ARRIVA A PIOMBINO LO SPORTELLO MOBILE GIOVANISI’

Lo sportello itinerante del progetto Giovanisì arriva anche a Piombino, con tre appuntamenti dedicati alla promozione delle opportunità offerte dalla nostra Regione per stimolare l’autonomia dei giovani.

I tre incontri, che si terranno al Centro Giovani di Piombino da ottobre a dicembre, affronteranno i temi della casa, del lavoro e della formazione professionale e superiore.

Il primo appuntamento è previsto il 9 ottobre 2012 dalle ore 17 alle 18.30. Sarà presentato il progetto nel suo complesso per poi approfondire nel dettaglio le opportunità offerte da Giovanisì.

“Il progetto si inserisce nell’ambito delle nostre politiche a favore dell’autonomia dei giovani, non a caso affrontando tre temi strategici – afferma l’assessore ai giovani Massimo Giuliani –  Tutto questo in linea con il nostro intento, che stiamo perseguendo da anni, di fare del Centro Giovani un luogo di riferimento, capace di fornire informazioni e indirizzi per il futuro dei nostri ragazzi. “

Sulla pagina Facebook dell’Informagiovani da alcuni giorni è anche attivo un sondaggio per conoscere quali dei temi presentati dal progetto sono più d’interesse per i giovani di Piombino che possono sin d’ora prenotare presso l’Informagiovani un appuntamento per una consulenza privata alla fine dell’incontro.

Il servizio, rivolto in particolare ai Comuni che attualmente non sono coperti dalla rete fissa dei punti informativi, si esplicita nella presenza di un referente del progetto Giovanisì direttamente nel territorio di riferimento, in modo da fornire risposte concrete a tutti gli utenti interessati ad attivare le opportunità offerte da Giovanisì, nella compilazione di bandi e nella diffusione di materiali informativi in grado di dare una prima risposta all’utenza.

Informagiovani di Piombino (gestito dal comitato territoriale ARCI)
Viale della Resistenza, 4
informagiovani@comune.piombino.li.it
http://informagiovani.comune.piombino.li.it

Skype: IgPiombino Facebook: Ig Piombino tel. e fax  0565 32245

 

Giovanisì Infopoint

(La modalità per raggiungere tutto il territorio attraverso la vicinanza ai giovani nella sussidiarietà)

I Giovanisì Infopoint sono punti informativi di Giovanisì che informano, supportano e interessano i giovani alle azioni attivate dal Progetto. I Giovanisì Infopoint – dove è possibile trovare materiale informativo e ricevere consulenza sulle opportunità di Giovanisì – sono distribuiti omogeneamente su tutto il territorio toscano al fine di promuovere l’implementazione territoriale del progetto e di favorire l’ottimale realizzazione delle azioni in esso contenute.

Giovanisì Infopoint è un servizio in collaborazione con Upi (Unione delle Province d’Italia), Anci Toscana (Associazione Nazionale dei Comuni Italiani) e Uncem Toscana (Unione Nazionale Comuni Comunità Enti Montani).  Sul territorio della provincia di Livorno sono aperti i punti presso l’Informagiovani del Comune di Livorno (ANCI), del Comune di Portoferraio (UNCEM) e lo sportello itinerante/mobile per i territori non coperti dal servizio (UPI).

________________________________________________________________________

Breve descrizione del progetto:

Giovanisì è un pacchetto di opportunità di livello europeo, finanziato da risorse regionali, nazionali e comunitarie. Sistematizza politiche regionali già in vigore dalla precedente legislatura e si arricchisce di nuove linee di intervento in cui saranno stanziati oltre 334 milioni di euro tra il 2011 e il 2013 per misure che verranno modulate attraverso specifiche delibere.

Il progetto è strutturato in 6 macro aree (Tirocini, Casa, Servizio civile, Fare Impresa, Lavoro, Studio e formazione) ed è finalizzato allo sviluppo delle capacità individuali dei giovani, alla qualità e autonomia del lavoro, all’emancipazione, all’indipendenza dei giovani e alla partecipazione alla vita sociale. Comprende azioni di sistema e strumenti per: la valorizzazione del merito, il diritto allo studio, la formazione professionalizzante, il servizio civile regionale, il tirocinio di qualità e retribuito, i prestiti d’onore per percorsi di specializzazione e i contributi per l’affitto della prima casa. Inoltre sono previste azioni per il sostegno al lavoro all’avviamento di attività economiche e per l’accesso agevolato al credito. I destinatari diretti e indiretti sono i giovani dai 18 ai 40 anni, attraverso bandi individuali o sovvenzioni ad aziende, Università e enti locali.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 3.10.2012. Registrato sotto Foto, Giovani e Sapere, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 29 giorni, 16 ore, 26 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it