamo e pubblichiamo integralmente di Francesco Bosi sulla sua possibile candidatura a sindaco di Rio Marina.

Ho il dovere di una risposta a quei cittadini di Rio Marina e Cavo che mi chiedono, con insistenza, di candidarmi nuovamente a sindaco alle prossime elezioni di maggio. Non è difficile capire quanto questa ipotesi sia per me problematica: non fosse altro per il fatto di vivere lontano dall’Elba e perché so bene, per diretta esperienza decennale, quante difficoltà ciò comporti nello svolgimento del mandato.

E’ pur vero che mantengo intatto il legame affettivo verso Rio Marina, la sua gente ed i loro problemi ai quali ho dedicato, con passione, tanti anni di lavoro. Ma ciò non è sufficiente anche per la presa d’atto dei tanti particolarismi e frammentazioni che contraddistinguono l’attuale, difficile e critica fase della vita politica e sociale di questa comunità.

Dunque, a chi mi chiede tale disponibilità, non posso rispondere altro che solo di fronte al realizzarsi di una vasta area di consenso potrei essere indotto a valutare l’ipotesi di una mia candidatura che, ad oggi, mi sento di escludere. Colgo l’occasione per porgere a tutti i migliori auguri di una serena Pasqua.

Francesco Bosi

 _________________________

 FOLLONICA: AL SUBWAY UNA PASQUA FIRMATA SIMONE BALDINI TOSI

Non c’è dubbio: è l’ospite delle grandi occasioni. Nella serata di Pasqua, domenica 31 marzo, il Subway si affida a un artista sorprendente che non delude mai le aspettative di chi lo ascolta. Si tratta di Simone Baldini Tosi che, a partire dalle 23.30, monopolizzerà il palco del lungomare follonichese con la sua musica e il suo fascino.

Il tutto in occasione dell’Easter Party. Non poteva essere altrimenti dopo il successo ottenuto durante la Festa della donna quando l’artista è stato acclamato dalle comitive al femminile che hanno affollato la discoteca del Golfo scatenandosi al ritmo della sua musica. E’ un artista eclettico (a suo agio anche in altri campi come la letteratura e la recitazione) e senza dubbio troverà il modo di sorprendere anche chi sceglierà di trascorrere la Pasqua al Subway, locale che anche quest’anno si è affermato come punto di riferimento della costa maremmana. Per informazioni contattare il numero 3392370544.

________________________

M.GISELLA CATUOGNO, LA POETESSA ELBANA CHE RISCRIVE UN SALMO BIBLICO

“Nuovi Salmi” è un’iniziativa editoriale sui generis. Centocinquanta poeti riscrivono i 150 salmi del salterio biblico, dando vita ad una sinfonia di voci e sensibilità. L’opera è nata dall’intuizione di Giacomo Ribaudo e Giovanni Dino, dell’associazione siciliana “Cieli nuovi e terra nuova”, nell’ambito delle iniziative di dialogo tra vangelo e cultura.

I salmi della Bibbia rappresentano il vertice della lirica religiosa di Israele. Queste preghiere in forma poetica hanno nutrito e nutrono la spiritualità degli ebrei, di Gesù di Nazaret e dei cristiani. Dal punto di vista stilistico si tratta soprattutto di inni, suppliche (collettive e individuali) e ringraziamenti, ma talvolta questi generi si mischiano. Mentre gli inni cantano la gloria di Dio, le suppliche sono indirizzate a lui, con un grido di aiuto per una situazione di sofferenza o pericolo a cui si accompagna a una preghiera o a una manifestazione di fiducia.

Tra i 150 poeti, troviamo l’elbana M. Gisella Catuogno che riscrive il salmo 142 (143 in alcune versioni della Bibbia). Si tratta della supplica umile e fiduciosa dell’oppresso che viene riletta centrando l’attenzione sullo scontro con le diverse facce del male e sull’atteggiamento di fiducia in Dio.

Il male è l’ambiente deturpato dalla mano dell’uomo (ricordiamo che la poetessa vive nella splendida isola maggiore dell’Arcipelago toscano). Il male è ciò che si fa contro l’uomo: oppressione, ingiustizia, disuguaglianza. Ma il male è anche l’indifferenza, l’omissione dell’uomo che volge altrove lo sguardo, preoccupato solo dei propri interessi.

 

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 31.3.2013. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 25 giorni, 17 ore, 55 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it