LA RETE DI ASOR ROSA A CAMPIGLIA MARITTIMA

Il prossimo 27 e 28 giugno Campiglia Marittima sarà al centro di una iniziativa di rilievo nazionale sul paesaggio e la difesa del territorio. Dopo Salvatore Settis e Vezio De Lucia, intervenuti il mese scorso a Venturina, anche Alberto Asor Rosa sarà in Val di Cornia per lanciare l’allarme sui rischi che sta correndo il territorio.

A Villa Lanzi, nell’ambito del Parco archeominerario di San Silvestro si terrà infatti l’assemblea generale della RETE DEI COMITATI PER LA DIFESA DEL TERRITORIO, nata per coordinare le realtà territoriali che si battono “per garantire la bellezza dei nostri paesaggi e la biodiversità, per tutelare la ricchezza dei territori”.

L’esistenza di molti comitati aderenti alla RETE e diffusi in tutta la Toscana e in altre regioni italiane testimonia la ramificazione di questa nuova esperienza di maturità democratica, di espressione attiva dei diritti di cittadinanza e di difesa di risorse essenziali come il paesaggio, contro una politica che spesso mortifica le potenzialità del territorio e ne distrugge la bellezza.
Siamo di fronte ad una vera e propria novità nel campo della partecipazione attiva alle scelte, che si manifesta in presenza di una forte crisi di azione politica e di rappresentatività e che si allarga ormai, come decine di esperienze testimoniano, sull’intero territorio nazionale.


Per i promotori della Rete la scelta di tenere l’assemblea proprio a Campiglia è molto significativa per diversi motivi:

– Il parco di S. Silvestro è legato al ricordo di Riccardo Francovich prematuramente scomparso
proprio mentre lavorava a fianco della Rete;
– Il Parco costituisce una delle emergenze sollevate dal dinamico Comitato di Campiglia in quanto è
minacciato dalle sconsiderate attività di escavazione di inerti della vicina cava di Montecalvi,
contro le quali Riccardo si era più volte espresso con forza;
– Tra San Vincenzo e Campiglia (ma anche in altre località della costa tirrenica come Follonica e Donoratico) si sono concentrati negli ultimi anni interventi urbanistici ed edilizi che hanno inferto profonde ferite al paesaggio.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 19.6.2009. Registrato sotto sociale. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    39 mesi, 0 giorni, 11 ore, 48 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it