PIOMBINO: BASTA TAGLI ALL’OSPEDALE DI VILLAMARINA

Riportiamo un commento di SINISTRA e LIBERTÀ
Coordinamento Comunale di Piombino, sui continui tagli all’ospedale della città. Leggiamolo insieme integralmente.

«Questo continuo indebolimento dell’ospedale di Villamarina è inaccettabile e la politica, di qualunque colore, deve opporvisi. Togliere 25 posti letto accorpando vari reparti per liberare infermieri da mandare al pronto soccorso nel periodo estivo è assolutamente folle perché sguarnisce questi reparti allungando a dismisura i tempi già lunghi per gli interventi programmati e non risolve minimamente i problemi strutturali del pronto soccorso.

Infatti adesso per un intervento di ortopedia ad esempio, reparto che insieme a chirurgia, oculistica ed urologia sarà interessata dai tagli, occorrerà sommare all’attuale tempo di attesa i tre mesi estivi, mentre al pronto soccorso vi saranno infermieri che non hanno avuto la adeguata preparazione professionale per affrontare quello specifico reparto. L’effetto principale sarà quello di invogliare i cittadini ad operarsi altrove, dove i tempi di attesa non diventeranno biblici come a Piombino. Si ridurranno quindi le operazioni fatte, che consentiranno ulteriori riduzioni di risorse che potrebbero portare anche a fughe di professionalità data l’impossibilità di lavorare serenamente e con un minimo di certezza di situazioni.

Ancora una volta quindi la Asl, malgrado le belle parole pronunciate al momento dell’insediamento da parte del nuovo Direttore, prosegue nella vecchia politica dei tagli su Piombino, del mancato confronto e coinvolgimento delle Istituzioni e delle forze sociali. Per questo è più che mai necessaria quella conferenza provinciale sul futuro della nostra sanità che, come socialisti, sinistra democratica e verdi prima, poi come Sinistra e Libertà abbiamo chiesto a gran voce. Adesso si faccia fronte comune per respingere questa ennesima riorganizzazione a perdere per Piombino».

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 2.6.2009. Registrato sotto politica. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 23 giorni, 8 ore, 6 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it