A CAMPIGLIA SOLDI PUBBLICI PER RIPARARE I DANNI DEL COMUNE?

Il manifesto della lista civica "Comune dei Cittadini"

Riceviamo e pubblichiamo dalla lista civica campigliese “Comune dei Cittadini”.

«A Campiglia – inizia il comunicato – i pochi soldi per gli investimenti saranno utilizzati per opere pubbliche non prioritarie e, peggio ancora, per riparare i danni prodotti dallo stesso Comune. Questo il giudizio sul piano annunciato dalla Giunta.  Lo attenderemo in Consiglio, ma alcuni dati balzano già agli occhi.

Per il 2012 la spesa prevista è di  un milione e 480mila euro:  20mila per le fognature, 100mila per le strade, 30mila euro per i marciapiedi, 100mila euro per la manutenzione delle scuole, 50mila euro per il cimitero, 20mila per l’illuminazione pubblica. Fanno 320 mila euro. Una miseria.  E il resto?  In gran parte sarà destinato al recupero del complesso della Fonte di Sotto, per un costo di 750mila euro, ossia oltre il 50% di tutta la spesa d’investimento del prossimo anno.

Cos’è in complesso della Fonte di Sotto? La pinetina sotto Campiglia dove si fa la festa del PD e l’edificio dei vecchi macelli dove si preparano i cibi. Si dice che una volta restaurato l’edificio sarà dato in gestione alle associazioni locali che potranno trovare uno spazio tutto per loro per portare avanti attività di volontariato.  Noi non abbiamo niente contro le feste di partito, ne tantomeno contro le associazioni del volontariato,  ma con i tempi che corrono ci chiediamo come si fa a considerare questa la priorità del Comune.

Ben altre sono le emergenze. Prima di tutto mantenere meglio i servizi che ci sono,  poi la carenza di asili nido, il recupero del centro storico, la riqualificazione della ztl di Venturina e delle aree degradate di Coltie, il sostegno all’agricoltura, lo sviluppo della filiera corta, l’investimento sul patrimonio culturale che può sostenere il turismo, ecc. Quello che emerge, invece, è l’assenza d’ idee e di progetti che possano far decollare una nuova economia e aprire spazi per nuovi lavori.

E purtroppo non c’è da sperare neppure  negli anni successivi, visto che la Giunta ha annunciato per il 2013 il rifacimento della strada delle Lavoriere. Un’opera  che costa più di un milione di euro, non prevista nel programma elettorale del Sindaco, ma che il Comune è costretto a realizzare a seguito alla sciagurata decisione di far costruire un impianto di betonaggio in mezzo ai campi che ha generato un traffico di autotreni che, in pochi mesi, ha distrutto la  strada esistente.

Così – conclude il comunicato – si spendono i soldi pubblici a Campiglia, con buona pace per i servizi, l’economia e l’occupazione».

1 novembre 2011

Comune dei Cittadini

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 1.11.2011. Registrato sotto Foto, politica, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 19 giorni, 19 ore, 40 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it