PSI: QUESTA ALLEANZA È UN CARAVANSERRAGLIO

Piombino (LI) – Riceviamo e pubblichiamo integralmente un comunicato sulla crisi che si vive in questi giorni all’interno della maggioranza che governa la città di Piombino. Lo spazio per i commenti è in fondo all’articolo.

«Questa alleanza è un caravanserraglio, così non può andare. L’atteggiamento di Sel ed Idv – commenta il PSI di Piombino – è come quello di Penelope, che di giorno faceva la tela e di notte la sfaceva. Così, i loro assessori Chiarei e Giorgi in Giunta approvano le scelte e Benifei e Mosci in Consiglio Comunale o sulla stampa le contestano. Si tratta di un metodo scorretto ed inaccettabile.

Noi socialisti ci siamo fatti carico, responsabilmente, anche di cose che non abbiamo condiviso, esprimendo peraltro anche in Giunta la nostra contrarietà. Mai pubblicamente però le abbiamo sconfessate perché derivavano appunto da una discussione che era arrivata a delle conclusioni. Se le avessimo ritenute inaccettabili, non avremmo aspettato però un minuto di più per lasciare la Giunta. Questo dovrebbe valere per tutti.

Se non si è in grado di reggere neppure un ridimensionamento delle opere pubbliche, determinato peraltro dalla manovra del governo, come potremo affrontare e gestire i difficili scenari che di qui a breve si potrebbero aprire sulla vicenda Lucchini e sul futuro di questa città? Quali risposte di governo potremo dare se in Giunta si fanno delle scelte che poi puntualmente si contestano sulla stampa?

Occorre una seria riflessione, che poniamo in primo luogo al Pd, su questa alleanza – continua il comunicato – e sul fatto se sia la più idonea ad affrontare questi futuri difficili scenari o se piuttosto vada aperto un serio confronto con altre forze più moderate e di centro che hanno cultura ed esperienza di governo.

Peraltro, riproporre anche a livello nazionale questa alleanza, oltre a ripetere uno schema col quale abbiamo già perso in passato, ci espone al serio rischio di apparire inaffidabili e far così nuovamente vincere un centro destra che nel frattempo magari si è liberato di Berlusconi e si è aperto ai moderati del Terzo Polo. Occorrerebbero – conclude il PSI – invece altre scelte per essere credibili e governare».

Stefano Ferrini
Segretario
PSI – Piombino

Mambrini Federico
Consigliere Comunale
– PSI

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 27.9.2011. Registrato sotto Foto, politica, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

7 Commenti per “PSI: QUESTA ALLEANZA È UN CARAVANSERRAGLIO”

  1. Andrea Serni

    Credo che quello che e’ successo può anche essere discusso nella forma, ma se servira ad un maggiore confronto sulle idee, a sviluppare una maggiore discussione sulle questioni, puo rendere un domani piu’ forte qualsiasi coalizione.
    Non mi stipisce nemmeno il fatto che cerchino un avvicinamento alla destra, l’hanno sempre fatto.
    Mi stupisce pero’ che tutte le volte si ergano a dettatori di regole, in una coalizione che tolto il consigliere del gruppo misto non ricordo di avere mai visto in fase di stesura di programmi; ed in quanto alle regole non so’ nemmeno come (partito ) siano entrati in questa maggioranza!

  2. luca g.

    povera piombino

  3. giuliano parodi

    in effetti voglio fare l’avvocato del diavolo, e come ho avuto gia’ modo di ribadire in altre occasioni pur non condividendo certi prese di posizione o politiche del PSI e in questo caso del suo rappresentante Ferrini, devo dargli atto di una certa coerenza. Anche io fin dal caso Baratti mi son chiesto se SEL e IDV non condividono piu’ le scelte dell’amministrazione, perche’ molto semplicemente non ne escono? Non capisco, questa dicotomia che non credo giovi ne all’immagine ne alla sostanza delle cose…alle volte le scelte che ci univano possono mutare e quindi anche le alleanze…mesi fa dopo la cacciata e il rientro degli assessori “scomunicati” chiesi lumi a riguardo, ossia visto che i problemi che portarono il sindaco all’allontamento non erano superati con quali “accordi” i 2 rappresentati di SEL ed IDV son rientrati in Giunta?…per la trasparenza nei confronti dei cittadini e degli elettori sarebbe bene che certe partite di giro fossero rese pubbliche, perche’ il voto non e’ un mandato in bianco e gli eletti devono rispondere passo dopo passo a chi gli ha delegato il potere delle scelte.grazie
    Giuliano P.

  4. Francesca

    Boia deh! E’ il caso di dirlo… che articolo e che commenti da vecchia politica! Forse salvo il sig. Serni… certo che mette angoscia e rabbia SEL che cresce eh??? me la rido… siete la conferma che davvero la vogliamo tutta a casa la casta… quella degli interessi monetari … ma anche quella che si nasconde dietro la parola coerenza, tanto puo’ farlo… sento antifona di vecchi schemi social-comunisti!!! Nessun commento di appartenenti a SEL, peccato, a dispetto degli altri commentatori, a me viene in mente che SEL sia davvero cio’ che dice di essere: tante anime e tutte con facoltà di parola, certo che forse qualche compagno in giunta… se lo dimentica spesso o si tratta di amnesie? 😉

    Francesca Toncelli

  5. Roberta Barsotti

    Grazie France, hai fatto bene a chiamarmi, merita la lettura, come dici tu ma da parte mia, solo per imparare il termine “dicotomia”, comunque stampo tutto e porto dentro domani sappiamo come passare la pausa pranzo!!! ;-))

  6. Ilio Benifei

    Troppe e inaccettabili le inesattezze nelle parole di Ferrini e Manbrini e tali da rendere necessari alcune puntualizzazioni.

    Non c’è alcun contrasto tra l’attività dell’assessore Chiarei in giunta e le posizionidi SEL in Consiglio Comunale o sulla stampa: Ferrini conosce benissimo la differenza tra i due momenti, amministrativo l’uno, politico l’altro.

    E sa anche che SEL non ha mai contestato né smentito l’operato del proprio assessore, al quale rinnova la propria fiducia e il proprio sostegno. Ciò di cui si sta parlando è ben altra cosa e riguarda proprio quel confronto cui Ferrini fa riferimento e che costituisce giustappunto ciò che SEL sta da tempo chiedendo: una discussione approfondita e franca che veda realmente coinvolte le forze della maggioranza, tutte e con pari dignità.

    La scorrettezza sta negli atteggiamenti di chi pretende assenso e sostegno in nome degli equilibri di maggioranza , ma al contempo rivendica a sé il pieno diritto di scelte autonome, non precedute da un reale confronto con gli alleati.

    Pensa davvero Ferrini che la capacità di governo derivi dalla “coesione” della maggioranza? Non è forse questo un ritornello ahimè ben conosciuto e ben sperimentato dalla “coesa” compagine governativa nazionale?

    SEL pensa invece che sia fondamentale una pratica di governo che sia quanto più condivisa, soprattutto in un momento di così alta criticità. Che dire infine dell’invito all’alleanza con le forze moderate e centriste: il PS (che tra l’altro non è nemmeno stato eletto come partito nell’attuale compagine governativa) può perseguire le alleanze che ritiene più opportune.

    Dubitiamo però che possa dettare le regole di scelte che la storia nel nostro paese sta inevitabilmente indirizzando verso la ricostruzione di una sinistra, passaggio obbligato per uscire dal tunnel della crisi.
    In ultimo una precisazione: nell’ultimo Consiglio Comunale sulla delibera relativa alla variazione del piano triennale delle opere pubbliche il nostro consigliere comunale non ha abbandonato l’aula, ma semplicemente non partecipato al voto.

    Con questo atteggiamento SEL ha voluto manifestare il proprio dissenso politico .

    Piombino 28/9/2011

    Per Sinistra Ecologia Libertà
    Piombino-Val Di Cornia

    Ilio Benifei

  7. riccardo

    Beh ci sarebbe molto da dire sul comunicato dei due del PS ed anche su alcuni commenti apparsi di conseguenza.
    Mi limiterò ad alcune sintetiche considerazioni.
    Ritengo del tutto legittima la posizione espressa da Ferrini e Mambrini anche se è chiaro l’intento che si propongono : 1) compiacere il PD, probabilmente la cosa dà loro soddisfazioni incoffessabili, 2) contrastare SEL , avversario, di lunga data quantomeno dagli inizi della legislatura, ma soprattutto 3) affermare anche in sede locale la strategia nazionale del loro piccolissimo partito, perseguire cioè ‘incontro strategico con l’UDC.
    Collocandosi di fatto in quell’area a dx del PD, del tutto innaturale per chi pretenderebbe di rappresentare, immeritatamente e senza alcun titolo, le migliori tradizioni del socialismo italiano.

    Se questo è vero , trovo altrettanto strumentale la posizione di chi non perde occasione per additare SEL come interprete delle più inopinate contraddizioni , tra le posizioni maturate nel corso della legislatura ed il lavoro in giunta di un proprio esponente, evidentemente mai portato fuori delle programmazioni concordate nella fase preelettorale.

    Certo è che se nel proseguo della legislatura, al di là del programma , fossero sempre di più le occasioni di distinzione, SEL stessa e IDV dovranno interrogarsi( ma lo stanno già facendo?) sulla opportunità o meno di continuare una collaborazione con questo PD,sempre più espressione di forti personalismi, alla lunga fattisi sistema, fuori dal necessario coinvolgemento dei cittadini, con la partecipazione, il pluralismo, il rispetto della dignità altrui, ormai vuote parole , prive di qualsiasi significato.

    Finalmente poi con il raggiungemento del pieno appagamento dei desideri di Ferrini e Mambrini…
    …e probabilmente anche di una parte non trascurabile dello stesso PD.

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 25 giorni, 1 ora, 55 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it