CAMPIGLIA: LA GIUNTA PRESENTA IL BILANCIO PREVENTIVO 2010

 

veduta del Palazzo Comunale di Campiglia

veduta del Palazzo Comunale di Campiglia

“Siamo orgogliosi di aver chiuso un bilancio in una situazione di crisi così profonda riuscendo a rispettare anche il patto di stabilità. Purtroppo per mantenere intatti i servizi sociali siamo stati costretti a ridurre gli investimenti sul territorio”. Questo il concetto fondamentale che emerge dalla presentazione del bilancio preventivo 2010 dell’amministrazione di Campiglia. Tra gli obbiettivi che rientrano nel documento illustrato ieri ci sono: il mantenimento dei servizi fondamentali, l’attenzione per le politiche sociali e le misure anticrisi verso famiglie e imprese.

 

   Opere pubbliche ed urbanistica:  l’amministrazione conta di approvare ed adottare il regolamento urbanistico nel 2010. Per quanto riguarda le opere pubbliche è prevista la riqualificazione della Fonte di Sotto dei parchi e dei giardini. Saranno stanziati 360.000 euro per la manutenzione straordinaria degli edifici e per il loro ammodernamento, 395.000 per il terzo stralcio di Piazza Gallistru e 140.000 per i lavori al parcheggio del cimitero.

Energie Rinnovabili: verranno istallati impianti ad energia solare nelle scuole e nelle palestre con più utenti. Il Comune, inoltre, si impegna in un serio controllo delle attività estrattive e nella redazione di rapporti con scadenze prefissate.

 Politiche Sociali: sono previsti in bilancio 30.000 Euro di aiuti per gli affitti, un contributo all’Asl di 475.344 Euro per la gestione dei servizi sanitari, 3700 Euro per esenzioni ai ticket ed infine 8.000 Euro da consegnare alle varie associazioni operanti sul territorio. Ci sarà anche la consegna dei 12 alloggi Casalp.

 Politiche per l’infanzia, l’adolescenza e la famiglia: sono stati stanziati 178.000 Euro per il mantenimento delle ludoteche, dell’informagiovani e per i contributi ai testi scolastici. Per quanto riguarda gli interventi parziali, il comune si impegna a coprire l’80 per cento dei costi per gli asili nidi, il 28 per cento dei servizi mensa e l’89 per cento dei trasporti scolastici.

Attività produttive: ci sarà un impegno forte per la promozione dei centri commerciali naturali e del commercio in genere. Sarà molto importante anche il lavoro di promozione dei prodotti tipici attraverso la filiera corta.

 Misure anticrisi per le imprese: per le imprese medio-piccole ci sarà uno sconto del 20 per cento della Tia mentre per le medio-grandi è prevista la rateizzazione dell’ICI in 4 tranche. Per quanto riguarda le aziende dell’area P.I.P. sarà dilazionato in più fasi il pagamento degli oneri urbanistici.

 Iniziative culturali: tramite la Sefi, società per i servizi e per le fiere che ha sostituito la Cevalco, verranno mantenute le iniziative culturali degli anni precedenti, con in testa Apriti Borgo e saranno valorizzati il Palazzo Pretorio ed il Centro Civico Mannelli.

 Scuola: l’amministrazione stanzierà 25.000 per il POF (Piano offerta formativa) e si impegnerà nell’acquisto di altre lavagne multimediali.

 Informatizzazione: le delibere della Giunta e del Consiglio saranno pubblicate sul sito del comune. Inoltre sul web potranno essere effettuati pagamenti e ci sarà la possibilità di iscriversi gratuitamente alla newsletter. Resta anche la possibilità di partecipare alle gare d’appalto in via telematica. Per potenziare la copertura della rete verranno adottate tecnologie Wimax. Entro febbraio 2010, infine, verrà istituito il registro per il Testamento Biologico.

 Verrà riconfermato, per concludere, il contributo di 120.000 Euro alla società Parchi Val di Cornia.

 Terminata la presentazione, il Sindaco Soffritti ha ribadito la propria contrarietà alle politiche di tagli agli enti locali che sta adottando questo Governo. Viene condannata inoltre la “spada di Damocle” del patto di stabilità che, nonostante Campiglia sia stato riconosciuto come Comune virtuoso, blocca nelle casse dell’amministrazione circa 4 milioni di euro spendibili in investimenti per il futuro e per quei servizi sociali che potrebbero venire a mancare nei prossimi anni.

 Andrea Fabbri

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 29.1.2010. Registrato sotto cronaca, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 28 giorni, 3 ore, 31 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it