NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 18 OTTOBRE 2011

RIMIGLIANO: LA VIOLENZA NON APPARTIENE AI METODI DI LOTTA DEI COMITATI

Riceviamo e pubblichiamo.

«In relazione ai gravissimi fatti occorsi ieri nella tenuta di Rimigliano, il Comitato per Campiglia e il GRIG (Gruppo d’Intervento Giuridico onlus) condannano qualsiasi atto di violenza che attenti alle persone e ai beni materiali.

Rivendica che i propri metodi di opposizione e critica alle politiche delle amministrazioni locali sono sempre stati quelli dell’analisi critica dei documenti, del confronto tra idee, del pubblico dibattito e della divulgazione dei reali contenuti degli atti pubblici.

Le manifestazioni violente e criminose, di stampo intimidatorio e mafioso, non appartengono in nessun modo all’idea di quella vigile, lucida, argomentata, appassionata lotta per la difesa dei beni culturali, storici e paesaggistici che da sempre contraddistingue la nostra attività».

Comitato per Campiglia
Gruppo d’Intervento Giuridico onlus (GRIG)

________________________________

PIOMBINO: NUOVO COMITATO CREDITORI LUCCHINI

Si è costituito a Piombino il Comitato delle aziende creditrici della Lucchini. Si è svolta ieri pomeriggio alla delegazione di Confindustria una partecipata riunione tra le aziende operanti nell’indotto delle Acciaierie. Scopo dell’incontro era fare il punto sugli sviluppi delle vicende relative alla Lucchini, e valutare leiniziative da assumere a tutela del sistema delle imprese di fornitura.

«Nell’attesa degli esiti delle trattative in corso – ha spiegato Andrea Gemignani, presidente di Confindustria Livorno – stiamo valutando gli strumenti specifici che possano supportare efficacemente le aziende dell’indotto Lucchini e garantire loro la liquidità necessaria, nonostante i forti ritardi nei pagamenti. La nostra struttura è al lavoro con i dirigenti di Fiditoscana ed alcuni istituti bancari, con l’obiettivo di arrivare a soluzioni concrete in breve tempo. Il Polo siderurgico di Piombino – ha proseguito Gemignani – con il suo indotto di piccola e media impresa, rappresenta un patrimonio da tutelare con il massimo impegno, a tutti i livelli e con strategie diversificate. Per questo motivo, anche in relazione agli obiettivi condivisi insieme ai componenti del Coordinamento permanente, Api, Cna e segreterie sindacali Cgil, Cisl e Uil, abbiamo deciso di valutare ulteriori azioni di tutela e salvaguardia delle aziende dell’indotto».

Nel freattempo le aziende intervenute hanno condiviso l’esigenza di costituire un Comitato di coordinamento dei fornitori del Polo siderurgico di Piombino aperto all’adesione di tutte le aziende che a vario titolo operano nell’indotto delle Acciaierie. Un momento ancora di incertezza che vede le imprese dell’indotto sempre più in difficoltà in attesa che l’accordo Lucchini diventi operativo e rimetta in circolo liquidità necessaria per far ripartire il sistema e per pagare le aziende fornitrici.

 _________________________________

VENTURINA: L’EXPO MODEL E LE NOVITÀ PER IL 150° DELL’UNITÀ D’ITALIA

Entra nel vivo l’allestimento del 16° Expo Model organizzata come sempre dal Comitato Cittadino Venturina. La manifestazione si svolgerà nell’area fieristica di Venturina sabato 5 e domenica 6 novembre 2011 con apertura sabato dalle 10.00 alle 19.00 e domenica  dalle 9.00 alle 18.30.

Borsa scambio, Concorso di modellismo, Plastici ferroviari, Esibizioni dinamiche, Sfilata di auto, moto, trattori e mezzi d’epoca. Quest’anno tante novità e sorprese. Tra le novità l’intero padiglione del Palaghiaccio dedicato ai truck model, modelli radiocomandati dei mezzi industriali, la vasca per il modellismo navale sarà allestita all’interno. Data l’occasione del 150° dell’Unità d’Italia alla presenza sempre molto nutrita e prestigiosa del modellismo ferroviario saranno abbinate la proiezione di immagini e documenti sulla storia della Ferrovia Piombino Campiglia, a cura di Gianfranco Benedettini e la presentazione di un libro sulla storia della fabbrica di trenini Rivarossi, famosa nel mondo, a cura dal presidente del club Rivarossi Memory http://www.rivarossi-memory.it/  in esclusiva a Venturina.

_________________________________

PIOMBINO TASSE PAGATE AL 96,4%: SIAMO TRA I PIÙ VIRTUOSI D’ITALIA

I Piombinesi sono più virtuosi nel pagare le tasse rispetto anche a quelli di Trento e Bolzano. Il Sole 24 Ore ha stilato una speciale classifica, quella dell’infedeltà fiscale e Piombino è risultata al terzo posto in Italia.

La percentuale del tasso di infedeltà fiscale altro non è che il rapporto fra la mancata partecipazione alla contribuzione Irpef tra contribuenti mancati e potenziali. Piombino si è fermata a quota 3,6% dietro solo a San Michele al Tagliamento (12mila abitanti con un reddito pro capite di 12mila euro) con un indice di 0,2% e a Lerici con 1,5%. Piombino è quindi davanti a città come Venezia, Aosta, Genova.

Distaccate le altre città toscane: Livorno ha un indice di 10,4%, (meglio di Milano che è 10,9%), poi Firenze a 14,6, Pisa al 15%, Grosseto 17 e Arezzo il 18%. Fanalino di coda Agrigento con un indice di infedeltà fiscale del 41,9%, il peggior comune d’Italia. Per Piombino in termini assoluti quel 3,6% vuol dire che sono sfuggiti al fisco 798 contribuenti. In Italia sono addirittura 7,7 milioni i contribuenti su cui cade il sospetto di evasione.

Secondo l’Istat in euro quelli mancanti alle casse dell’erario si aggirano fra i 225 e 275 miliardi di euro. Praticamente un sesto del Pil. In quanto ad evasione al Sud si viaggia dal 20 al 30% di infedeltà fiscale. Al Centro Nord tra il 20 e 10%. Per quanto riguarda l’exploit di Piombino un’analisi più attenta potrebbe portare anche ad ipotizzare che un dato così elevato potrebbe voler dire la presenza sul territorio comunale di tanti lavoratori dipendenti e di moltissimi pensionati.

____________________________

CAMPIGLIA: UN SMS PER SOSTENERE IL FAI

Inviate un sms al 45506 e donerete 2 euro al FAI, Fondo Ambiente Italiano Onlus, la fondazione che si occupa di individuare i “tesori dimenticati” pubblici e privati. L’appello è dell’assessore all’urbanistica Gianfranco Benedettini che oltre a farlo personalmente ha avuto l’adesioni dei colleghi della giunta ed estende l’invito a tutti i cittadini.

Il Fai,  attraverso tante segnalazioni dei cittadini e campagne lanciate periodicamente restaura anche direttamente molti beni culturali e organizza giornate “a porte aperte” per diffondere la conoscenza dei suoi interventi e dei luoghi di particolare interesse ambientale.

___________________________

15° CENSIMENTO: APERTO UN UFFICIO ANCHE A CAMPIGLIA E CAFAGGIO

Dal 10 ottobre al 20 novembre devono essere riconsegnati i questionari di censimento compilati. Oltre al centro comunale di raccolta (Saletta Comunale Largo della Fiera Venturina) sono stati aperti due uffici aggiuntivi a Campiglia e a Cafaggio.

Gli uffici saranno aperti con le seguenti modalità: Campiglia Capoluogo dalle 14.30 alle 17.00 presso l’ufficio Anagrafe in via Roma nei giorni martedì 25 ottobre, martedì 8 e 15 novembre. A Cafaggio dalle 14.30 alle 17.00 al Centro giovani nei giorni giovedì 20 e 27 ottobre, giovedì 10 e 17 novembre. Al Centro comunale di raccolta di Venturina: dalle ore 8.30 alle 13.00 dal lunedì al sabato. Il pomeriggio: il lunedì e il mercoledì dalle ore 14.30 alle 17.00, alla saletta comunale in largo della Fiera 5. Per ogni informazione o necessità i cittadini possono rivolgersi telefonicamente allo stesso centro al numero 0565 839 308, oppure agli uffici demografici 0565 839 305-7-9. Presso il centro di raccolta ed i servizi demografici i cittadini possono avere adeguata assistenza alla compilazione ed ogni chiarimento se necessario. E’ inoltre possibile rivolgersi per informazioni all’ufficio anagrafe di Campiglia il giovedì dalle 10.00 alle 12.00.

Il sito web dell’Istat http://censimentopopolazione.istat.it/ può essere consultato per ulteriori chiarimenti. I rilevatori autorizzati dal comune, a partire dal 10 ottobre avvieranno la rilevazione degli edifici e solo in un secondo tempo, come da calendario, cominceranno il recupero delle mancate risposte ed altre attività legate alla rilevazione. Infine è utile sapere che sta cominciando anche il censimento degli edifici per il quale i rilevatori compilano le schede senza il coinvolgimento dei cittadini; sono in caso di necessità di chiarimenti i rilevatori, dotati di cartellino di riconoscimento, si rivolgeranno alle famiglie per chiedere informazioni.

___________________________

LA SETTIMANA DELLA CULTURA SCIENTIFICA AL MUSEO ARCHEOLOGICO

Sabato 22 ottobre alle ore 17.00 verrà presentata al Museo archeologico del Territorio di Populonia, nell’ambito della Settimana della Cultura Scientifica, una nuova pubblicazione della Parchi Val di Cornia. Si tratta di un fascicolo dal titolo “Il naufragio di un mondo. L’anfora argentea di Baratti”, scritto dal prof. Giandomenico De Tommaso e dalla dott.ssa Cinzia Murolo, che rappresenta l’unica monografia su questo prezioso manufatto recuperato casualmente nel marzo del 1968 da un pescatore nel tratto di mare tra Porto Baratti e San Vincenzo.

Il piccolo volume, nonostante il taglio volutamente didattico, rappresenta comunque una guida completa ed approfondita su questo capolavoro d’argento, alto 61,5 cm e decorato da 132 medaglioni (ciascuno dei quali comprende una sola figura, nessuna di queste è uguale all’altra), il cui restauro, del tutto sperimentale, fu uno dei cavalli di battaglia del centro di restauro di Firenze.

In particolare, in questa pubblicazione, De Tommaso pone l’accento sul contesto culturale di un periodo di grande tolleranza religiosa caratterizzato dall’incontro della cultura pagana, occidentale e orientale, con allusione alla cristianità.

Apriranno l’incontro l’assessore alla cultura del comune di Piombino, Ovidio Dell’Omodarme, e il presidente della Parchi Val di Cornia SpA, Luca Sbrilli. Saranno presenti gli autori, Giandomenico De Tommaso e Cinzia Murolo, e Gaetano Graniero, il pescatore che riportò “a galla” con le sue reti la preziosa Anfora.

___________________________________

PIOMBINO: CENTRO VELICO E LEGA NAVALE. AL VIA I BANDI

Servizi per il turismo e per la nautica negli ambiti di Marina e di piazza Bovio. Nei prossimi giorni, probabilmente da mercoledì prossimo, saranno in pubblicazione i due bandi pubblici per la concessione delle aree demaniali di queste due parti pregiate della costa urbana, che porteranno alla realizzazione di attività dedicate alla balneazione nell’ambito di piazza Bovio e di ristorazione e di servizi per la nautica nell’ambito di Marina e all’interno della ex Lega navale. Ci saranno 40 giorni di tempo per presentare la domanda e la documentazione necessaria.

Per l’ambito di Piazza Bovio, infatti, coerentemente con quanto previsto dal Piano della costa, l’obiettivo è quello di garantire il  riordino delle funzioni di servizio esercitate storicamente nell’area del Centro velico insieme al potenziamento delle funzioni di servizio alla balneazione. La spiaggia esistente rimarrà libera, prevedendo la possibilità di un ripascimento, con soluzioni e interventi da sottoporre a una preventiva valutazione di impatto. Rimarranno a servizio del Centro velico le aree concentrate all’estremità sud dell’Ambito, che potranno essere incrementate dal circolo stesso attraverso il prolungamento della piattaforma in cemento fino al pennello a mare esistente. Per lo svolgimento delle attività il Circolo potrà mantenere la propria sede al primo piano e realizzare un blocco di servizi igienici/spogliatosi vicino alla scivolo di alaggio.

Le aree restanti, compreso il piano terra dell’edificio, verranno invece messe a bando e saranno utilizzate per la balneazione, con la realizzazione di un solarium e allestimento di punti ombra (ombrelloni-lettini), un bar ristorante al piano terreno del fabbricato, cabine spogliatoi da ricavare nel tunnel sotterraneo sotto piazza Bovio, un ascensore a vista per rendere accessibili l’ambito e la spiaggia pubblica ai soggetti diversamente abili. In alternativa all’ascensore, potranno essere previste comunque soluzioni diverse, anche di tipo gestionale, che garantiscano l’accessibilità allo stabilimento balneare.

A carico dell’amministrazione comunale l’intervento di restauro e consolidamento strutturale della parte esterna dell’edificio esistente, comprensivo del ripristino delle mura, degli intonaci e delle facciate esterne. Le opere di completamento degli interni saranno a carico del soggetto che risulterà concessionario, con l’obiettivo di garantire l’armonizzazione dell’edificio con il contesto esistente.

Per quanto riguarda la Lega Navale invece, restaurata da poco dall’amministrazione comunale, il bando prevede la realizzazione di un bar ristorante al primo piano dell’edificio, inclusa la terrazza panoramica di pertinenza. Saranno a carico del soggetto che risulterà aggiudicatario l’esecuzione degli interventi di completamento interni e la predisposizione degli arredi e dei macchinari necessari alla gestione.

Al Consorzio di Gestione Nautica rimarranno il piano terreno dell’ex Lega Navale, gli specchi acquei e i punti di ormeggio da utilizzare per attività di diving e taxi boat. Il piazzale di alaggio rimarrà invece nelle disponibilità dell’amministrazione, in vista di una sua riqualificazione futura. Info sul bando: ufficio Demanio Marittimo del Comune di Piombino, via Ferruccio 4 tel. 0565 63237.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 18.10.2011. Registrato sotto cronaca, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    17 mesi, 14 giorni, 4 ore, 49 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it