LUCCHINI: «INTERVENGA IL GOVERNO O SOLO LENTA AGONIA»

Grande preoccupazione negli operai

IDV: Andrea Serni e Roberto Rizzo

O interviene il governo e viene presentato un serio piano industriale, o anche se la Lucchini supera lo scoglio finanziario del 24 giugno, per la fabbrica di Piombino c’è comunque solo una lenta agonia. E’ questo il riassunto degli interventi di tutti i sindacati e dei politici che oggi sono intervenuti davanti alla portineria Lucchini nelle due ore di sciopero che si sono tenute in tutti gli stabilimenti della Lucchini Severstal.

_______________________________

Riportiamo i primi commenti allo sciopero di oggi (in continuo aggiornamento):

IDV: Andrea Serni e Roberto Rizzo

SEL: PER LA “ LUCCHINI” UN IMPEGNO COMUNE

L’iniziativa sindacale di stamani davanti alla fabbrica rappresenta un’ ulteriore momento di mobilitazione e di attenzione rivolto a TUTTI sul momento critico e incerto della siderurgia nella nostra realtà.

SEL condivide le richieste delle OO.SS.; auspica che da oggi al 24 giugno si arrivi all’accordo con le banche, ad un piano industriale che non sia solo un prendere tempo ma sia un avvio di un processo per il rilancio della “Lucchini” anche con una nuova proprietà.

I tempi sono stretti; l’incontro al Ministero dello Sviluppo ed Economico ha prodotto una scossa all’immobilismo più assoluto del governo.

Un governo che ancora manifesta la più assoluta mancanza di una politica industriale e di una linea forte , nell’interesse dell’Italia, verso le Multinazionali.

SEL rivolge un appello a manifestare solidarietà ai lavoratori/trici della “ Lucchini”.

Una Italia con una industria manifatturiera in crisi e con ulteriori chiusure di impianti è un Paese destinato a “retrocedere” e per la nostra realtà una rottura sociale ed economica profonda.

Ilio Benifei
SEL Piombino- Val Di Cornia

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 20.6.2011. Registrato sotto cronaca, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 28 giorni, 17 ore, 20 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it