NOTIZIE DALLA VAL DI CORNIA DEL 4 OTTOBRE 2010

L’UDC CONDANNA L’ATTACCO ALLA CISL

Condanniamo con forza la vile aggressione subita l’altro ieri dalla Filca Cisl di Livorno per mano di un gruppo di facinorosi che ha bersagliato con uova e corpi contundenti la sede del sindacato finendo per colpire anche un’indifesa impiegata.

Desideriamo esprimere piena vicinanza e solidarietà alla Cisl, che qualcuno vorrebbe forse additare come colpevole di connivenza con il potere, per aver adottato un contegno sindacale focalizzato sulla cognizione della realtà e sul civile confronto anziché sul populismo spicciolo e sulla facile demagogia di piazza.

In tal senso, non possiamo esimerci dal denunciare un crescente stato di tensione sociale che alimenta indubbiamente simili episodi di violenza.

L’odierno contesto generale, caratterizzato da una ormai cronica precarietà lavorativa oltre che dalla preoccupata attesa per un temuto peggioramento della situazione, suggerisce a tutti i protagonisti delle vicende sociali, politiche e sindacali, anche locali, l’adozione di un linguaggio più responsabile e moderato rispetto a quello cui i media nazionali ci hanno tristemente abituato.

L’invito ad abbassare i toni, che sempre si fa in questi casi, non deve essere inteso quale esercizio di mera retorica bensì, quale imperativo categorico per tutti coloro che hanno davvero a cuore il mantenimento della pace sociale quale presupposto indefettibile per il perseguimento del bene comune.

Simone Verucci

Presidente Coordinamento UDC Piombino

_____________________________________

SABATO INAUGURAZIONE DELLA SEDE ANPI DI SAN VINCENZO

Sabato 8 ottobre sarà inaugurata la sede della sezione Anpi (Associazione Partigiani d’Italia) di San Vincenzo alla presenza delle autorità cittadine e del presidente Lido Giomi. L’appuntamento è alle 17,00 presso la Torre dove il professor Ivano Tognarini, Presidente dell’Istituto Storico della Resistenza Toscana, terrà un intervento sulle fasi che hanno accompagnato la lotta di liberazione all’indomani della battaglia di Piombino, un evento che ha segnato una data storica per tutta la Resistenza italiana. A questo proposito, nell’occasione, sarà proiettato il filmato “La battaglia di Piombino”, a cura di Luigi Menicagli.

La Sezione sanvincenzina dell’ANPI conta oltre 40 iscritti ed è stata intitolata ad una giovane vittima dei nazisti, Nerina Del Fa, uccisa appena diciottenne da un soldato tedesco il 26 giugno del 1944, pochi giorni prima che le truppe alleate e i partigiani liberassero San Vincenzo. L’iniziativa sarà aperta dal Presidente della sezione Lido Giomi, che ribadirà l’importanza di non disperdere la memoria di chi ha dato la vita per la libertà e lo stretto legame che esiste tra la lotta partigiana e la nostra Costituzione Repubblicana a difesa della quale l’Anpi fa appello all’impegno dei cittadini democratici, delle forze politiche e sociali.

________________________________________

MAGONA, LA REGIONE CONVOCA I VERTICI DEL GRUPPO

«La Regione convocherà nei prossimi giorni i vertici locali della Magona di Piombino per un confronto puntuale sulle prospettive di sviluppo nel medio e lungo termine. A questo primo tavolo regionale si dovrà affiancare anche un secondo livello di confronto.

Lunedì, nella riunione della task force sull’economia della giunta regionale, informerò il presidente Rossi in vista di un rapporto che coinvolga anche i vertici della multinazionale Arcelor Mittal, di cui Magona fa parte».

Lo ha detto l’assessore alle attività produttive, lavoro e formazione Gianfranco Simoncini nell’incontro avuto stamani nella sede della Provincia di Livorno con le organizzazioni sindacali, aziendali e di categoria che, unitariamente, l’avevano richiesto. Con l’assessore, anche la Provincia di Livorno e il Comune di Piombino, con il sindaco Gianni Anselmi.

I sindacati hanno fatto presenti le preoccupazioni dei lavoratori per la mancanza di investimenti da parte dell’azienda che fa pensare, dicono, ad una scarsa volontà di impegnarsi, nel lungo periodo, sullo stabilimento di Piombino e più in generale in Italia e in Europa.

L’assessore Simoncini ha detto di condividere queste preoccupazioni e ha ricordato che l’impegno della Regione per la siderurgia è massimo, richiamando le iniziative concrete già attuate e in via di attuazione per consolidare il polo di Piombino, secondo per importanza a livello nazionale.

«Il protocollo firmato lo scorso maggio per la Dalmine – ha detto Simoncini – sta muovendo in queste settimane i primi passi e, grazie ad esso, siamo riusciti a mantenere questo importante stabilimento nel nostro territorio.

Per dare fiato alle piccole imprese dell’indotto della Lucchini abbiamo varato un fondo di 5 milioni per garantire l’accesso al credito ed è ancora in vigore la moratoria per i debiti delle piccole aziende. Sempre sul fronte della siderurgia toscana, stiamo seguendo anche le vicende del gruppo Beltrame, nel Valdarno aretino, perchè non vogliamo perdere pezzi di industria così importanti per lo sviluppo e l’occupazione della Toscana».

Un cenno infine alla mancanza di strategia da parte del governo nazionale che non ha ancora saputo nominare un ministro dello sviluppo economico. «Un’assenza che scontiamo tutti i giorni – ha detto l’assessore – soprattutto nell’affrontare questioni come questa, che si confrontano con grandi gruppi multinazionali e coinvolgono politiche che oltrepassano i confini nazionali e anche europei».

«In questo momento di difficoltà produttiva dello stabilimento piombinese – ha detto l’assessore al lavoro e formazione della Provincia di Livorno Ringo Anselmi – la Provincia, insieme al Comune e alla Regione, porrà particolare attenzione al monitoraggio costante della situazione sia per la stabilità del dato occupazionale, sia per quello che riguarda i necessari investimenti. A tal fine è quanto mai necessario un lavoro unitario che deve vedere impegnati istituzioni, organizzazioni sindacali e forze politiche».

Gli fa eco Luca Pallini, assessore alle attività produttive del Comune di Piombino. «Condivido – afferma – il percorso prospettato da Regione e Provincia per affrontare l’attuale momento di difficoltà dell’industria, che si riflette anche su altre attività economiche della città».

___________________________________________

PROROGATO IL CONCORSO FOTOGRAFICO DI EMERGENCY

Prorogata al 31 ottobre la scadenza del concorso fotografico promosso da Emergency piombino/val di cornia “persone di qui venute da altrove”. L’iniziativa, promossa in collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Piombino e il Centro Giovani “Giò”, ha lo scopo di promuovere una cultura dell’accoglienza e dell’integrazione.

Le fotografie possono essere scattate in qualsiasi luogo del territorio e dovranno rappresentare frammenti di vita quotidiana dei migranti (e con i migranti) che vivono, lavorano e studiano in Val di Cornia. Le immagini racconteranno, attraverso la sensibilità del fotografo, una nuova identità multiculturale che emerge anche nel nostro territorio. Un’identità attraversata da possibili processi di integrazione, oppure di emarginazione, da una cultura dell’accoglienza, oppure dalla difficile accettazione del diverso.

Attraverso le immagini fotografiche intendiamo dare testimonianza, visibilità e riconoscimento di questa nuova realtà sociale multiculturale.

L’iniziativa è rivolta a tutti i cittadini residenti e non del territorio locale, senza limiti di età e nazionalità. Sono esclusi fotografi di professione.

Per maggiori informazioni consulta il bando su www.comune.piombino.li.it (sezione news – comunicati stampa).

____________________________

PIOMBINO: CONGRESSUALE DEL CIRCOLO SEL “CENTO PASSI”

Lunedi’ 4 ottobre alle ore 21 Presentazione del manifesto fondativo di SEL con la nomina del coordinamento del circolo. Elezione del delegato/a al Congresso nazionale e regionale. Sarà presente la segreteria regionale e Andrea Ghilarducci portavoce provinciale.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 4.10.2010. Registrato sotto cronaca, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    41 mesi, 0 giorni, 15 ore, 53 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it