NOTIZIE DALLA VAL DI CORNIA DEL 15 GENNAIO 2010

PIOMBINO: FURTO AGLI ASILI  DI VIA MEDAGLIE D’ORO


La scorsa notte furto negli asili di Via Medaglie d’Oro a Piombino. Rubati soldi, una macchina fotografica e una telecamera e qualche danno alle strutture.
Continuano i micro furti nella zona  e la notte scorsa, è toccato all’asilo nido Panda, la materna Rodari e il Centro giochi educativi. Uno accanto all’altro a San Rocco.


All’asilo Il Panda la porta antisfondamento era stata spaccata con un morsetto di ferro, di quelli che servono a bloccare le impalcature in tubi Innocenti, raccolto lì accanto in un residuo di cantiere. Stesso sistema per entrare alla materna Rodari mentre per introdursi nel Centro giochi educativi, i ladri si sono serviti di un estintore prelevato da una delle due scuole visitate in precedenza.  Nell’ufficio del Centro, affidato in gestione alla Cooperativa Cuore, sono stati rubati 360 euro, un cellulare, una macchina fotografica, una telecamera e una sessantina di euro del fondo accantonato dalle dipendenti per il caffè e altre piccole spese comuni. Oltre alla porta, sono stati danneggiati un computer, il sistema antincedio e l’allarme.

Problemi pure alla Rodari dove gli armadietti sono stati forzati ed è stata spaccata la macchina del caffè. Bottino, un centinaio di euro anche stavolta, messi da parte dalle operatrici.
Dopo i recenti atti vandalici anche al Centro Giovani, che dista poche centinaia di metri dagli asili, anche quelli per fare furtarelli, forse la mano del ladro è la stessa .
__________________________
EMERGENCY RACCOGLIE FONDI PER IL SUO CENTRO SANITARIO


PIOMBINO. Nell’aprile 2006 Emergency ha aperto a Palermo un poliambulatorio in cui è garantita assistenza sanitaria gratuita ai migranti, con o senza permesso di soggiorno, e alle persone residenti in stato di bosogno. La struttura, che occupa in larghissima parte personale medico e ausiliario che opera a titolo completamente gratuito, svolge un’attività intensa. Ma ha bisogno di aiuti economici. E la Toscana è invitata a fornirli in particolare per coprire i costi di gestione di un anno di attività dell’ambulatorio ginecologico.

Per questo, oggi alle 18 alle libreria Coop di via Gori, i volontari piombinesi di Emergency costruiranno un’occasione di sensibilizzazione e approfondimento sul poliambulatorio palermitano. Lo strumento è quello dell’intervista pubblica alla coordinatrice della struttura, Francesca Mercadante che risponderà alle domande della giornalista del Tirreno, Valeria Parrini. Sarà l’occasione per saperne di più e per contribuire alla raccolta fondi. Dodici mesi di attività dell’ambulatorio di ginecologia, significano 30 mila euro di costi.

E questa è la cifra che i gruppi territoriali di Emergency sono impegnati a ricavare con manifestazioni come quella di oggi pomeriggio.
Fino al settembre scorso il poliambulatorio, il primo realizzato in Italia dall’associazione fondata da Gino Strada, ha erogato 25 mila prestazioni di medicina generale e specialistiche.
______________________________________________
LA VITA DI WALTER TOBAGI RACCONTATA DALLA FIGLIA


Venerdì 15 gennaio alle ore 16 Benedetta Tobagi sarà al Centro Giovani di Piombino, invitata dall’amministrazione comunale, per presentare il suo libro “Come mi batte forte il tuo cuore. Storia di mio padre”, edito da Einaudi. Ospite dell’iniziativa anche Bruno Manfellotto, giornalista e direttore editoriale dei quotidiani locali Gruppo Espresso.

Walter Tobagi è morto a Milano il 28 maggio 1980, assassinato sotto casa da una semisconosciuta formazione terroristica. Era una delle firme più prestigiose del Corriere della Sera. Quando è morto aveva trentatre anni, il figlio Luca sette, Benedetta tre. Oggi Benedetta vuole capire. Con forza, con delicatezza, ricostruisce la figura pubblica e privata del padre in un racconto che intreccia spietate vibrazioni intime ad analisi storiche lucide.
Per fare questo, Benedetta ha scavato fra le carte professionali come fra quelle intime. Ha riletto i suoi libri, gli articoli di giornale, le pagine di diario, gli appunti in cui il Tobagi storico riflette sulla situazione politica e le lettere sentimentali dove, giovane studente, cerca di affascinare una ragazza misteriosa. Ha ascoltato i ricordi di chi lo ha conosciuto: i familiari, gli amici, i politici, i colleghi del Corriere, la gente che lo ha incontrato solo di passaggio e i molti personaggi che hanno incrociato la sua storia. Ha letto e studiato gli atti processuali, con rabbia, amarezza e tanta voglia di capire un periodo complesso come gli anni Settanta; ancor più difficile da comprendere per chi in quegli anni nasceva. E lo ha analizzato con rigore, cercando il distacco dello storico.
Il racconto possiede una forza narrativa che fa parlare i vuoti, una voce solida e vibrante che scandaglia i confini tra zone di luce e zone d’ombra, alla ricerca di una verità che sembra sempre sfuggire dalle mani.
_____________________________________

SAN VINCENZO: FINE SETTIMANA AL VERDI CON TEATRO E MUSICA

Il palco del Cinema Teatro Verdi torna a fare da scenario per la prima volta, dopo molti anni, ad una rappresentazione teatrale.

Venerdì 15 gennaio alle ore 21.15, infatti, Gianluca Orlandini porterà in scena, accompagnato dal sax soprano di Naima Cantini, lo spettacolo  “Signor Malaussène a teatro” opera dello scrittore francese Daniel Pennac.
Pennac già autore di libri per ragazzi, nel 1985 comincia una serie di romanzi che girano attorno a Benjamin Malaussène, capro espiatorio di “professione”, alla sua inverosimile e multietnica tribù, composta di fratellastri, sorelle veggenti, madre sempre innamorata e incinta, e a un quartiere di Parigi, Belleville.

La rappresentazione teatrale, secondo appuntamento in calendario della rassegna “Racconti e teatro. Dal libro alla scena”, è un monologo stravagante, ricco di rapidi cambi di registro tipici dell’autore francese, e racconta la storia di Benjamin che parlando al Signor Malaussène, suo figlio in procinto di nascere, gli presenta tutta la colorata tribù familiare che lo accoglierà.

Sabato 16 gennaio, sempre alle 21.15, sarà la volta dello spettacolo “Integriamoci cantando” a cura de “I ragazzi dell’Arcobaleno” dell’associazione La Provvidenza accompagnati sulla scena dalle voci degli allievi del corso di canto moderno dell’associazione Woodstock di Piombino.

Domenica 17 gennaio alle ore 16.00 invece si esibirà in concerto la “Banda Filarmonica Verdi”.

Per assistere agli spettacoli e al concerto è necessario effettuare la prenotazione tre giorni prima della data prevista recandosi presso la biblioteca comunale oppure telefonando ai numeri 0565/707273 o 0565/707265 o inviando una mail all’indirizzo biblioteca@comune.sanvincenzo.li.it

__________________________________

IL 18 E 19 GENNAIO NON GARANTITI GLI ORARI DEGLI SPORTELLI ASA

Il Gruppo ASA (ASA SpA e ASATrade SpA) informa che lunedì 18 gennaio 2010 il servizio commerciale di call center per tutto ATO5 non sarà garantito dalle ore 14:00 alle 16:00 per assemblea sindacale.

Martedì 19 gennaio 2010, sempre per assemblea sindacale, lo sportello a contatto diretto col pubblico di Rosignano Solvay osserverà l’orario 8:30–10:30 anziché 8:30–12:00.

Le attività del call center e dello sportello della zona anzidetta riprenderanno regolarmente, secondo i consueti orari, da martedì 19 gennaio (per il call center) e da giovedì 21 gennaio (per lo sportello di Rosignano Solvay, che segue l’alternanza di apertura con l’ufficio di Cecina).

___________________________________________

NON SI COSTRINGE ALLA CHIUSURA UN’AZIENDA CHE PRODUCE.

Riportiamo il commento della lista Comune dei Cittadini all’annunciato rischio di chiusura della A&B Frames a causa, non della mancata capacita commerciale ma per liquidità bancaria.

«Le minacce alla A&B Frames di Venturina -inizia comune dei Cittadini – non sembrano venire dal mercato ma dalla crisi di liquidità dell’azienda. Non conosciamo le ragioni della crisi finanziaria della Soc. A&B,  ma nel pieno di una crisi che vede le nostre aziende in difficoltà nel collocare le produzioni sui mercati, appare del tutto inconcepibile costringere alla chiusura un’azienda che sta incrementando fatturato e utili.

Se ciò dovesse accadere enormi sarebbero le responsabilità del sistema bancario, segnatamente del Gruppo Intesa,  e degli organi di governo che non hanno approntato misure adeguate per evitare la distruzione di posti di lavoro e di capacità produttiva.
Dalle informazioni fornite dall’advisor, quello che occorre alla Soc. A&B non è il salvataggio di un’azienda decotta, ma provvedimenti transitori di natura finanziaria per continuare a produrre beni e profitti, garantendo l’occupazione ai 65 lavoratori. Si apprende che l’urgenza finanziaria per pagare gli stipendi dei lavoratori,  che da mesi lavorano senza remunerazione,  sarebbe di 200.000 euro. Se così fosse saremmo davanti ad un paese senza timone e senza morale perché 200.000 euro rappresentano meno della metà dello stipendio mensile di uno solo dei manager delle banche che negano il credito.
Nell’auspicare che la crisi della Soc. A&B sia risolta rapidamente, Comune dei Cittadini dichiara la propria disponibilità a sostenere tutte le azioni istituzionali, sindacali e politiche, per intervenire sui livelli che possono decidere sul destino di questa azienda».

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 15.1.2010. Registrato sotto cronaca, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    9 mesi, 9 giorni, 11 ore, 31 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it