VENTURINA: PER CDC LA TASSA DI SOGGIORNO FARA’ MALE AL TURISMO

Riceviamo e pubblichiamo integralmente un intervento della Lista civica “Comune dei Cittadini” relativo al dibattito che si è tenuto a Venturina con gli operatori del settore che è stato molto partecipato.

«La tassa di soggiorno in Val di Cornia non è una tassa destinata a migliorare i servizi turistici – ionizia la lista civica –  ma una tassa aggiuntiva che i Comuni hanno deciso di istituire per far quadrare i propri bilanci. Questo è emerso dall’assemblea con gli operatori e le associazioni del turismo promossa dal Comune dei Cittadini. Tanti gli interventi concordi su alcuni temi di fondo:  l’istituzione della tassa di soggiorno nei nostri Comuni non è giustificata ed è stata imposta contro il parere delle associazioni del settore;  non esistono progetti di sviluppo dei servizi turistici;  la sua applicazione mette in luce l’assenza di coordinamento tra i Comuni della Val di Cornia (a partire da “quanto” e da “chi” dovrà pagare la tassa) lasciando gli operatori nell’incertezza quando ormai la stagione turistica ha già preso avvio.

Generale il giudizio sulla inopportunità di gravare i turisti di una tassa in presenza di una  recessione e di una pressione fiscale sulle famiglie senza precedenti.  Critiche alle quali gli amministratori di Campiglia, presenti all’assemblea, non hanno saputo  replicare in modo convincente, finendo per ammettere uno scollamento tra i Comuni della Val di Cornia e l’imposizione della tassa più in ossequio a decisioni di altri Comini che per convinzione propria.

Giudizi negativi anche sul modo con cui è stata presa la decisone. Il Comune di Campiglia ha aderito all’Osservatori Turistico (condizione per chiedere l’inclusione negli elenchi dei Comuni Turistici e per istituire eventualmente la tassa di soggiorno)  con una delibera del 12 dicembre 2011. Un giorno dopo, il 13, ha sottoposto alle associazioni turistiche presenti nell’Osservatorio la proposta di iscrizione e, nonostante i pareri contrari, il 22 dicembre ha richiesto alla Regione di entrare nell’elenco delle località turistiche. Nella stessa seduta, ancora prima di conoscere gli esiti della richiesta, il Consiglio Comunale ha approvato il Regolamento che istituisce la tassa di soggiorno dal 1 gennaio 2012. In molti si sono chiesti perché la pubblica amministrazione spreca soldi per gli Osservatori Turistici (in Val di Cornia ce ne sono addirittura tre), quando poi i Comuni altro non fanno che chiedergli di ratificare decisioni già assunte.

Infine l’uso delle nuove entrate. E’ apparso chiaro che, contrariamente a quanto previsto dalla legge, non andranno al turismo. Al momento l’unico dato certo è che dei due milioni di entrate (stimate dai Comuni per l’intera Val di Cornia), un milione circa andrà a rpianare il buco di bilancio della Società Parchi, dopo che il Comune di Piombino gli ha sottratto le entrate dei parcheggi dei parchi della Sterpaia e di Baratti per proprie esigenze di bilancio. Per il resto solo annunci sul marketing territoriale. Una proposta di cui operatori e associazioni non sanno nulla, ma sulla quale nutrono forti dubbi, compresa la possibilità di affidare quei soldi ad una società pubblica che si occupa di parchi.

E’ emerso un quadro generale caratterizzato da improvvisazione e assenza di progetti per i servizi turistici. In queste condizioni, unanime è stata la richiesta di sospendere la tassa per il 2012. Di questo dovrà discutere il Consiglio Comunale di Campiglia (dove è depositato da settimane un ordine del giorno del Comune dei Cittadini che chiede il rinvio), ma che al momento non è stato  ancora convocato».

2 marzo 2012

Comune dei Cittadini

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 3.3.2012. Registrato sotto Foto, politica, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

1 Commento per “VENTURINA: PER CDC LA TASSA DI SOGGIORNO FARA’ MALE AL TURISMO”

  1. ASTUTO CACCIATORE

    Una cosa è certa: che questa tassa diventerà una nuovo balzello a carico di chi fornisce i servizi. Pur di non farla ricadere sulla clientela molti preferiranno includerla nella tariffa attuale senza aumenti.

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    54 mesi, 16 giorni, 1 ora, 11 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it