NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 22 OTTOBRE 2012

RENZO SANGUINETTI NUOVO SEGRETARIO DEL PD DI RIO MARINA E CAVO

Oggi 22 ottobre a Rio Marina, presso la sede del Partito Democratico di Rio Marina e Cavo, si è svolta l’assemblea degli iscritti chiamata a decidere sulla scelta del nuovo segretario, dopo le dimissioni di Dario Ballini. Il nuovo segretario è Renzo Sanguinetti.

Gli iscritti e Sanguinetti hanno ringraziato il segretario uscente, Dario Ballini, per il lavoro svolto come primo segretario del Pd riese, riconoscendogli il merito di avere contribuito a realizzare una più ampia presenza del partito nel segnalare e proporre soluzioni alle istituzioni competenti relative ai problemi dei due paesi di Rio Marina e Cavo, oltreché ad aver lavorato, supportato da tanti iscritti e volontari per riportare a Rio Marina la Festa del partito.

Al nuovo segretario Renzo Sanguinetti da parte degli iscritti sono andati gli auguri per un buon lavoro in un momento complesso sia a livello locale sia a livello nazionale, dato  che tra circa un mese si svolgeranno le primarie per la scelta del candidato premier della coalizione di centro-sinistra. A ciò si aggiunge il fatto che nella primavera 2013 ci saranno non soltanto le elezioni amministrative del Comune di Rio Marina ma anche le elezioni politiche e, non ultimo il referendum sul comune unico dell’Isola d’Elba.

__________________

PIOMBINO: RINVIATO IL CONSIGLIO COMUNALE APERTO

Nuovo rinvio del consiglio comunale aperto sulla crisi industriale previsto per il 25 ottobre.

La conferenza dei capigruppo ha preso la decisione questa mattina 22 ottobre, all’unanimità, a seguito della convocazione del CdA della Lucchini nella stessa data del consiglio, con conseguente assenza dell’azienda. A questo si aggiungono altri due elementi che hanno condizionato l’opportunità di mantenere la data del 25: la prevista assenza di FIM/FIOM/UILM impegnate a seguire l’evoluzione della giornata medesima con altre iniziative autonome e l’annuncio del prossimo vertice del 5 novembre al Ministero dello Sviluppo Economico sul caso Magona.

Tutto questo ha indotto i capigruppo a rinviare la seduta del 25 ottobre al momento in cui saranno noti gli elementi per una discussione di merito.

____________________

AL VIA I COLLEGAMENTI IN AUTOBUS FIRENZE-PIOMBINO

A Piombino è attivo da lunedì scorso l’orario invernale del servizio autobus che collega la città con Firenze. Il servizio prevede un collegamento tutti i lunedì e venerdì, fino al 28 aprile 2013.

La corsa di andata, effettuata dalla Tiemme, parte da Piombino Porto alle 6,25, con fermate alla stazione di via Carducci alle 6,30, a Venturina, zona Fiera, alle 6,45 e a San Vincenzo, zona cavalcavia della stazione, alle 6,55, con arrivo a Santa Maria Novella a Firenze alle 9,05.

La corsa del ritorno è affidata a Busitalia-Sita Nord, con partenza da Firenze alle 16, transita da San Vincenzo alle18,10; da Venturina alle 18,20; da Piombino porto alle 18,35 e arrivo alla stazione ferroviaria di Piombino centro alle 18,40.

Il servizio non viene effettuato nei giorni festivi. Per informazioni più dettagliate è possibile rivolgersi alla biglietteria Tiemme di Piombino in via Leonardo Da Vinci, oppure chiamando l’848.580.028 da telefono fisso oppure l’199.500.305 da cellulare. Il servizio informazioni è disponibile dal lunedì al sabato, dalle 9 alle 17.

_____________________

PRC PIOMBINO RISPONDE A FABIANI SULLA QUESTIONE LUCCHINI

Riceviamo e pubblichiamo dal direttivo di PRC di Piombino la risposta ad alcune dichiarazioni rilasciate da Valerio Fabiani (Pd).

«Fabiani lamenta che il PRC divida invece che unire, e ricorda a Rifondazione che la siderurgia e il ciclo integrale vanno difesi tutti i giorni. Ha ragione allora dovrebbe cominciare dal PD e dall’amministrazione comunale che hanno predicato la fine della siderurgia per anni e la sostituzione col turismo con questo risultato. Ricorda che Rifondazione si oppose al mini mill, è vero, perché era una presa di giro, perché per fare il mini mill si sarebbe messa Piombino nelle stesse condizioni di Taranto, con la fabbrica sempre più vicina alle case, e soprattutto perché era una cosa aleatoria. Ma l’amministrazione erano e sono loro del PD, se il mini mill non è stato fatto è perché loro non sono stati capaci di ottenerlo, perché era uno dei tanti progetti illusori che sono serviti a dimostrare che la direzione di quella fabbrica non è affidabile e che l’amministrazione di questa città non è autorevole.Ora Fabiani invoca unità, ma per fare cosa? Quegli incontri balbuzienti che loro vanno a fare con quel governo che loro sostengono insieme a Berlusconi? Noi crediamo che il problema della siderurgia si risolva affrontando una discussione seria sulla strategicità dell’acciaio nell’economia nazionale,  sulla possibilità che un privato sia disposto ad investire uno o due miliardi di euro per ricostruire quella fabbrica. Se non si trova un privato disposto a far tanto e bene, allora bisogna avere il coraggio di rivedere e rinnovare la programmazione economica del paese cominciando a smetterla di aver paura di parlare di intervento dello Stato, che non deve dare soldi a fondo perduto ai privati, ma entrare nella proprietà delle fabbriche e mettervi alla dirigenza gente competente e non i soliti imprenditori buoni solo a raschiare il barile. In merito al piagnucolare per l’attacco che ha subito Mirco Lami, ci stiamo ancora chiedendo per quali motivi egli riterrebbe che l’iniziativa di un lavoratore che cerca di attirare i riflettori sui problemi delle fabbriche piombinesi possa nuocere alla battaglia per conservarle in questo unico sindacalista in Italia che attacca un operaio in sciopero della fame. Ma siccome questi motivi non li hanno spiegati, ci viene da pensare che, o quelli del PD e i sindacati da loro controllati siano gelosi di chiunque parli quando non sono loro a salire sui capannoni in accordo con la direzione Lucchini, oppure abbiano la volontà di tenere basso il livello del conflitto per non disturbare le loro primarie».

Direttivo PRC circolo di Piombino

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 22.10.2012. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 27 giorni, 15 ore, 16 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it