PIOMBINO: IL VALORE DEL PERCORSO PARTECIPATIVO A BARATTI

Il comitato “Giu’ le mani da Baratti vuole far capire ai residenti e lettori l’importanza del risultato del percorso partecipativo. Leggiamo insieme.

«Il percorso partecipativo sul PP di Baratti  è stato un vero momento di democrazia attiva, indiscutibilmente molto importante: speriamo che i partiti politici ne abbiano saputo cogliere il grande significato: tanti cittadini hanno partecipato spendendo il loro tempo per ragionare sul futuro di Baratti.  Questo è il punto da cui si deve partire se vogliamo che le persone si occupino di politica.

Il percorso deve essere visto per quello che è stato, un successo di tutta la società civile é  un’occasione per i partiti per riavvicinarsi alla gente. Per questo motivo, secondo noi, l’amministrazione deve, innanzi tutto, fare sue le indicazioni espresse da chi si è impegnato: indicazioni che sono molto chiare e non che si prestano né a fraintendimenti e né a strumentalizzazioni. Se l’amministrazione di Piombino riuscirà a fare questa cosa, darà  un vero segnale di apertura. Questo è ripartire dalla base: non altro.

Vogliamo aggiungere – concludono – che secondo noi il percorso rappresenta solo l’inizio di un cammino. Le posizioni condivise a maggioranza non necessariamente corrispondono a quelle del nostro Comitato, che ha sempre e soltanto sostenuto che qualsiasi scelta su Baratti ha bisogno di una discussione ampia e approfondita ‘a monte’ di qualsiasi decisione. Vogliamo inoltre ricordare e sottolineare che dai tavoli è emerso qualcosa di più di semplici indicazioni, seppur molto rilevanti e imprescindibili, come quella, per esempio, di riposizionare il centro velico nel Casone  (nei locali che oggi ospitano la  falegnameria) a venire fuori è stata la volontà unanime di discutere ancora, di capire meglio, di sapere di più. Questa è la direzione in cui si è sempre mosso e continuerà a muoversi il Comitato Giù le mani da Baratti».

Giù le mani da Baratti

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 18.3.2011. Registrato sotto Foto, sociale, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 18 giorni, 12 ore, 43 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it