NOTIZIE DALLA COSTA ETRUSCA DEL 14 OTTOBRE 2011

PIOMBINO: IDV, QUALE FUTURO PER LA LUCCHINI?

“Quale futuro per Piombino e per le acciaierie”. L’Italia dei Valori ha organizzato per oggi alle 16,30 un incontro nella sala del Centro giovani per esporre le sue proposte per il rilancio industriale.

Saranno presenti Roberto Rizzo, responsabile regionale del dipartimento lavoro. Giuliano Fedeli, vicepresidente del consiglio regionale, Maurizzio Zipponi, responsabile del dipartimento lavoro e walfare. Concluderà l’onorevole Fabio Evagelisti, segretario dell’Idv Toscana. Al dibattito saranno inoltre presenti i rappresentati di Fiom, Fim, Uilm e delle Rsu Lucchini.

______________________________

RAID A RIMIGLIANO: ABBATTUTI ALBERI E CAPANNI DA CACCIA

Nella tenuta di Rimigliano qualcuno ha tagliato sette piante di alto fusto che sorreggevano capanni per la caccia. Le strutture, presenti da tempo, sono realizzate con tubi innocenti e tavolati e vengono usate di solito per l’appostamento agli uccelli di passo come i colombi.

Il danno è stato notevole in quanto sono stati abbattuti alberi di alto fusto (capaci di sorreggere una o più persone) ad un’altezza di una decina di metri e le relative strutture. Berrighi avrebbe perciò presentato denuncia alle forze dell’ordine contro ignoti per danneggiamento.

La Tenuta di Rimigliano è stata al centro di forti polemiche per l’approvazione della variante urbanistica che prevede il recupero edilizio dei poderi e delle altre costruzioni.

«Quello di Rimigliano – ha subito commentato la lista civica Comune dei Cittadini – è un gravissimo atto vandalico da condannare senza mezzi termini, qualunque sia la sua motivazione.

Comune dei Cittadini sostiene coloro che si battono per la salvaguardia ambientale e storica della tenuta agricola e non per la sua distruzione. Una battaglia civile che va combattuta con la forza delle idee e con gli strumenti della democrazia politica. Chi ha compiuto l’atto vandalico di Rimigliano è contro questi valori».

____________________________

GIORNATA DI SCAMBIO DELLE FIGURINE NEI CENTRI DELLA COOP

Sabato dalle 17 alle 19 si terrà in ventisette punti vendita Coop la “giornata di scambio” delle figurine del Wwf. Dal professore universitario al nipotino, dal giovane dipendente Coop al socio un po’ più grande.

La febbre scoppiata l’8 ottobre ha contagiato rapidamente migliaia di persone, suscitando entusiasmo e dando vita a situazioni simpatiche e aneddoti da raccontare. Parliamo de “Il Giro del Mondo in 180 Figurine”, l’album del Wwf dedicato agli animali in via d’estinzione, in vendita nei super e ipermercati Unicoop Tirreno in Toscana, Umbria e Lazio. Per due mesi nei supermercati non si è parlato d’altro, mentre su internet sono nati gruppi di scambio e vendita di animali versione “celo, manca”.

Al 2 novembre 2011 (data di fine della raccolta) Unicoop Tirreno prevede di aver venduto 107.000 album e distribuito oltre 12 milioni di figurine: un successo strepitoso per un progetto, che seppur trasmesso in modo ludico, ha un alto valore educativo ed etico. I risultati di Unicoop Tirreno, faranno sì che il Crase, il più grande centro di recupero italiano di animali selvatici ed esotici riceva una cifra importante. La giornata scambio in Val di Cornia si farà ai supermercati Coop di Piombino in via Gori e a Venturina.

_____________________________

FOLLONICA: PARTECIPAZIONE, ETICA, COSTITUZIONE CON LIBERO MANCUSO

Venerdì 14 alle ore 17,00 presso la Sala dell’ex Casello Idraulico in Via Roma, incontro con LIBERO MANCUSO sul tema «Partecipazione, etica, costituzione: i fili che legano l’unita’ d’Italia».

Libero Mancuso già Presidente della Corte d’assise di Bologna. Si è occupato di eversione e terrorismo di sinistra, del sequestro dell’onorevole Ciro Cirillo e di criminalità organizzata, della strage alla stazione di Bologna del 2 agosto 1980 e di quella dell’Italicus. Durante la sua attività ha indagato sugli intrecci tra politica e affari e sui reati di mafia.

Autore di numerose pubblicazioni, alcune delle quali strumenti indispensabili di studio e lavoro, è stato consulente della Commissione parlamentare d’inchiesta sulle stragi e l’eversione, e della Commissione sui problemi e sul sostegno delle vittime dei reati.

___________________________

LA TOSCANA SOSTIENE LA NAUTICA. IL PUNTO IN UN CONVEGNO A LIVORNO

La Regione investe sulla nautica. “Lo facciamo – spiega l’assessore alle attività produttive e al lavoro, Gianfranco Simoncini – perchè è uno dei punti di forza e d’eccellenza dell’economia toscana”. Una filiera diffusa, che dalla costa si spinge fino a Prato e Firenze.

Perchè se le navi e i megayacht di cui l’Italia e la Toscana possono vantare un sicuro primato mondiale vengono assembleati e tenuti a battesimo sulla costa – dove operano sei dei primi venti produttori al mondo, in particolare a Viareggio e a Livorno – è a Firenze, Prato, Quarrata e Santa Croce, tanto per rammentare alcuni distretti, dove nascono i mobili, i tessuti, l’elettronica che di quelle navi fanno un prodotto di alta qualità.

Non a caso uno dei poli d’innovazione dell Toscana riguarda la nautica. E il convegno di stamani a Livorno sul progetto transfrontaliero Italia-Francia Marittimo, a cui l’assessore ha partecipato, è stata l’occasione per fare il punto con altre città e regioni che si affacciano sul mare, su un settore ancora strategico per la Toscana ma che subisce adesso, in ritardo rispetto ad altri, i contraccolpi della crisi e il rallentamento dei mercati.

Il polo ha come capofila la società consortile Navigo, che raccoglie al suo interno i sette maggiori produttori di megayacht al mondo. Partner sono la soceità dei Navicelli, il Consorzio zona industriale apuana, il Consorzio polo tecnologico Magona e Netsprings. Sul progetto, che è appena partito, saranno investiti in tre anni un milione di euro, di cui il contributo della Regione sfiora quasi gli 800 mila euro. E già hanno aderito 225 imprese delle circa 2.800 che operano sulla nautica in Toscana.

Il sostegno al settore è tra le priorità delle politiche di sviluppo regionale dal 2007. Per contrastrare gli effetti della crisi la Regione ha creato una rete dove sono presenti università, enti locali, associazioni di categoria, istituti di ricerca e centri servizi. “Un progetto integrato del nuovo piano regionale di sviluppo è stato pensato per favorire i processi di internazionalizzazione delle imprese” ricorda sempre l’assessore. C’è anche un piano sulla portualità turistica e la Regione ha finanziato con 6 milioni altrettanti progetti di aziende della nautica da diporto che garantiranno un investimento di almeno dieci milioni. Infine la Toscana è responsabile di un progetto interegionale che riguarda di nuovo l’innovazione tecnologica nella nautica: un progetto a cui partecipano anche la provincia di Sassari, la Camera di commercio della Spezia e l’agenzia corsa Adec.

_________________________

A MASSA MARITTIMA IMPAZZA LA PALLAVOLO

Boom di iscrizioni per la Pallavolo Follonica, anche a Massa Marittima. Sono 58 gli atleti che si sono iscritti ai corsi organizzati dalla società del Golfo alla pista polivalente del parco di Poggio. Un vero successo che permetterà alla società di formare 5 squadre diverse, miste (femminili e maschili), da iscrivere a diversi campionati. E gli allenamenti sono già in corso, con tanto di preparazione atletica.

Torna così a Massa Marittima, dopo tanti anni di stop, uno sport amato dai giovani: il tutto grazie all’impegno dello staff del presidente Fausto Negrini, che ha voluto scommettere in questo progetto, superando i confini di Follonica. E gli atleti massetani hanno accolto con furore questo ritorno al passato, rispondendo positivamente alla ripresa delle attività. E assieme alla pallavolo arriva a Massa Marittima anche il connubio con l’Avis: la società sportiva follonichese da anni ha intrapreso la collaborazione con l’associazione dei donatori di sangue per avvicinare i ragazzi al mondo del volontariato. E chissà che l’esperimento non funzioni anche a Massa Marittima.

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 14.10.2011. Registrato sotto cronaca, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 25 giorni, 1 ora, 15 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it