RIO NELL’ELBA E LA BOHEME IN “OPERA IN FABULA”

Prossimo appuntamento della Stagione al Teatro Garibaldi di Rio nell’Elba venerdì 8 aprile alle ore 21.00 con La  Bohéme di Puccini, nella versione “Opera in fabula”. Lo spettacolo è promosso dal Comune di Rio nell’Elba, in collaborazione con l’Associazione Musicale Amedeo Modigliani e la direzione artistica di Mario Menicagli. La mattina alle 10.00  lo spettacolo andrà in scena per le scuole medie di Rio nell’Elba. “OPERA IN FABULA” prende spunto da un’idea di Mario Menicagli e Ubaldo Pantani, nata nel 1994 da una grande passione per la musica lirica e che, per l’epoca, si rivelò come una novità assoluta.

Si tratta di una serie di spettacoli a tema operistico che, nella versione teatrale, si svolgono con un cast di cantanti professionisti, un pianoforte e/o un piccolo gruppo cameristico. Ad una voce recitante è affidato il compito di narrare a suo piacimento la trama dell’opera intervallata dagli interventi dei solisti impegnati nelle arie più significative dell’opera stessa.

La serie di spettacoli, realizzata in numerosi teatri italiani, ha visto coinvolti in veste di narratori, oltre che allo stesso Ubaldo Pantani, allora non ancora “sbarcato” nelle televisioni nazionali, personaggi come Elio Pandolfi, Ron, Gianfranco Funari, Michele Mirabella, Elio delle Storie Tese. Ma c’è da dire che il format è risultato sempre funzionante anche con la collaborazione di narratori non conosciutissimi al grande pubblico.
Le arie dell’opera rappresentata, tra cui i brani sinfonici più significativi, sono eseguite da tre, quattro solisti, accompagnati per la quasi totalità dei brani da un gruppo strumentale che varia dal pianoforte a undici elementi.

La durata dello spettacolo è compresa tra i 60 e gli 80 minuti.
Dopo le esperienze di Turandot, Tosca, Rigoletto, La Traviata, Il Barbiere di Siviglia, Madama Butterfly, il Teatro Garibaldi ospita il capolavoro pucciniano La Bohème.
Ispirato al romanzo di Henri Murger “Scènes de la vie de Bohème”, il libretto ebbe una gestazione abbastanza laboriosa, per la difficoltà di adattare le situazioni e i personaggi del testo originario ai rigidi schemi e all’intelaiatura di un’opera musicale.
Meno di due mesi dopo, il 1º febbraio 1896, La Bohème fu rappresentata per la prima volta al Teatro Regio di Torino, diretta dal ventinovenne maestro Arturo Toscanini, con buon successo di pubblico.

Il cast è a cura del Teatro dell’Opera di Livorno e sarà così formato:

Voce narrante: Michele Crestacci

Mimì: Chiara Mattioli

Rodolfo: Giuseppe di Stefano

Musetta: Valentina Boi

Marcello: Michele Pierleoni

Pianoforte: Anna Cognetta

Lo spettacolo è ad ingresso libero, ma si consiglia la prenotazione.

Prenotazioni:
0565/943428
sms 393/3308331
email:teatrogaribaldi-rio@libero.it

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 7.4.2011. Registrato sotto cultura, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 27 giorni, 4 ore, 56 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it