AUTOSTRADA AURELIA: IL PD SI SVEGLIA SUI DANNI PER I RESIDENTI

Il segretario del PD Valerio Fabiani

Finalmente anche il segretario del PD Piombino-Val di Cornia-Elba Valerio Fabiani inizia ad accorgersi dei rischi per la comunità locale, nel caso il progetto autostradale presentato da SAT prendesse luce. Il rischio per i residenti è molto grave: maggiori incidenti stradali sulla vecchia ed inadeguata Aurelia, centri urbani intasati dal traffico di turisti e residenti, pedaggi altissimi anche solo per andare a Cecina o Follonica. Su temi così importanti non ci possono essere campanilismi di partito, ed i sindaci rappresentanti di tutti i cittadini, devono ora alzare la voce, e far sentire tutto il loro disappunto su una situazione che, una volta a regime, sarà sicuramente esplosiva.
Riportiamo l’intervento di Valerio Fabiani, e la risposta delle liste civiche inviata alla nostra redazione.

____________________________________

TIRRENICA GARANTIRE LE RISORSE

La decisione del Ministero dell’Economia e della Finanza e del Governo di rimettere in discussione il progetto sull’Autostrada Livorno/Civitavecchia concordato con i territori e le Istituzioni locali interessate è apparsa unilaterale ed improvvisata. Non va abbandonata quell’intesa unitaria e quel progetto che, attraverso un confronto tra Governo, Regione Toscana e Comuni della Val di Cornia, aveva saputo costruire un percorso condiviso ed aderente alle esigenze di modernizzazione infrastrutturale ed integrazione territoriale della viabilità nazionale e locale. Quel progetto prevedeva fra le altre cose, una serie di opere complementari volte a realizzare una viabilità alternativa e la gratuità del pedaggio per i cittadini residenti a tempo indeterminato. Quel progetto rischia di essere compromesso dal disimpegno finanziario di questo Governo. Questo è prevedibile che spinga Sat, oggi, a fare cassa e spiega, inoltre, i ripensamenti e le notizie inquietanti trapelate dalla stampa in queste settimane. A tutt’oggi non è dato sapere i dettagli di questo nuovo tracciato, di come si intende far fronte al sovraccarico del traffico, né di quale pedaggio sia previsto e per chi.

Noi siamo sempre stati convinti della validità di questa importante opera perché da qui passa una parte importante di quel progetto di ammodernamento di infrastrutture viarie e portuali adeguate, che rappresentano una risposta alla mobilità e un volano per lo sviluppo economico dell’economia della Val di Cornia – Elba. Sarebbe inaccettabile, però, un progetto che contemplasse al tempo stesso il pedaggio anche per i residenti e un disimpegno totale rispetto alle opere complementari per assicurare una viabilità alternativa. Siamo una forza di governo che sa sedersi ai tavoli e trattare cercando di difendere gli interessi del territorio e facendoci sempre carico dell’interesse generale, come abbiamo dimostrato con il grande lavoro che ha portato alla firma del protocollo d’intesa per il prolungamento della 398 fino al porto.

Per questo chiediamo al Governo di fare chiarezza e di garantire le adeguate risorse al fine di mantenere gli impegni presi con le comunità locali. Chi ha realmente a cuore il futuro di questo territorio oggi deve sostenere i nostri Sindaci in questa battaglia, affinché con la realizzazione della tirrenica siano garantiti al tempo stesso il diritto alla mobilità dei nostri cittadini e delle imprese locali insieme alle esigenze di dare un ulteriore impulso allo sviluppo. E’ per questo che il Pd invita le forze democratiche, le forze economiche e sociali ad un’attiva partecipazione e collaborazione con le istituzioni locali, è per questo che il PD si farà promotore di una manifestazione pubblica al fine di richiamare l’attenzione della Sat e del Governo sulle richieste avanzate dai Comuni e riconfermare l’importanza di un percorso e di un progetto di viabilità condiviso ed unitario.

Questa battaglia sarà difficile ma potrà essere vinta solo se questo territorio saprà mostrarsi unito e compatto. Vorremmo che chi ha la responsabilità di guidare una lista civica di opposizione mettesse, una volta tanto, le stesse energie e la stessa determinazione che dedica alla stesura di comunicati stampa contro i sindaci e contro tutto, anche a disposizione di questo territorio, cercando di perseguire, nel rispetto della diversità del ruolo di ciascuno, l’interesse generale.

Valerio Fabiani
segretario della Federazione
del Partito Democratico
Val di Cornia- Elba

LISTE CIVICHE: IL SEGRETARIO DEL PD SVEGLI I SINDACI

Concordiamo con il segretario della Federazione del PD sulla necessità di una forte iniziativa per difendere gli interessi di questo territorio di fronte alle decisioni del governo e della SAT che, sul corridoio tirrenico, negano accordi e decisioni prese in passato. Gratuità dei pedaggi dove non vi sono strade alternative, collegamento con il porto di Piombino e opere complementari nei centri abitati , sono il nucleo centrale delle rivendicazioni da sostenere. E i Comuni della Val di Cornia devono andare uniti a questi appuntamenti, evitando che di fronte ai tagli del governo si scateni una guerra tra poveri.

Da mesi le liste civiche hanno lanciato segnali d’allarme per quanto andava accadendo, ottenendo sempre risposte evasive e indispettite dei nostri sindaci. Abbiamo anche assistito ad un accordo separato del Comune di Piombino che svincola  la SAT  dall’obbligo di realizzare per intero il prolungamento della SS.398 fino al porto, lasciando aperto il problema del finanziamento del tratto decisivo tra Gagno e il porto. Inoltre, contrariamente alle precedenti decisioni, si è accettata l’istituzione di  un pedaggio.

Non si capisce cosa abbia da rimproverare il segretario del PD alle liste civiche. Ci siamo sforzati di informare la gente, abbiamo fatto iniziative pubbliche per denunciare le responsabilità del Governo e della SAT, abbiamo chiesto che i consigli comunali prendessero posizione, abbiamo proposto iniziative unitarie dei Comuni della Val di Cornia, della Provincia e della Regione, abbiamo dato la nostra disponibilità a sostenere iniziative a tutela dei nostri cittadini e della nostra economia. Non è colpa nostra se i Sindaci sono sordi e immobili, o peggio ancora se vanno in ordine sparso e sottoscrivono rinunce pesanti.

Stia dunque tranquillo il segretario del PD. Le liste civiche non faranno mancare il proprio appoggio per la tutela degli interessi di questo territorio. Caso mai svegli un po’ le amministrazioni comunali.

26 febbraio 2011

Lista Comune Cittadini

Forum per San Vincenzo

Uniti per Suvereto

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 27.2.2011. Registrato sotto Economia, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

5 Commenti per “AUTOSTRADA AURELIA: IL PD SI SVEGLIA SUI DANNI PER I RESIDENTI”

  1. michele

    perché i sindaci non parlano? sembra che abbiano paura di disturbare qualcuno

  2. giuseppe

    I più maligni indicano nel silenzio dei sindaci del PD (ricordo che in Val di Cornia sono tuti D’Alemiani) la volontà di non disturbare Bargone (presidente della SAT legato a doppio filo a Massimo D’Alema).

    Inoltre quelli ancora più maligni guardano con sospetto i 20milioni di euro che la SAT (cioè Bargone) donerà al comune di Piombino e che più che a realizzare la Fiorentina-Ghiaccioni, sembra servano a dare una grossa mano al PD (in evidenti difficoltà con la propria base) a rivincere le prossime elezioni comunali.

    Ovviamente noi non crediamo ad una sola parola di queste malelingue… 🙂

  3. giuliano parodi

    e’ una vergogna il silenzio dell’amministratori sempre piu’ schiavi degli imprenditori..obligati ad ingoiare rospi solo per tenere in piede i loro baracconi…ma su un po di dignita’…abbiate il coraggio di fare una scelta e scendere in piazza e dire ai cittadini che questa storia dell’autostrada e’ un bel FURTO legalizzata per la gente oppure scendete in piazza e difendete questa autostrada DIMOSTRANDO coi fatti quali vantaggi reali portera’ a tutti NOI,..avanti c’e posto
    ciao

  4. marco

    Caro Fabiani… ma vai un po’ a lavorare e lascia ad altri il compito di parlare. Secondo me non fate altro che combinare guai e poi date la colpa agli altri…

  5. miria

    fa tristezza vedere un giovane già vecchio, adottare i metodi di vecchi tipi secondo cui chi dissente va attaccato personalmente e denigrato. Valerio difenditi dal vecchiume. Che democrazia è?

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 20 giorni, 18 ore, 44 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it