PIOMBINO: QUALI SOLUZIONI PER QUESTA CRISI DELLE AZIENDE?

Il Segretario dell’UDC di Piombino Luigi Coppola commenta le notizie sulla crisi che stanno investendo tutti i comparti della siderurgia locale.

«Purtroppo le notizie che arrivano dalle aziende sono sempre più sconfortanti – commenta Coppola – la crisi è in atto e non si percepisce al momento quale possa essere la sua reale consistenza e soprattutto la probabile durata. Credevamo che ci sarebbe stata un piccola ripresa ad aprile 2009, invece la situazione sembra peggiorare, ne sono la triste dimostrazione anche le ultime dichiarazioni dei vertici Magona.

Dopo Dalmine e Lucchini anche Arcelor-Mittal parla di un’ingente riduzione degli ordinativi, per il nostro comprensorio la situazione è chiaramente sempre più allarmante.

Non vogliamo essere allarmisti, è bene pensare che saremo in grado di uscire dalle difficoltà del momento, allo stesso tempo però non possiamo sottovalutare l’impatto che ci sarà sui consumi.
Soprattutto in realtà come la nostra fortemente dipendente dal comparto industriale, è impensabile che i lavoratori del terziario e del pubblico impiego possano sostenere l’economia locale mantenendo inalterato il loro tenore di vita.

Non c’è una proporzione adeguata per sopperire a questo scompenso, serve il contributo di tutti per ricercare quelle forme di solidarietà che devono caratterizzare un territorio nei momenti di profonda difficoltà.

Apprezziamo la disponibilità della Magona a sostenere iniziative tese a stimolare il mercato, chiaramente in una logica di mantenimento degli equilibri aziendali, nonostante ciò è chiaro che deve esserci uno sforzo importante in tal senso da parte dell’azienda.

Auspichiamo – conclude Coppola – che anche le Istituzioni nazionali e regionali possano intervenire con impegni precisi a sostegno dei 30 precari (della Magona) impegnati nei corsi di formazione che scadranno ad aprile, se ciascuno farà la sua parte l’opportunità di poter avere personale qualificato da utilizzare in futuro non sarà sprecata».

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 12.3.2009. Registrato sotto politica. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    53 mesi, 7 giorni, 19 ore, 51 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it