GIOVANI DI PIOMBINO AL CAMPUS DELLA REGIONE TOSCANA SULL’ACCESSIBILITA’

filigraneNei giorni scorsi, a Massa Marittima, si è tenuto un campus sul tema dell’accessibilità degli spazi denominato “Password”, organizzato dalla Regione Toscana e aperto a trenta giovani toscani. Una tre giorni impegnativa che ha rappresentato un momento di riflessione sul senso comune di intendere gli spazi urbani, cercando di porre l’attenzione su come sia possibile modificarli per renderli accessibili a tutti, migliorando la qualità dei servizi e incrementando il benessere di tutta la comunità.

L’iniziativa, che rientra in un progetto più ampio della Regione Toscana denominato “Filigrane”, è stata promossa dall’assessorato alle politiche giovanili in collaborazione con le Scuole Medie Superiori IPC” Ceccherelli” e IPSIA “A. Volta”. L’obiettivo di Filigrane è quello di affermare e diffondere una cultura della cittadinanza (giovanile) responsabile, creando “connessioni di comunità” che consentano ai giovani di conoscersi e farsi conoscere.

I partecipanti al campus, oltre a confrontarsi sul tema dell’accessibilità, aiutati da esperti  come Fanny di Cara (architetto da tempo impegnato nello studio dell’abbattimento delle barriere architettoniche), hanno sperimentato condizioni legate a differenti abilità e alla privazione di alcuni sensi di cui disponiamo. Una serata è stata, infatti, dedicata alla “cena senza senso”, una vera e propria cena al buio, dove cuochi e camerieri non vedenti hanno fatto da “guide” a tutti gli altri partecipanti, i quali hanno cenato in totale assenza di luce.

Altra importante esperienza è stata l’organizzazione di tre percorsi tra Massa Marittima e Follonica dove i ragazzi hanno potuto verificare la non accessibilità di spazi pubblici a causa sia delle barriere architettoniche, sia  della mancanza di attenzione da parte dei cittadini. Bendandosi e sedendosi su una sedia a rotelle, guidati dai propri compagni, i partecipanti hanno seguito un percorso in cui piccoli dislivelli, macchine parcheggiate di fronte alle rampe d’accesso, marciapiedi disconnessi, bagni dalle dimensioni ridotte, ecc…, hanno ben rappresentato gli ostacoli che i disabili, e non solo loro, devono affrontare ogni giorno.

Al campus hanno partecipato anche giovani piombinesi, Luigi Baccaro, Tommaso Cazzuola, Lorenzo Perini, Sandro Seggiani, Christian Esposito, Antony Marry; Eva Ferroni e Irene Marconi. Alla prima giornata erano presenti anche i ragazzi che prestano il servizio civile presso il Comune di Piombino. “La partecipazione di questi giovani piombinesi al campus – dice l’assessore ai giovani Massimo Giuliani – si caratterizza come segno di continuità di un lavoro che l’Amministrazione Comunale di Piombino ha già avviato sul territorio, con specifiche azioni di sensibilizzazione sull’acquisizione del senso civico”.

Il prossimo campus organizzato da Filigrane sarà sul tema del “Riuso”. Invitiamo i giovani interessati a partecipare, a rivolgersi all’Ufficio Giovani, c/o Centro Giovani “F. de André”, viale della Resistenza n. 4, tel. 0565/262500.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 30.4.2010. Registrato sotto Foto, Giovani e Sapere, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 25 giorni, 18 ore, 11 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it