TPL, CECCOBAO: “DALLO STATO TANTE PROMESSE MA NIENTE SOLDI”

Firenze – Buio totale sui fondi per il trasporto pubblico locale che dal Governo avrebbero dovuto esser destinati alle Regioni. “Siamo a settembre – spiega l’assessore regionale Luca Ceccobao, al rientro dalla Commissione trasporti della Conferenza delle Regioni – è da dicembre dello scorso anno che aspettiamo il trasferimento da parte dello Stato alle Regioni dei fondi necessari per garantire autobus e treni locali nel 2011 e nei prossimi anni, ma ad oggi tutto ciò che dal Governo abbiamo avuto è solo una grave incertezza”.

“Le uniche risorse che per ora abbiamo ricevuto – continua – sono una parte di quelle previste dall’accordo del 16 dicembre 2010, una cifra minima rispetto al necessario. Per il 2011 sono stati destinati alle Regioni 372 milioni di euro a fronte dei 1.635,497 milioni garantiti fino al 2010. A causa di questa considerevole riduzione la Toscana si è trovata a far fronte ad una ‘buco’ di risorse di circa 160 milioni. Per non far collassare il sistema, la Regione è intervenuta con un provvedimento straordinario, ma le risorse statali che avrebbero dovuto ‘tamponare’ questo intervento non sono ancora arrivate e non sappiamo neppure quando e, soprattutto, se arriveranno”.

I fondi teoricamente destinati al trasporto pubblico, ma rimasti per ora sulla carta sono molti: 900 milioni previsti dalla legge di stabilità (tra fondi da destinare e possibilità di accesso al fondo sociale europeo) e il nuovo Fondo nazionale trasporti, fondo stabile di 400 milioni, che da quest’anno dovrebbe concorrere a finanziare il settore. Su tutti questi finanziamenti c’è buio totale, al momento non è stata comunicata nè la cifra che spetta a ciascuna Regione, nè se e quando saranno liquidati.

La situazione è la stessa anche per quanto riguarda gli investimenti: per l’acquisto di nuovo materiale rotabile, anche ferroviario, la manovra di luglio prevedeva fino a 314 milioni, ma anche su questo aspetto manca qualsiasi strumento di attuazione.

“Il Governo non ci dà certezze per il 2011, figuriamoci per il futuro – conclude l’assessore Ceccobao – l’unica cosa che sappiamo di sicuro è che i fondi diminuiranno ulteriormente e che ci sarà un sistema di premialità che favorirà le Regioni più virtuose. Per riuscire a mantenere il servizio di trasporto pubblico sarà strategica la gara ad ambito unico regionale sulla quale Regione ed enti locali stanno lavorando. Solo ottimizzando i costi ed aumentando l’efficienza potremo sperare di mantenere la qualità del servizio, limitando i tagli e i disagi per i cittadini”.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 2.9.2011. Registrato sotto Economia, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 23 giorni, 7 ore, 2 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it