SAN VINCENZO: IL CARTELLONE DEL TEATRO VERDI 2010/2011

Sarà l’attore Giobbe Covatta con il suo spettacolo “Trenta”ad aprire la stagione teatrale 2010/2011 del Teatro Verdi a San Vincenzo. Dal mese di novembre al mese di aprile, infatti, il palco del teatro sanvincenzino farà da scenario ad un programma di prosa che spazierà dalla commedia, alla danza, dalla pantomima, al teatro di ricerca fino al teatro cabaret.

«Definirei questa stagione teatrale, che si aprirà nel mese di novembre per concludersi ad aprile 2011, come una stagione non banale»  ha dichiarato alla stampa l’assessore alla cultura Fabio Camerini. «Abbiamo deciso, infatti, di mettere a punto un programma ricco di rappresentazioni che toccassero tutti i generi del teatro moderno ma che, allo stesso tempo, nei momenti più divertenti, invitassero gli spettatori a compiere una riflessione più profonda. La scorsa stagione teatrale» ha continuato Camerini  «si era aperta con lo slogan “il paese a teatro”; vorremmo che anche quest’anno i sanvincenzini si riappropriassero del loro teatro partecipando, come è successo in passato, ai vari appuntamenti in programma. Siamo inoltre riusciti a coniugare» ha concluso l’assessore «una buona qualità delle rappresentazioni che andranno in scena nei prossimi mesi con prezzi accessibili a tutti.»

Si comincerà mercoledì 24 novembre con lo spettacolo di Giobbe Covatta dal titolo “Trenta”, per proseguire poi venerdì 3 dicembre con la commedia “Arsenico e vecchi merletti” portata in scena dal gruppo teatrale Il Canovaccio con la regia di Giuseppe Raimo.

Mercoledì 26 gennaio sarà la volta di “Edizione straordinaria”, una commedia di Andrea Muzzi e Marco Vicari con la regia del famoso vignettista Sergio Staino.

Venerdì 18 febbraio andrà in scena lo spettacolo “Un cappello a cilindro”, con la regia di Pietro Malavenda, adattamento dell’opera teatrale “Il cilindro” di Eduardo De Filippo, mentre venerdì 25 febbraio gli attori Laura Rossi e Andrea Nencioni porteranno in scena lo spettacolo di teatro-cabaret dal titolo “Le faremo sapere”.

Venerdì 4 marzo protagonista sul palco del Verdi sarà invece la danza con lo spettacolo “Sensi” della compagnia di danza contemporanea Bodylab.

Venerdì 18 marzo l’attore Andrea Gambuzza sarà in scena con la tragedia comica “Riccardo alla terza, disappunti di un ditttatore”, mentre venerdì 15 aprile tornerà al Verdi con “L’ombra del flaneur”, una stesura teatrale in cui si uniscono più linguaggi, dal canto, alla pantomima, al teatro di ricerca, con la regia di Claudio Neri.

Ultimo appuntamento della stagione di prosa venerdì 29 aprile con i due monologhi teatrali “Un letto tra le lenticchie” e “Una patatina nello zucchero” del drammaturgo inglese Alan Bennett, interpretati dall’attore Gianluca Orlandini.

Per assistere ai nove spettacoli della stagione sarà possibile acquistare un abbonamento al prezzo complessivo di 75 euro. Il costo del biglietto per i singoli spettacoli sarà di 15 euro per il primo settore della platea, 12 euro per il secondo settore e per la galleria. Per i ragazzi dai 14 ai 26 anni e per gli over 65 il costo del biglietto sarà di 10 euro, mentre per i ragazzi sotto i 14 anni sarà di 8 euro.

Al programma di prosa si aggiungerà, inoltre, lunedì 10 gennaio, lo spettacolo “Chi ha paura muore ogni giorno” che vedrà in scena il noto magistrato antimafia Giuseppe Ayala, collaboratore dei giudici Falcone e Borsellino, e autore del libro che porta lo stesso titolo. Per assistere a questo spettacolo le tariffe dei biglietti rimarranno invariate ma i possessori degli abbonamenti avranno uno sconto di 2 euro per ogni ordine di posti, mentre i ridotti avranno uno sconto di 1 euro.

L’amministrazione comunale sta inoltre cercando di allestire un programma di appuntamenti con la lirica le cui date saranno comunicate in un secondo momento.

Irene Caroti

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 11.10.2010. Registrato sotto cultura, Foto, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 25 giorni, 11 ore, 50 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it