PIOMBINO: DIBATTITO PUBBLICO CON MARCO DI LELLO

Marco di Lello

Marco di Lello

Marco di Lello

Si è tenuto sabato 12 settembre, in Piazza Verdi, l’incontro organizzato dal gruppo locale di Sinistra e Libertà con Marco di Lello, membro della segreteria nazionale del partito socialista. Intervistato dal segretario piombinese del partito, Stefano Ferrini, Di Lello ha dato una prova di grande partecipazione e di passione politica che ha coinvolto tutto il pubblico presente. Di seguito i temi e le problematiche trattate.

La discussione si apre con la questione della crisi economica globale e con la riflessione sui provvedimenti adottati dal governo di centro-destra per affrontarla. “L’Italia ha subito la crisi senza nessun intervento, fatto che dimostra l’incapacità del nostro esecutivo di prendere decisioni serie ed in linea con il resto dei Paesi Europei” esordisce Di Lello che non risparmia le critiche anche per l’ inconsistenza dell’opposizione del Partito Democratico e per la mancanza di proposte concrete da parte dell’Italia dei Valori. “E’ sempre più necessaria la presenza di uno schieramento alternativo di sinistra che sia propositivo e riformista” la conclusione del segretario.

Seconda problematica toccata è stata quella della condizione dei precari di fronte alla crisi e dell’applicazione sbagliata del concetto di flessibilità lavorativa. “Le proposte concrete di Sinistra e Libertà vanno nell’ottica di coniugare sicurezza sociale e flessibilità nel lavoro” afferma con forza Di Lello, “ deve essere una precisa responsabilità del governo non rendere definitiva la condizione dei precari”. Forti anche le critiche verso la gestione dell’istruzione pubblica da parte dell’attuale maggioranza. I tagli alla scuola “di tutti” rappresentano una delle più grandi ingiustizie sociali prodotte dalla riforma Gelmini. Il rischio è quello di allargare a dismisura la forbice tra chi ha i mezzi per garantirsi una istruzione privata e la maggior parte delle famiglie che non possono permetterselo.

Ferrini prosegue nell’intervista chiedendo a Di Lello la sua opinione riguardo ai temi della laicità dello Stato e della bioetica che stanno creando tanti problemi all’interno dello schieramento di governo. Il segretario ribadisce la paradossalità di una situazione in cui per parlare di certi argomenti sia necessario aspettare gli interventi di un Presidente della Camera con un curriculum politico non certo “di sinistra”. “Il problema più grande è l’atteggiamento del PD che pur di non prendere una decisione si chiude nel silenzio consegnando la laicità dello Stato nelle mani della Chiesa.”

Il dibattito si conclude con le riflessioni sui temi dell’ambiente e della sostenibilità delle emissioni di gas nocivi in cui, per Di Lello, l’Italia è ancora molto indietro rispetto agli altri Paesi del Mondo. Argomenti a sostegno di questa tesi sono stati la ben nota questione dei rifiuti di Napoli e il mancato rispetto degli accordi del protocollo di Kyoto che hanno portato il nostro Paese a subire una sanzione di due miliardi di Euro dagli organismi internazionali. “Non si può consumare più di quello che si produce ed è necessario puntare con volontà sulle energie e sulle fonti rinnovabili” l’ultimo spunto suggerito dal rappresentante di Sinistra e Libertà.

Andrea Fabbri

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 20.9.2009. Registrato sotto Foto, politica, ultime_notizie. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 26 giorni, 16 ore, 55 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it