PIOMBINO: IL PROGETTO “I PAESAGGI DELLA RURALITÀ CONTEMPORANEA”

Il paesaggio come struttura territoriale e al tempo stesso formazione e informazione storico-culturale, percezione sociale ed estetica. Giovedì 26 marzo alle 17 al Castello di Piombino verrà presentato il progetto “Piombino, ruralità e paesaggio tra natura e industria”, risultato dello studio comunitario Rural Med, legato ai paesaggi del Mediterraneo e alla nuova convenzione europea sul paesaggio.

Il Comune di Piombino vi ha partecipato insieme ad altri comuni toscani, tramite l’associazione “Atelier dei paesaggi mediterranei”, e con altre aree italiane ed europee tra cui la Sardegna, alcune zone del sud della Francia e della Spagna. Un lavoro complesso che ha portato ad intrecciare aspetti diversi dello studio del paesaggio, dal punto di vista ambientale, sociologico, antropologico, e che ha recepito anche molte suggestioni della scuola elementare Diaccioni, nell’ambito di un’attività di carattere partecipativo.

Dallo studio più ampio Rural med, è stato estrapolato infatti il progetto di valorizzazione del promontorio di Piombino, con la sistemazione della rete sentieristica dell’area naturalistica che da Calamoresca si congiunge al parco archologico di Baratti, per la cui realizzazione la società Parchi Val di Cornia ha ottenuto un finanziamento di 350 mila euro.

All’iniziativa di presentazione partecipano, insieme all’assessore alla cultura Ovidio dell’Omodarme e al sindaco Gianni Anselmi, i coordinatori generali del progetto Giorgio Pizziolo e Rita Micarelli, l’assessore provinciale Anna Marrocco e l’assessore regionale alla cultura Paolo Cocchi.
La partecipazione dell’assessore Cocchi è legata anche alla recente concessione al Comune di Piombino, da parte della Regione Toscana, di un contributo di 50 mila euro per la redazione di un progetto di salvaguardia e valorizzazione del promontorio di Piombino e Populonia, nell’ambito del percorso di candidatura del sito di Populonia all’Unesco.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 25.3.2009. Registrato sotto ambiente/territorio. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 23 giorni, 2 ore, 20 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it