NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 12 GENNAIO 2012

REGIONE: FUSTI TOSSICI, ROSSI “POSITIVA LA PRONTA RISPOSTA DEL MINISTRO CLINI”

“La tempestiva risposta del Governo alla nostra richiesta di intervento per l’emergenza dei fusti tossici dispersi in mare è un concreto passo avanti. Al ministro Clini, con il quale ho parlato telefonicamente ieri sera, voglio esprimere per questo il mio pieno apprezzamento”. Il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, commenta così la riunione convocata dal Ministero per lunedì prossimo presso la Prefettura di Livorno.

“Le cose, come auspicavamo, si sono mosse rapidamente – prosegue Rossi – e questo è bene per il nostro territorio e il nostro mare ed è positivo che a Livorno sarà presente anche la Protezione civile nazionale”.

La Regione parteciperà all’incontro di lunedì con i propri tecnici e con quelli di Asl, Arpat e del Lamma. Quest’ultimo metterà a disposizione il programma di mappatura della dispersione dii inquinanti in mare messo a punto con il progetto Momar finanziato con i fondi europei erogati dalla Regione.
___________________________

RIFIUTI. BIDONI TOSSICI NEL MARE DI LIVORNO. PD, IL GOVERNO SI ATTIVI SUBITO

Riceviamo e pubblichiamo dal PD Toscano.

“Il governo si attivi subito, fornendo tutte le informazioni necessarie sulla vicenda, in particolare sulla quantità e la pericolosità del materiale disperso in mare, e avviando il monitoraggio dell’area, per valutare gli elementi di rischio e per programmare i necessari interventi di bonifica e risanamento della zona interessata”. Lo chiedono tutti i deputati toscani del Partito democratico in una interrogazione ai ministri dell’Ambiente, della Salute e delle Infrastrutture dopo che lo scorso 17 dicembre il cargo «Venezia», a circa 20 miglia al largo di Livorno, ha perso in mare due semirimorchi con circa 200 fusti di sostanze pericolose.

“Si tratta di un tratto di mare che arriva ad una profondità di 600 metri – spiegano Silvia Velo e Raffaella Mariani – ed ha un fondale fangoso, per cui quando i fusti toccano il fondo, sprofondano e vengono immediatamente ricoperti dalle correnti e dalle mareggiate successive, da strati e strati di sabbia. Questo aumenta le nostre preoccupazioni circa le conseguenze dell’episodio, la cui gravità è stata già denunciata dal presidente della Regione Toscana e dal sindaco di Livorno.

Abbiamo inoltre chiesto ai ministri interpellati per quale ragione Capitaneria e Prefettura abbiano atteso oltre dieci giorni per informare la popolazione sulla vicenda; per quale motivo siano stati informati solo i sindaci dei Comuni di Cecina e Bibbona, mentre i comuni il cui territorio potrebbe essere interessato dalle conseguenze della presenza dei fusti tossici sono molti di più e perché la compagnia Grimaldi, il principale responsabile del disastro ambientale, abbia tenuto un pesante silenzio su tutta la vicenda, che contiene aspetti molto fumosi ed incerti e che meritano di essere chiariti quanto prima. Confidiamo che il governo si impegni a chiarire tutto questo e a salvaguardare con tutti gli strumenti possibili – concludono Velo e Mariani – la salute dei cittadini e l’ambiente in questo tratto di mare”.

___________________________

ANSELMI: GRANDE EOLICO SOLO NEL PERIMETRO INDUSTRIALE A PIOMBINO

Energie alternative. Una sfida importante che può proporre soluzioni innovative dal punto di vista tecnologico e ambientale, ma che deve necessariamente rispettare parametri e limiti di tipo paesaggistico e produttivo.

A proposito della presentazione del nuovo campo eolico di grandi dimensioni, prevista per giovedì 12 gennaio a Venturina, il sindaco Anselmi assicura che Piombino non autorizzerà alcun impianto eolico al di fuori dei perimetri delle aree industriali.

“Siamo disponibili ad accettare proposte per progetti di nuovi impianti eolici solo se localizzati all’interno delle aree industriali – conferma il sindaco – Sì quindi alle energie alternative, in un’ottica di sostenibilità ambientale, ma nel rispetto del paesaggio e dell’attività agricola, che rappresenta un settore importante dell’economia del territorio.”

___________________________

PIOMBINO NUOVI PROGETTI, I CITTADINI DEL GAGNO CHIEDONO PIÙ ATTENZIONE

I redidenti del  Gagno invitano l’amministrazione comunale, ma anche i Quartieri e l’Autorità portuale a convocare incontri pubblici, una volta in presenza di progetti per le aree che confinano con le loro abitazioni.

«La mia casa si trova al Gagno, nel vecchio podere, appena sotto la rotonda che porta alle Terre Rosse — spiega Enrico Nannini — ci abitano 5 famiglie. Abbiamo, tra i vari inquinamenti presenti, una discreta presenza di smog elettromagnetico. Infatti a lato sud abbiamo la linea dell’alta tensione e a nord quella della media tensione entrambe praticamente appena fuori del bordo del tetto (in linea d’aria).

Recentemente abbiamo visto scavare una buca nel campo al di là della strada che porta agli ormeggi. Pensavamo togliessero la vecchia linea. Poi abbiamo visto che la buca che facevano cominciava ad essere un po’ troppo grossa. Chiedendo mi hanno risposto che lì sarebbe stata spostata la linea “media” con dei tralicci in acciaio di circa 15 metri. In pratica tipo quelli delle pale eoliche. La cosa non era piacevole perché praticamente accanto al caseggiato invece di un bel cipresso si sarebbe ben notato un bel palo di simili dimensioni.

Ho fatto ulteriori richieste e mi hanno informato che tutto ciò era per il nostro bene: infatti il risultato del loro lavoro era che sarebbe stata spostata di una quarantina di metri la traiettoria dell’elettrodotto per diminuire l’inquinamento elettromagnetico sopra le nostre teste. Vorrei trarre spunto da questo in previsione della futura zona artigianale. Pare ci siano delle buone premesse urbanistiche per fare, nei terreni ex Fintecna, una zona produttiva dal valore eccellente. Sarebbe bello che in quei terreni fosse possibile evitare la presenza di nuovi tralicci e che l’energia elettrica fosse prodotta coi pannelli solari».
__________________________________

SAN VINCENZO: NUOVA PASSERELLA, ANCORA MESI D’ATTESAPER ARRIVARE IN CENTRO

Senza il sovrappasso pedonale sopra la stazione ferroviaria che permette il collegamento con la zona alta di San Vincenzo, gli ampi parcheggi di Largo Forze Armate, con il centro storico, crea un notevole disagio per San Vincenzo. Disagio che proseguirà probabilmente fino alla prossima estate.
Per giungere in centro, residenti e turisti sono obbligati a percorrere lo «storico» sottopasso del Passaggino oppure, lato nord il sottopasso ferroviario realizzato appena due anni fa in sostituzione, lo ricordiamo, del passaggio a livello.

Il parcheggio messo a disposizione a nord all’uscita del sottopasso, è comunque insufficiente per soddisfare le reali necessità. Abbiamo chiesto al geometra Paolo Cosimi dell’ufficio tecnico comunale, a che punto sono le «pratiche» per vedere risolvere il problema. Una chiusura pedonale della «passerella» per motivi di sicurezza in quanto, la struttura portante che sovrasta proprio la linea ferroviaria non offre più la necessaria affidabilità.

Quindi il vero problema è rappresentato dal transito dei treni tanto che occorre evitare il più possibile il «fermo treni» con incidenza, nei costi altamente significativo. Di questo, – ci diceva in sintesi il tecnico – Rete ferroviaria italiana è direttamente coinvolta in quanto la passerella è anche un uso delle ferrovie con l’accesso al secondo binario tanto che è già stata prevista la realizzazione di un ascensore per l’accesso a questo marciapiede. L’intervento dovrà quindi essere effettuato presumibilmente nelle ore notturne (dalle ore 1 alle ore 4 quando esiste un transito dei treni limitato con ovvio allungamento nei tempi di realizzazione.
________________________________
CAMPIGLIA M.MA: “IDOLI” AL TEATRO DEI CONCORDI

Riparte con il nuovo anno la stagione teatrale del Concordi di Campiglia Marittima. L’appuntamento è per venerdì 13 gennaio con “Idoli”, spettacolo che esplora i nuovi vizi capitali della nostra società (sociopatia, spudoratezza, conformismo, consumismo, sessomania, nichilismo, culto del vuoto), le sue deformazioni individuali e collettive, le tendenze incontrollabili, spesso disastrose, che dietro l’apparente normalità degli uomini e del loro vivere quotidiano celano lo scenario inquietante di una società alla deriva.

Conflittualità con il mondo esterno e con se stessi, noia di vivere, assenza di interessi, vuoto interiore, apatia morale, rabbia, frustrazioni… frammenti d’umanità che si vanno ad incastonare all’interno di un quadro desolante di vita contemporanea. Una coppia, una famiglia, un nipote e un nonno sono i protagonisti di questa “commedia nera” crudele e grottesca, divertente e oscena, nella quale nessuno è salvo.

Drammaturgia di Gabriele Di Luca. Regia di Gabriele Di Luca, Massimiliano Setti, Alessandro Tedeschi. Con Gabriele Di Luca, Giulia Maulucci, Valentina Picello, Massimiliano Setti, Alessandro Tedeschi. Testo Finalista al “Premio Hystrio per la Nuova Drammaturgia 2011”.

Prezzi biglietti: 17,50 € – ridotto 14 € – speciale gruppi 10 € – speciale studenti 8 €. La riduzione è riservata agli anziani oltre i 65 anni e ai soci Unicoop Tirreno muniti di carta Socio Coop.
Per informazioni e prenotazioni: segreteria Teatro dei Concordi tel 0565 837028, lun e ven 9.30-12.30, merc 16.30-19.30. Nei giorni di spettacolo dalle 16.30 alle 19.30.
Info: www.carrozzeriaorfeo.it
__________________________________

CAMPIGLIA: OPERATORI TURISTICI E COMMERCIALI CONTRARI ALLA TASSA DI SOGGIORNO

I proprietari di attività turistico ricettive del comune di Campiglia hanno firmato una lettera per dire no alla tassa di soggiorno: chiedono all’amministrazione comunale, insieme a Confesercenti e Confcommercio, di bloccare l’applicazione fino al 2013.

«Con grande stupore abbiamo appreso le novità sulla tassa di soggiorno dalle pagine dei quotidiani locali – incalzano gli operatori – e con grande disappunto rileviamo che il comunicato stampa del sindaco Soffritti e degli assessori Bertocchi e Pedroni mistifica il senso ed il contenuto dell’assemblea (19 dicembre) durante la quale non solo i pochi operatori presenti si sono tutti opposti, ma incomprensibilmente, non sono state invitate a partecipare le associazioni di categoria. Riteniamo inaccettabile la modalità con la quale, in tutta fretta, è stata deliberata l’approvazione della tassa dal consiglio comunale, e per questo chiediamo per il momento di bloccare l’applicazione fino al 2013 – se non addirittura più avanti – dal momento che tutti noi operatori abbiamo già firmato i contratti ed i relativi costi con i principali tour operator per il 2012. Facciamo notare inoltre – continuano – che la provincia di Grosseto, nonché tutta l’area dell’alta Val di Cecina, Volterra compresa, tutte realtà che conoscono il turismo meglio di noi, non introdurranno questa tassa e il nostro turismo ancora giovane, ne subirà le gravoso e negative conseguenze.

La scelta di applicare la tassa di soggiorno nel nostro comune è tanto più inaccettabile quanto più riflettiamo sul fatto che il turismo a Campiglia e Venturina non è mai stato considerato né tantomeno adeguatamente supportato dall’amministrazione comunale».
«Come associazioni di categoria abbiamo avuto più volte modo di esprimere nelle sedi istituzionali preposte la nostra netta contrarietà all’introduzione della tassa – spiegano inoltre Confesercenti, Confcommercio e gli operatori economici – riteniamo di dove aggiungere che sono stati anche commessi, da parte dell’Amministrazione, gravi errori nella modalità assunta per approvare l’introduzione della tassa.

Non solo, infatti, non è stata fatta la necessaria concertazione con le Associazioni di categoria come si richiede nell’ambito di istituzioni democratiche su temi di grande rilevanza come quella in oggetto; ma soprattutto dobbiamo evidenziare che non sono state rispettate le procedure previste dal regolamento dell’Osservatorio Turistico di destinazione della provincia di Livorno. Pertanto, in piena sintonia con la richiesta degli operatori, siamo a chiedere che venga sospesa la procedura di introduzione della tassa di soggiorno e che vengano attivati i necessari passaggi di confronto con gli operatori e con le Associazioni di categoria».
____________________________

SUVERETO: NUOVO APPUNTAMENTO CON “PIAZZA D’AKRAM”

Domenica 15 gennaio alle 17.00, sempre in Località Pratini 28, con l’evento “Momento Musicale”, dove Ambra Franceschi al pianoforte e Giuliana Mettini, Soprano, ci proporranno pagine liriche del repertorio operistico tradizionale.

Seguirà come consueto una tazza di tè. Vi aspettiamo numerosi. Per informazioni telefonare al numero 0565 828144.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 12.1.2012. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 29 giorni, 3 ore, 47 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it