NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 1 FEBBRAIO 2013

CAMPIGLIA RIPARTIRE DALLA CULTURA: IL SINDACO FIRMA L’APPELLO DI FEDERCULTURE

Il Comune di Campiglia M.ma ha aderito con la firma del sindaco all’appello promosso da Federculture, condiviso anche dall’Anci, “Ripartire dalla cultura”. Promotori e firmatari dell’appello chiedono a chi si candida a governare l’Italia impegni programmatici per il rilancio della cultura intesa come promozione della produzione creativa e della fruizione culturale, tutela e valorizzazione del patrimonio, sostegno all’istruzione, all’educazione permanente, alla ricerca scientifica, centralità della conoscenza, valorizzazione delle capacità e delle competenze.

«La crisi economica e la conseguente riduzione dei finanziamenti – si legge nell’appello – stanno mettendo a dura prova l’esistenza di molte istituzioni culturali, con gravi conseguenze sui servizi resi ai cittadini, sulle condizioni di lavoro e sul futuro di molti giovani specificamente preparati ma senza possibilità di riconoscimento professionale. Questa situazione congiunturale è aggravata dalla crisi di consenso che colpisce la cultura, che una parte notevole della classe dirigente, pur dichiarando il contrario, di fatto considera un orpello inattuale, non elemento essenziale di una coscienza civica fondata sui valori della partecipazione informata, dell’approfondimento, del pensiero critico».

Cinque i cardini dell’appello secondo i quali impostare una politica culturale nazionale efficace: Puntare sulla centralità delle competenze; Promuovere e riconoscere il lavoro giovanile nella cultura; Investire sugli istituti culturali, sulla creatività e sull’innovazione;  Modernizzare la gestione dei beni culturali; Avviare politiche fiscali a sostegno dell’attività culturale; per leggere tutto l’appello il link è: http://www.ripartiredallacultura.it/appello-2/#

_________________________________

CATASTO DEGLI INCENDI BOSCHIVI: LE REGOLE DEL CAMBIO DI DESTINAZIONE

Con l’istituzione di un Catasto degli incendi boschivi nel 2006 da parte del Circondario, i Comuni ogni anno devono presentare gli elaborati grafici e l’elenco degli incendi boschivi censiti dal Corpo forestale sul territorio comunale.

L’ufficio Protezione Civile del Comune di Piombino ha pertanto elaborato un elenco con i relativi elaborati grafici, esposto all’albo pretorio del Comune e pubblicato sul sito e www.comune.piombino.li.it per le eventuali osservazioni, che comprende l’area presso il Casone la Sughera, interessata dall’incendio del marzo scorso. Si tratta di 4 ettari e mezzo circa di bosco, tra Ghiaccioni e Poggio ai Venti, per i quali, secondo quanto previsto dalla legge vigente, sarà vietato il cambio di destinazione per i prossimi 15 anni.

In particolare la legge stabilisce infatti vincoli temporali che regolano l’utilizzo dell’area interessata da incendio: un vincolo quindicennale, un vincolo decennale ed un ulteriore vincolo di cinque anni.

Oltre al divieto quindicennale di cambio di destinazione, è  vietata per dieci anni la realizzazione di edifici nonché di strutture e infrastrutture finalizzate ad insediamenti civili ed attività produttive, fatti salvi i casi in cui per detta realizzazione sia stata già rilasciata la relativa autorizzazione o concessione in data precedente l’incendio e sulla base degli strumenti urbanistici vigenti a tale data. Infine sono vietate per cinque anni, su queste aree, le attività di rimboschimento e di ingegneria ambientale sostenute con risorse finanziarie pubbliche, salvo specifica autorizzazione concessa dal Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio, per le aree naturali protette statali, o dalla regione competente, negli altri casi, per documentate situazioni di dissesto idrogeologico e nelle situazioni in cui sia urgente un intervento per la tutela di particolari valori ambientali e paesaggistici. Vietata inoltre per 5 anni anche l’attività venatoria.

L’elenco rimarrà in pubblicazione per 30 giorni, periodo durante il quale potranno essere presentate eventuali osservazioni, decorsi i quali il Comune valuterà le osservazioni pervenute e approverà, entro i successivi 60 giorni, gli elenchi e le perimetrazioni definitivi.

______________________________

CHIUDE LA CACCIA: OBBLIGATORIO RICONSEGNARE I TESSERINI

Giovedì 31 gennaio ultimo giorno della stagione della caccia, fino al prossimo settembre.

A Piombino i tesserini venatori dovranno essere consegnati da venerdì  1° febbraio fino al  20 marzo direttamente presso l’ufficio caccia del Comune, in orario di apertura al pubblico, oppure presso i tre circoli venatori: Arci Caccia, via Pisacane 64 tel. 0565 225550; Federcaccia, via Volta 10, tel. 0565 222313; Libera Caccia via G. Bruno, 45, 338 1716198-328 1611438.

La mancata consegna è soggetta a sanzione amministrativa da 5,00 a 30,00 euro.

A Campiglia la riconsegna dei tesserini venatori per la stagione 2012/2013 si svolgerà a Venturina in Via Montale n. 20 (al Bocciodromo), presso la sede dell’ARCI Caccia, durante il seguente orario: nel mese di febbraio apertura il mercoledì dalle ore 16,30 alle 18,30. A marzo invece sarà aperto il lunedì e il venerdì dalle ore 17,00 alle 18,30. Anche qui il termine improrogabile per la riconsegna dei tesserini è il 20 marzo 2013.

_________________________

ISCRIZIONI SCOLASTICHE ON LINE IN BIBLIOTECA A VENTURINA

Iscrizioni on line, una nuova procedura che richiede qualche supporto aggiuntivo alle famiglie e agli istituti scolastici. Per questo il Punto d’accesso assistito ai Servizi e a Internet, Paas 328, con sede alla biblioteca comunale, Largo della Fiera, 3 a Venturina, ha dato la propria disponibilità, in accordo con la direzione dell’Istituto comprensivo “G. Marconi” di Venturina, a fornire alle famiglie un punto di accesso a internet per le iscrizioni scolastiche on line.

Il servizio, totalmente gratuito, è aperto il martedì e giovedì dalle 9.00 alle 12.00 e il lunedì, mercoledì e venerdì dalle 16.30 alle 19.00. Tel. 0565 839301 – 0565 839334.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 1.2.2013. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 28 giorni, 5 ore, 22 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it