NOTIZIE DALLA VAL DI CORNIA DEL 6 LUGLIO 2009

Vediamo insieme le notizie di oggi dalla Val di Cornia.


LUTTO CITTADINO PER LE VITTIME DI VIAREGGIO

PIOMBINO – In occasione dei funerali per le vittime dell’incidente ferroviario di Viareggio, il sindaco ha proclamato una giornata di lutto cittadino, invitando gli esercizi commerciali, turistici e i servizi ad astenersi per 15 minuti dalle attività dalle ore 11 alle ore 11,15.

Sul palazzo comunale le bandiere saranno listate a lutto in segno di vicinanza e di partecipazione al dolore nei confronti delle vittime di questa tragedia.


IL VINO AI TEMPI DEGLI ETRUSCHI E DEI ROMANI

Piombino – Prosegue la rassegna “Le Notti dell’Archeologia” al Rivellino, con un incontro dedicato agli antichi vitigni utilitizzati dagli Etruschi e dai Romani.

Martedì 7 luglio alle 21,30, Andrea Ciacci e Alice Del Re, ricercatori dell’università di Siena, presenteranno la ricerca “Archeologia della produzione e dei sapori: i nuovi percorsi di ricerca in Etruria”. Il consumo di vino nell’Italia antica è argomento ancora poco indagato sotto il profilo vegetale. Il recupero e la valorizzazione dei vitigni autoctoni, in una prospettiva storica, rappresenta invece un argomento di grande attualità, anche per la crescente sensibilità nei confronti della biodiversità e la tutela delle specie vegetali a rischio. Durante la conferenza saranno esposti anche i vini del promontorio prodotti con gli stessi vitigni, sangiovese, utilizzati nell’antichità.

Le Notti dell’archeologia è una rassegna promossa dalla Regione Toscana e organizzata in collaborazione da Parchi Val di Cornia, Comune di Piombino e Associazione Archeologica Piombinese. L’ iniziativa è a ingresso libero.
Per informazioni telefonare allo 0565226445.


PIOMBINO, COSTA URBANA, AL VIA UNO STUDIO SULLA FRANOSITÀ

Era stato annunciato dal sindaco subito dopo la frana di piazza Manzoni dello scorso novembre e adesso, dopo il completamento dei lavori di messa in sicurezza della ripa di Cittadella, il primo atto della nuova giunta è stato quello di deliberare l’affidamento di un incarico per la redazione di uno studio della franosità di tutta la costa urbana e per la redazione del progetto preliminare della sistemazione di piazza Manzoni.

Uno strumento preliminare, quindi, che consentirà di chiarire le cause che hanno portato alla frana di Cittadella, verificare l’attuale stabilità della falesia, individuare le situazioni più a rischio e le priorità d’intervento su tutta la costa urbana, dal Semaforo a Salivoli-Calamoresca, definire le tipologie di intervento più idonee. Si tratta quindi un’analisi necessaria e preliminare per definire quali saranno gli interventi futuri sulla costa.

Nei prossimi giorni il responsabile del procedimento, l’ingegner Claudio Santi, provvederà ad affidare direttamente l’incarico a una persona con competenze e professionalità di tipo geologico per la valutazione dei movimenti, e geotecnico per la sistemazione delle scarpate. Il costo complessivo per il completamento dello studio è di 70mila euro. I tempi previsti per la conclusione di questo approfondimento, necessariamente complesso per le diverse implicazioni previste, potrebbe essere di alcuni mesi, variabili sulla base delle eventuali difficoltà tecniche che potrebbero emergere nel corso del lavoro.


SPRANGER: NUOVA GESTIONE DELLA MATERNA SAN FRANCESCO

Dal 30 giugno le suore dell’asilo Spranger non ci saranno più, ma il servizio educativo riaprirà il 1° settembre 2009 nella stessa struttura storica, sotto un’altra gestione, assicurando continuità al vecchio asilo inaugurato nel 1935 dalla Magona d’Italia.

Il Vescovo, Mons. Santucci e il parroco Don Castelli della parrocchia Sacro Cuore hanno deciso di non far “morire” un’istituzione come lo Spranger, un pezzo di storia della nostra città, che ha visto in tutti questi anni migliaia di bambini fare i primi passi nella vita sociale di Piombino.

L’assessore all’istruzione Anna Tempestini dichiara la propria soddisfazione per il mantenimento di una sezione di scuola materna privata paritaria nel centro della città, che si affianca al servizio pubblico e rappresenta un ulteriore contributo all’offerta formativa della città.
Le iscrizioni per l’anno 2009/2010 sono già aperte e possono essere richieste presso la segreteria della scuola materna San Francesco, al numero 0565 221852.

L’asilo aprirà il 1° di settembre 2009 e chiuderà il 30 di giugno 2010. L’orario della scuola è dalle ore 8.00 alle ore 15.45 con la possibilità di 2 orari intermedi di uscita: alle 12 e alle 13.30.
Per valorizzare la memoria di questa istituzione e la storia sociale e culturale della città, inoltre, il materiale archivistico dello Spranger, dall’anno della sua istituzione, è stato donato all’archivio storico comunale, per intervento di Maria Grazia Braschi che sta svolgendo una ricerca storica, di prossima pubblicazione, sulla scuola a Piombino dall’Unità d’Italia a oggi.


PIOMBINO: IN SCENA LA BOHEME DI PUCCINI

Appuntamento con la lirica mercoledì 8 luglio alle 21,15 con La Bohème di Puccini che sarà allestita nella cornice della piazza di Cittadella e del museo archeologico. Un appuntamento nuovo nell’ambito dell’estate piombinese, dedicato agli appassionati del bel canto, i quali potranno godere anche della presenza di un ospite illustre, il famoso tenore Renato Cioni.

L’opera, in quattro quadri, allestita secondo la regia e il progetto scenico di Davide Olivoni, vede in scena la Compagnia lirica Mondo d’Arte. Fra gli interpreti Demetra Fogazza nel ruolo di Mimì, Davide Olivoni che interpreta il personaggio di Rodolfo, Paolo Morelli nel ruolo di Marcello e Valentina Piovano in Musetta. Al pianoforte Giorgio Maroni.

La Bohème è un’opera lirica ispirata al romanzo di Henri Murger Scènes de la vie de Bohème. Il libretto, di Giuseppe Giacosa e Luigi Illica, ebbe una gestazione abbastanza laboriosa, per la difficoltà di adattare le situazioni e i personaggi del testo originario ai rigidi schemi e all’intelaiatura di un’opera musicale. L’orchestrazione della partitura procedette invece speditamente e fu completata nel 1895. Meno di due mesi dopo, il 1º febbraio 1896, La Bohème fu rappresentata per la prima volta al Teatro Regio di Torino, diretta dal ventinovenne maestro Arturo Toscanini, con buon successo di pubblico.

L’esistenza gaia e spensierata di un gruppo di giovani artisti costituisce lo sfondo dei diversi episodi in cui si snoda la vicenda dell’opera, ambientata nella Parigi del 1830.
Lo spettacolo è ad ingresso gratuito.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 6.7.2009. Registrato sotto cronaca. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 25 giorni, 5 ore, 34 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it