SEL: «SITUAZIONE CRITICA PER LA MAGGIORANZA. STOP AGLI ULTIMATUM»

Riceviamo e pubblichiamo integralmente un comunicato del partito  Sinistra, Ecologia e libertà di Piombino.

«Prendiamo atto della situazione critica che si è venuta a creare all’interno della maggioranza, con atteggiamenti che da una parte non aiutano certo un processo unitario,  ma dall’altra  evidenziano  di nuovo  una cultura di governo che SEL ha già avuto occasione di discutere in passato.

Non condividiamo la politica degli ultimatum: riteniamo che la buona politica si faccia attraverso il confronto sui problemi e nel rispetto reciproco delle posizioni.  Ciascuna forza della coalizione  deve avere riconosciuta completa autonomia di posizione, soprattutto in merito a questioni al di fuori del programma di maggioranza.

Nello specifico, SEL non condivide le posizioni ultimamente assunte dal consigliere Mosci , rinvenendo in esse anche evidenti contraddizioni,  ma  non ritiene accettabile l’ultimatum imposto all’IDV.  In più di un’occasione  abbiamo appreso dalla stampa provvedimenti  o annunci dei quali non ci era stata data alcuna informazione preliminare , ma aquesti non sono mai seguiti richiami all’ordine né da parte nostra, né da parte dell’IDV.

Non è una questione di rapporti di forza, ma di rispetto all’interno di un confronto democratico.
La nostra posizione al riguardo è quella di sciogliere questi nodi, con spirito propositivo,  all’interno di un confronto tra tutte le forze che compongono la maggioranza».

Sinistra Ecologia Libertà
Piombino – Val di Cornia

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 10.1.2012. Registrato sotto Foto, politica, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

4 Commenti per “SEL: «SITUAZIONE CRITICA PER LA MAGGIORANZA. STOP AGLI ULTIMATUM»”

  1. ASTUTO CACCIATORE

    Cari “SELlini” riporto le vs.pregiatissime, testuali, parole “In più di un’occasione abbiamo appreso dalla stampa provvedimenti o annunci dei quali non ci era stata data alcuna informazione preliminare , ma a questi non sono mai seguiti richiami all’ordine né da parte nostra, né da parte dell’IDV.”. Ma cari ragazzi, ma quali richiami all’ordine volete fare, lo sapete benissimo che occupate qualche piccolo posticino in maggioranza solo grazie alla benevolenza interessata del partito padrone della Val di Cornia e dintorni, che vi da credito solo perché gli fate comodo per accalappiare frange di sinistrorsi ribelli, spesso quelli che non sono stati messi al lavoro dal “partito”. Suvvia, non piangete, state buoni e verrete “sistemati” anche nelle prossime legislature.

  2. giovanni

    il pd non vuole governare ma comandare, distinguetevi se avete un po’ di moralità e di coerenza, non siate complici del comando e di un potere sempre meno democratico. Vale anche per l’IDV. Perdereste il posticino, ma guadagnereste in dignità

  3. luigi

    giovanni hai perfettamente inquadrato il problema..il pd rappresenta in piombino l’esempio tipico di quella casta che a livello nazionale tutti disprezzano

  4. roberto

    le considerazioni di questo “Astuto Cacciatore” sono legittime e rispettabilissime e come tutte sono anche discutibili. Senza entrare troppo nel merito, perchè c’è poco da discutere, mi preme solo fare due considerazioni: la prima “pochi o tanti, non conta, la forza delle idee, se moralmente e politicamente oneste, sono la forza di un piccolo come di un grande partito. Sel sta cercando di esprimere in piena autonomia e rispetto del confronto le proprie idee soprattutto sul piano locale”. La seconda ” Sel non si sente pressato da nessuno e soprattutto non ha alcun bisogno di chiedere o avere alcun posto di riferimento in ambito istituzionale o no, perchè non gli interessa affatto.” Le nostre considerazioni nascono dai bisogni della gente, dalle deficienze e contraddizioni che denunciamo nel governo di questo territorio e dalla nostra autonomia che rivendichiamo e sosterremo con grande forza in qualsiasi momento, di fronte a piccoli come grandi interessi che investono il vivere comune di questa collettività e questo oltre gli sviluppi del quadro nazionale.

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 19 giorni, 17 ore, 7 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it