NOTIZIE DALLA VAL DI CORNIA DEL 25 GENNAIO 2010

MUSICA: AL VIA LE ISCRIZIONI AL TUSCANY FESTIVAL

Sono aperte le iscrizioni europee per partecipare all’8ª edizione del Tuscany International Festival, il Festival musicale internazionale per dar voce ai giovani artisti emergenti.

Possono partecipare tutti coloro che hanno già compiuto 16 anni alla data della prima serata delle selezioni del “Tuscany International Festival” edizione 2010, inviando la propria canzone contenente la registrazione completa del/i brano/i inedito/i proposto/i per il “Tuscany International Festival”. Al vincitore un contratto con una Società fonografica italiana per la realizzazione di 1 brano/singolo, e l’apertura di un concerto di un big della musica italiana, premio estendibile, a discrezione della Direzione Artistica, anche al secondo e terzo classificato.

Saranno inoltre assegnati anche i premi per “Miglior testo”,”Miglior arrangiamento”, “Miglior esecuzione” e “Honoris dalla giuria popolare”. Il regolamento completo per partecipare e per sapere dove e quando le selezioni in tutta Italia, www.festivalestivo.it
La finalissima si terrà a Piombino dal 9 all’11 luglio e vedrà la presenza di 32 finalisti e di moltissimi ospiti.


FERMIAMO I MERCANTILI NEL CANALE DI PIOMBINO

Riportiamo una lettera che fa osservare i rischi dell’eccessivo traffico dentro il canale tra Piombino e l’Elba.

«L’incredibile collisione tra il traghetto Oglasa e il cargo Ocean Drop nel Canale di Piombino è un incidente di una gravità inaudita, fortunatamente finito bene. Passeggeri e equipaggi sono stati dei miracolati.
Non mi stancherò mai di chiedere che le navi da carico, fra cui le petroliere, siano fatte passare con rotta a nord dell’Elba. Il Canale di Piombino è una tratta di mare troppo trafficata da ogni tipo di nave e molto pericolosa per la navigazione. È intersecato da un intenso via vai di navi traghetto, da enormi navi Ro/Ro che alzano onde che possono mettere a rischio la sicurezza di barche da diporto; è transitato da navi petroliere e chimichiere che trasportano migliaia di tonnellate di prodotti pericolosi.
Non oso pensare a che cosa sarebbe potuto accadere se il cargo Ocean Drop fosse stato una petroliera. Saremmo stati spettatori di un’altra tragedia del mare. Ma perchè nessuno si adopera affinchè siano scongiurati questi incidenti? Occorre limitare la possibilità di tragiche collisioni, di fuoriuscita di petrolio; occorre mettere in atto una possibile opera di prevenzione, e subito!

Con lo spostamento delle rotte di transito si coglierebbero almeno tre aspetti fondamentali di un problema acuto che da anni viene sollecitato ma che non viene portato a buon fine: la sicurezza della navigazione; la salvaguardia della vita umana in mare; la salvaguardia dell’ambiente nel parco nazionale dell’Arcipelago toscano in pieno Santuario dei cetecei.
Da queste problematiche nasce l’assoluta necessità della scelta di obbligare la rotta delle navi a nord dell’isola d’Elba. In un’area così delicata, affollata, vulnerabile è giocoforza indifferibile il ripensare ad una nuova politica dei trasporti che preveda dei correttivi alle attuali normative di navigazione. Stretto di Messina, Bocche di Bonifacio, Canale di Piombino, sono aree troppo sensibili, troppo delicate. Unica soluzione disporre rotte alternative e distanti dalle zone sensibili e/o ulteriori e stringenti regole di traffico per quelle aree così particolari».
Giuseppe Contrani (Piombino)


AL METROPOLITAN PEPPINO ENGLARO E IGNAZIO MARINO SU FEDE, ETICA E DIRITTI

Il 12 febbraio  alle ore 17.00 presso il teatro  Metropolitan, nuovo appuntamento  organizzato dal Circolo Val di Cornia di Libertà e Giustizia sul tema “Liberi di scegliere in uno stato laico”. L’incontro vedrà la presenza di Beppino Englaro e Ignazio Marino, con la partecipazione della presidente nazionale di Legalità e Giustizia, Sandra Bonsanti.

Nell’occasione saranno presentati i libri: “La vita senza limiti”, scritto da Englaro assieme alla giornalista Adriana Pannitteri e pubblicato da Rizzoli, e “Nelle tue mani. Medicina, fede, etica e diritti”, di Marino, edito da Einaudi. La circostanza sarà utile per «Rilanciare il tema del testamento biologico» come spiega Dario Cambi, coordinatore della sezione Val di Cornia di Libertà e Giustizia. L’iniziativa sarà ripresentata in seguito, alle ore 21,30, al teatro Verdi di San Vincenzo.(f.l.)


MA QUANTO PESA LA VAL DI CORNIA NELLO SCACCHIERE TIRRENICO?

Lista civica e Udc chiedono iniziative forti per gli Eurostar a Campiglia, chiaro indicatore del peso dei 120.000 abitanti del nostro territorio nello scacchiere nazionale.

Continuano le polemiche sulle fermate dell’Eurostar Roma-Genova a Cecina, voluta dal ministro Altero Matteoli e Follonica. «Ci sono troppe situazioni che confermano che la Val di Cornia è subalterna a Cecina e Piombino – dice il segretrio Udc Luigi Coppola – la sanità, il decentramento degli uffici della Camera di commercio, territorio e altre ipotesi che vedrebbero ulteriori servizi andarsene verso nord. E a questa s’aggiunge il fatto che dal 1º febbraio l’ Eurostar City Roma-Genova che non ferma a Campiglia. La Val di Cornia e l’Isola d’Elba vengono tagliate fuori». L’Udc avvierà un confronto con tutte le istituzioni per sollevare e cercare di risolvere il problema della sospensione della fermata di Campiglia.

Tornaconto elettorale del ministro Matteoli, la fermata a Cecina dell’Eurostar. È l’affondo della lista Comune dei cittadini. «Trenitalia aveva motivato la soppressione degli Eurostar a Campiglia per favorire l’alta velocità – dicono – poi scopriamo che alcune fermate sono state trasferite a Follonica durante l’inverno e che ora saranno addirittura ripristinate a Cecina, città del ministro dei trasporti. I cittadini, nelle assemblee, non hanno chiesto il clientelismo: hanno rivendicato una programmazione seria delle fermate tra Livorno e Grosseto, senza municipalismi e valutando esclusivamente le necessità dei bacini d’utenza. Questo dovrebbero rivendicare l’onorevole Velo, con i sindaci della Val di Cornia e dell’Isola d’Elba: serietà nella programmazione, lanciando la sfida al governo e a Trenitalia delle decisioni trasparenti e motivate solo dai dei bisogni documentati dei territori».

PIOMBINO: SI CHIUDONO IL 29 GENNAIO LE RICHIESTE PER L’ACCESSO ALLA ZTL

Entro il 29 gennaio i residenti e gli autorizzati dovranno richiedere al comando di polizia municipale il permesso per accedere alla Ztl nel centro storico. I permessi vengono rilasciati dalla segreteria del comando tutti i giorni, escluso il sabato, dalle 10 alle 12.

Per i permessi di carico e scarico merci e posti barca sarà necessario presentare la vecchia autorizzazione e i vecchi cartoncini con marca da bollo. Per i residenti, la marca da bollo è obbligatoria solo in caso di rilascio dell’autorizzazione, mentre per il semplice rinnovo è sufficiente presentare la vecchia autorizzazione e il cartoncino.

Attualmente le autorizzazioni rilasciate nella Ztl del centro storico sono di cinque tipi: di colore verde, contrassegnati dalla lettera R per i residenti. In questo caso, per ogni nucleo familiare possono essere rilasciate fino a due autorizzazioni. Permessi di colore giallo con lettera C per le operazioni di carico e scarico merci dalle 6 alle 10 e dalle 14 alle 17. Di colore rosso, con lettera S per coloro che effettuano manutenzione e assistenza tecnica senza limitazioni d’orario. Di colore celeste, con lettera B per i possessori di posti barca del Consorzio di gestione nautica-Marina di Piombino e del Centro velico. A questi si aggiungono inoltre permessi temporanei per esigenze comprovate, che possono valere fino a un massimo di due giorni, dietro pagamento di un euro per i non residenti e per gli operatori esterni, gratuiti per i residenti.
La Ztl, entrata in vigore a fine 2007 e rivista dall’amministrazione comunale nell’aprile 2008, prevede una regolamentazione del passaggio di auto sulla base di diverse fasce orarie.
Nel periodo invernale possono transitare tutti i veicoli secondo le seguenti modalità: a senso unico da viale del Popolo a piazza Manzoni i non residenti; doppio senso di circolazione i residenti e gli autorizzati. La sosta, invece, rimane interdetta ai non residenti e ai non autorizzati per tutto l’anno.


SAN VINCENZO: BENVENUTI RESPONSABILE DELL’UDC

Il coordinamento UDC Elba-Val di Cornia ha nominato il Dott. Silvano Benvenuti responsabile del partito per il Comune di San Vincenzo. Inoltre per specifiche competenze professionali e sindacali, in qualità di Consigliere nazionale dell’UGL, si occuperà delle politiche del lavoro per l’UDC della Val di Cornia.

«Ricordiamo l’impegno personale di Silvano Benvenuti nella vicenda del rigassificatore di Rosignano che lo ha visto protagonista con il sindacato dell’ex Segretario Nazionale Renata Polverini. Da tutto il partito UDC un augurio di un proficuo lavoro».

TUTELA DEL TERRITORIO: UN NUOVO DOCUMENTARIO DI SAVERIO TOMMASI

Saverio Tommasi, nella sua duplice veste di attore  e  documentarista, trascorrerà otto giorni viaggiando per la Toscana, ospite di una serie di associazioni , comitati e tecnici impegnati nella difesa del territorio, con la volontà, telecamera alla mano, di raccogliere storie, testimonianze, immagini di una terra che, da madre, si è trasformata in figlia da proteggere.

Otto giorni dal 25 gennaio al 2 febbraio per riprendere strade, città, paesi grandi e piccoli, volti, storie, vizi e virtù, per raccontare il territorio toscano con un viaggio che si snoderà attraverso sei appuntamenti, dall’Amiata alla Val di Farma, da Firenze alla Val di Sieve, da Capannori alla Val di Cornia.
Qui Tommasi e la sua troupe saranno ospiti del Comitato per Campiglia, scelto grazie alla sua densa attività per la difesa del territorio e del paesaggio. Sono previsti incontri ed interviste con tecnici, esperti, amministratori, ma soprattutto con cittadini comuni. Il tutto sotto l’occhio della telecamera.
Dal progetto complessivo nasceranno uno spettacolo teatrale-ambientale e un documentario  per testimoniare dove sta andando il territorio.
Le emergenze su cui si concentrerà la puntata della Val di Cornia saranno il consumo di suolo in zone di pregio paesaggistico, archeologico e agricolo e distruzione di manufatti legati alla storia della comunità.

LIVORNO: SI DISCUTE DI BONIFICHE E INFRASTRUTTURE CON MATTEOLI

Lunedì 25 gennaio a partire dalle ore 10.00 presso l’Auditorium dell’Interporto di Livorno gli assessori regionali ai trasporti ed infrastrutture, Riccardo Conti, ed all’ambiente, Annarita Bramerini, saranno i protagonisti della tavola rotonda in cui si discuterà della “gestione delle bonifiche e delle prospettive di sviluppo infrastrutturale della Toscana”, insieme al Ministro delle infrastrutture e trasporti, Altero Matteoli.

La mattinata di lavori sarà incentrata sull’analisi della gestione delle bonifiche in Italia con criticità e  proposte da parte di Aldo Fumagalli Romario, Presidente della Commissione Sviluppo Sostenibile di Confindustria, ed un focus sulle bonifiche dei SIN (siti di interesse nazionale) in Toscana a cura di Marco Lupo, della direzione Generale Ministero dell’Ambiente. Le conclusioni dei lavori sono affidate ad Antonella Mansi, pre sidente di Confindustria Toscana.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 25.1.2010. Registrato sotto cronaca, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    17 mesi, 14 giorni, 5 ore, 0 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it