SI’ DEL CIPE AL PRELIMINARE DELL’AUTOSTRADA TIRRENICA

Il progetto approvato per l’autostrada tirrenica è quello del tracciato proposto dalla Regione e dagli enti locali, frutto di un duro lavoro di elaborazione congiunta. Dopo gli anni persi nella disputa con il ministro Lunardi, va dato atto al ministro Matteoli di essersi mosso in maniera coerente per la realizzazione di questa importante opera.

Si segna così oggi una tappa fondamentale per il completamento dell’autostrada Rosignano-Civitavecchia protagonista di una storia infinita iniziata quaranta anni fa. Il Cipe ha approvato il progetto preliminare recependo il parere della Regione Toscana e le relative prescrizioni che riguardano tre punti:
– L’esigenza di intervenire sin dalla fase di cantierizzazione per ridurre le condizioni di pericolo presenti nell’attuale Aurelia;

– La previsione delle opere connesse costituite dal lotto 0 dell’SS1 Aurelia tra Maroccone e Chioma nel comune di Livorno e dal tratto della SS398 di penetrazione al porto di Livorno, da realizzarsi contestualmente (e non prima come proposto ndr.) ai lavori per la realizzazione dell’autostrada;
– Oltre a quanto definito nella Via, in accordo con la Regione Toscana, l’esigenza di approfondire nella fase della progettazione definitiva le soluzioni progettuali per il più attento inserimento nel territorio e nel paesaggio con livelli di particolare qualità e ambientalizzazione.

Il costo del progetto preliminare dell’opera è di 3788 milioni di euro compreso l’accoglimento dell e prescrizioni della Regione, interamente a carico di Sat e il Lotto 0 a una carreggiata, anche questo a carico di Sat. Collegata al Lotto O una previsione di opere compensative per un totale di 148 milioni di euro che comprendono la penetrazione al porto di Piombino (83 milioni di euro).

Come verrà finanziata l’opera? Il piano economico finanziario di Sat dovrà essere aggiornato in base alle nuove importi tutti a carico della finanza di progetto da allegare al progetto definitivo. E’ prevista l’approvazione di un piano tariffario con incrementi tariffari. In particolare, c’è una previsione di aumento del pedaggio dal 2011 al 2017 di 5-6% l’anno e per gli anni successivi dello 0,5% l’anno.

Come funzioneranno i pedaggi? A Nord ci sarà un sistema in aperto da Rosignano fino a Grosseto Sud con tre barriere a Grosseto Sud, a Follonica e a Rosignano, più tre caselli a pagamento: uno vicino alla barriera di Rosignano e d ue prima e dopo la barriera di Follonica (alle uscite di Rio torto e di Follonica Nord). A Sud ci sarà un sistema in chiuso con 6 caselli a pagamento. Si ipotizza una convenzione con Sat fino al 2046.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 18.12.2008. Registrato sotto cronaca. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    16 mesi, 12 giorni, 0 ore, 4 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it