USL 6 SULLA RIORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI IN VAL DI CORNIA

Un modello di TAC

In risposta ad un recente articolo apparso sulla stampa locale in riferimento alla riorganizzazione dei servizi ASL in Val di Cornia, l’azienda ci ha inviato una nota stampa che riportiamo integralmente. L’articolo a cui la nota fa riferimento può essere letto a questo indirizzo.

_______________________

In riferimento a quanto apparso sulla stampa relativamente alla riorganizzazione dei servizi l’Azienda USL 6 tiene a precisare che:

– l’informativa contenente la riorganizzazione del centralino è stata presentata ai sindacati lo scorso anno ottemperando in questo modo agli obblighi contrattuali e

in linea con quanto previsto dalla legge.

– la nuova modalità operativa è stata estesa alla Val di Cornia dopo essere stata attivata, già da tempo, sia nella Zona Bassa Val di Cecina che in quella dell’Elba. Appare strana e poco comprensibile, pertanto, la proclamazione di uno stato di agitazione solo a questo punto, quando il sistema è già avviato, sta dimostrando la sua sostenibilità e viene ad essere soltanto esteso, come previsto dall’inizio, all’ultimo gruppo di lavoro coinvolto.

– anche per quanto riguarda il trasfusionale, si tratta semplicemente di estendere la validazione a distanza già da anni attuata tra le Zone di Cecina e Piombino. In ogni caso, a fronte della richiesta dei sindacati di un ulteriore momento di confronto, l’Azienda ha rinviato l’avvio delle nuove modalità organizzative al 1° marzo, impegnandosi a convocare un nuovo incontro. Il progetto di televalidazione rappresenta un’iniziativa volta ad utilizzare al meglio una tecnologia già presente in tutti i presidi ospedalieri e che permette, nel contempo, di ottimizzare l’utilizzo delle diverse risorse di personale secondo le rispettive competenze e professionalità.

– in questo momento di necessario cambiamento organizzativo che avviene, come rilevato dagli stessi sindacati, in un contesto generale di cambiamento è quanto mai necessario un atteggiamento costruttivo e collaborativo di tutte le parti coinvolte. L’Azienda USL 6, da parte propria, offre la consueta e completa disponibilità a valutare cambiamenti che possano contemperare le esigenze di offrire migliori servizi alla cittadinanza senza prescindere, però, da una logica di buona e corretta amministrazione e attende con fiducia una eventuale convocazione da parte del Prefetto.

Relativamente alle altre questioni sollevate si coglie l’occasione per ricordare che:

-l’Azienda USL 6 ha deciso di dotare l’ospedale Villamarina di una nuova apparecchiatura TAC di ultima generazione del valore di circa 600mila euro. L’installazione dell’apparecchiatura comporta inevitabilmente un periodo di lavori per l’adeguamento dei locali ai requisiti richiesti dalla nuova TAC. L’Azienda ha comunque deciso di garantire continuità di prestazioni alla cittadinanza e di non rinviare, in questo periodo, i pazienti ad altre strutture grazie al noleggio di una struttura mobile. Questa TAC non può che essere collegata da un tunnel coperto e comunque dotato per i 10 metri di percorso di 12 fonti mobili di calore che possono garantire, per quanto possibile nonostante il freddo di questi giorni, un microclima adeguato.

– per quanto riguarda i pazienti sottoposti a trattamento anticoagulante orale (Tao) ricordiamo che tutti i medici di medicina generale di Piombino hanno concordato con i propri pazienti modalità personalizzate per l’aggiornamento del piano terapeutico. Dal 5 gennaio scorso è stato sempre rispettato il limite delle ore 12 (mezzogiorno) per la disponibilità del referto. Questo è comunque disponibile in tempo reale sul proprio fascicolo sanitario elettronico, a cui tutti i cittadini possono accedere, anche da casa, dopo aver attivato la propria carta sanitaria elettronica. Anche chi non avesse al proprio domicilio i mezzi per poterlo fare, entro la fine del mese di febbraio, come concordato nella riunione del 2 dicembre scorso con le associazioni coinvolte, l’Azienda USL 6 metterà a disposizione due chioschi informatici detti “totem” dai quali sarà possibile stampare in autonomia i propri referti. L’Azienda, inoltre, si è già attivata per l’invio del referto tramite Posta Elettronica Certificata (Pec), richiedibile gratuitamente.

UFFICIO STAMPA AZIENDA USL 6 LIVORNO

 

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 3.2.2012. Registrato sotto Foto, scienza_tecnologia, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 28 giorni, 23 ore, 8 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it