PIOMBINO: VARIANTE AL PIANO DELLA COSTA E DEL FALCONE CONSULTABILE ON LINE

Piombino vista da Piazza Bovio

Piano particolareggiato della costa urbana e del Falcone. A cinque anni dall’approvazione del piano attuativo, l’amministrazione comunale ha proposto una Variante, adottata nel consiglio comunale del 31 ottobre scorso, con la quale vengono introdotti alcuni piccoli correttivi e modesti adeguamenti alle norme ancora vigenti. Tutto questo con l’obiettivo di rispondere alle esigenze emerse durante la gestione delle strutture di servizio e ristoro, realizzate ed entrate in funzione nel corso di questi anni.

La documentazione sulla Variante approvata, che sarà pubblicata dal 30 novembre sul Burt, è già consultabile e scaricabile dal sito internet del Comune di Piombino www.comune.piombino.li.it/, cliccando sulla sezione “Pianificazione territoriale” (tra le voci a destra della home page), e poi su “piani attuativi di iniziativa pubblica”.

Dal 30 novembre ci saranno 45 giorni di tempo, fino al 14 gennaio 2012, per consentire le eventuali osservazioni e poi la Variante tornerà in consiglio comunale per la sua approvazione definitiva.

Le finalità ed i temi principali contenuti nella Variante sono quelli di migliorare la fruizione dei chioschi e dei servizi di ristoro sorti lungo la costa urbana (viale del Popolo, largo Fattori, loc. Calamoresca) sia durante la stagione estiva che invernale; prevedere piccoli servizi igienici per alcuni chioschi di previsione lungo la costa urbana, sprovvisti di tale servizio; prevedere modesti adeguamenti di una concessione demaniale in essere, lungo via Amendola, in loc. Canaletto, per migliorare l’attività di servizio alla balneazione esistente.

In particolare, la Variante prevede la possibilità per i chioschi già esistenti, di installare elementi per la protezione dal vento, in materiale ad alta trasparenza, con eventuale telaio o struttura nascosti da rivestimento in legno di essenza analoga a quella utilizzata, e la realizzazione di un servizio igienico di uso pubblico, della superficie utile massima pari a 3,00 mq.

Inoltre, al posto dell’aumento di 280 mq dell’arenile in concessione allo stabilimento balneare esistente dell’Hotel Esperia, previsto originariamente nel Piano, si prevede ora un incremento di. 200 mq della concessione demaniale in essere, attraverso la realizzazione di una piattaforma a mare in legno ad uso solarium, che non interferisce quindi con la libera utenza della spiaggia.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 26.11.2011. Registrato sotto ambiente/territorio, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 29 giorni, 9 ore, 44 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it