ELBA: VOLI PER PISA, FIRENZE E MILANO NEL NUOVO BANDO TRIENNALE PER LA CONTINUITà TERRITORIALE

elbaFIRENZE – Un bando triennale per la continuità territoriale dello scalo elbano, grazie anche alle risorse previste dalla Regione Toscana, con collegamenti aerei tra l’aeroporto dell’Isola d’Elba e le città di Pisa, Firenze e Milano. E’ questo quanto definito martedì 29 gennaio dalla Conferenza dei Servizi per la continuità territoriale dello scalo di Marina di Campo, convocata dalla Regione Toscana, a cui hanno partecipato rappresentanti del Ministero dei Trasporti, dell’Enac, della Provincia e della Camera di Commercio di Livorno, della società Alatoscana che gestisce l’aeroporto, degli enti locali elbani.

La Regione, in collaborazione con gli enti locali, si è posta fin da subito l’obiettivo di una nuova articolazione degli oneri di servizio pubblico da imporre sui collegamenti aerei, che garantisse una prospettiva certa ai voli da e per l’isola d’Elba.

Tale impegno si è concretizzato grazie al contributo straordinario della Regione, pari a 350mila euro l’anno per tre anni (2014, 2015, 2016), previsti dall’ultima legge finanziaria regionale.
Questo contributo andrà a sommarsi a quanto già stanziato a suo tempo dal Ministero dei Trasporti, pari ad 1,5 milioni di euro.

La decisione assunta oggi permetterà di rendere più duratura la continuità territoriale attraverso l’aeroporto di Marina di Campo, assicurando una prospettiva più forte ai servizi di continuità territoriale nell’interesse dei residenti e del territorio elbano, prevedendo collegamenti tra l’isola d’Elba e Pisa, Firenze e Milano.

Adesso il prossimo passo spetta al Ministero dei Trasporti e all’Enac, che dovranno definire ed avviare le procedure di gara per la selezione dei vettori aerei.

Per i collegamenti arerei di continuità territoriale è infatti prevista la partenza all’inizio della stagione estiva del prossimo anno, ovvero dall’ultima domenica del mese di marzo 2014.

La decisione di oggi è un’ulteriore tappa del processo di sviluppo dello scalo elbano e dei suoi servizi, che ha visto nei mesi scorsi la nomina del nuovo Amministratore Unico, l’allargamento della compagine sociale di Alatoscana SpA, la definizione del nuovo Piano industriale per il triennio 2012-2014, l’impostazione del progetto di fusione tra le due società Alatoscana Spa e Aerelba Spa prevista nel 2013.

Inoltre, nel giugno 2012, la Regione ha stabilito uno stanziamento di risorse per il triennio 2012/2013/2014 per un importo massimo annuale di 470.000 euro per far fronte agli oneri connessi alle attività di sicurezza, antincendio, controllo del traffico aereo connessi alla natura di servizio economico generale costituito dall’aeroporto di Marina di Campo.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 31.1.2013. Registrato sotto Economia, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 23 giorni, 2 ore, 25 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it