PIOMBINO: NOMINATE LE COMMISSIONI CONSILIARI

Definitiva la composizione delle commissioni consiliari, le cui presidenze saranno poi assegnate all’interno di ciascuna commissione. Segue un commento di Giampiero Amerini de il “Polo di Centro Destra”.

Vediamo insieme le commissioni:

1 – Commissione affari generali, personale, polizia urbana:
Cinzia Cioncoloni, Piero Mannelli, Giovanni Bonti e Massimiliano Spagnesi del Pd; Paolo Meucci, Federico Pazzaglia e Giovanni Sironi del Pdl; Torrino Checcoli di Rifondazione.

2 – Commissione bilancio, finanze, aziende a partecipazione comunale:

Roberto Niccolini, Rinaldo Barsotti, Corrado Lenzi e Ettore Rosalba del Pd; Marco Mosci dell’Idv; Alessandro Fulcheris e Paolo Bianchi del Pdl; Giampiero Amerini del Polo Centro Destra.

3 – Commissione pubblica istruzione, cultura, politiche sociali:
Luca Carrara, Maria Grazia Braschi, Giovanni Basso, Ginevra Paini, Angelo Trotta del Pd; Alessandro Fulcheris e Paolo Meucci del Pdl; Luigi Coppola dell’Udc.

4 – Commissione ambiente, urbanistica, lavori pubblici, viabilità, attività produttive:
Lara Landi, Valerio Fabiani, Giorgio Molendi del Pd; Sergio Filacanapa dell’Idv; Federico Mambrini di Sinistra e libertà; Federico Pazzaglia del Pdl; Giampiero Amerini del Polo Centro Destra; Torrino Checcoli del Prc.

«Non c’è stato nessun accordo fra la maggioranza che governa Piombino e le opposizioni – commenta Giampiero Amerini de il “Polo di Centro Destra” e non ci sono state concessioni alle forze d’opposizione da parte della maggioranza. C’è stata, piuttosto, una chiusura netta alle richieste di alcune modifiche alla composizione delle commissioni, per permettere ai gruppi minori di essere presenti nelle più importanti, in particolare nella Seconda (bilancio, partecipate ecc.).

Una richiesta che, senza modificare il numero dei posti stabiliti dallo statuto, riproponeva quanto già attuato nelle passate legislature, dove era garantita la presenza di tutte le forze politiche nella II e nella IV commissione. Una chiusura che dimostra in modo evidente l’arroganza di chi può contare sui numeri. Tutti i consiglieri dovrebbero avere gli stessi diritti, in quanto, singolarmente, ognuno ha lo stesso peso e rappresenta lo stesso numero di cittadini. Questo a quanto pare non interessa ai gruppi maggiori che, forti dei numeri, si sono appropriati anche di quello che in proporzione spettava agli altri.

L’accordo, in effetti, c’è stato: un accordo per la ripartizione delle poltrone (poltroncine quelle “elemosinate” alla minoranza) fra il Partito Democratico e il PDL. In base a questo accordo il PDL ha preso la Vicepresidenza del consiglio, la presidenza di almeno una commissione (la Seconda? …), i rappresentanti nella commissione elettorale e il rappresentante nel Circondario … per il momento. Tutto questo in barba alla democrazia: a quella democrazia che, a parole, è alla base di ogni loro azione. Il Polo di Centro Destra, insieme all’UDC e a Rifondazione, è rimasto fuori da quell’accordo.

«Per quanto mi riguarda preferisco stare all’opposizione, per controllare, e ostacolare con ogni mezzo, tutto ciò che contrasta con le linee programmatiche presentate agli elettori. Del resto, solo chi non accetta compromessi può fare una vera e seria opposizione».

Giampiero Amerini

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 31.7.2009. Registrato sotto politica. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 20 giorni, 19 ore, 48 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it