DALMINE: DALLA REGIONE 1,5 M EURO PER IL COLLEGAMENTO AL PORTO DI PIOMBINO

Tubi Dalmine

La Regione Toscana assegnerà un milione e mezzo di euro all’autorità portuale di Piom bino per realizzare il collegamento tra la Dalmine e il porto di Piombino. Lo ha annunciato l’assessore regionale allo sviluppo economico Gianfranco Simoncini al termine dell’incontro che si è svolto oggi pomeriggio in Regione col il Comune di Piombino, l’autorità portuale di Piombino, la Provincia di Livorno insieme all’ad dello stabilimento Tenaris Dalmine di Piombino, quello della Magona Arcelor Mittal e il responsabile delle relazioni esterne della Lucchini. Lo scopo: fare il punto sullo stato di avanzamento del protocollo d’intesa Dalmine firmato a maggio del 2010 e il problema della presenza dell’azienda siderurgica nell’area di Piombino.

“Quanto è stato deciso oggi – ha commentato l’assessore regionale Gianfranco Simoncini – è un passaggio funzionale e fondamentale al protocollo d’intesa firmato l’anno scorso che prevede il consolidamento della presenza del gruppo Dalmine sul territorio e della sua funzione logistica in Italia. La scelta della Regione Toscan a – ha continuato l’assessore – di puntare sulla centralità del manifatturiero quale motore di sviluppo passa anche attraverso il consolidamento delle aziende del secondo polo siderurgico italiano. Nel momento in cui si sta lavorando per dare continuità e garanzie all’assetto societario della Lucchini, la Regione Toscana sta facendo la sua parte per qualificare e rafforzare la presenza delle aziende sul territorio sia dal punto di vista delle infrastrutture che da quello della ricerca e dell’abbattimento dei costi energetici per le imprese”.

Nell’incontro di oggi è stato infatti deciso anche di realizzare un “Protocollo Piombino” dove confluiranno interventi a sostegno delle industrie e interventi di riqualificazione urbana già previsti nei PIUSS.

Il protocollo Piombino sarà l’occasione per chiedere la riapertura del confronto con il governo per una  revisione dell’Accordo di programma sul SIN e per affrontare le questioni sui conti energetici per le imprese del territorio anche in relazione al recente parere espresso dalla giunta regionale toscana sul progetto Galsi (il metanodotto proveniente dalla Libia che entrerà a Piombino tra Perelli 3 e Carlappiano).

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 28.3.2011. Registrato sotto Economia, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 23 giorni, 2 ore, 11 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it