PIOMBINO: PATTO DI CONSULTAZIONE TRA PS e SD

Nei giorni scorsi si sono incontrati le delegazioni del Partito Socialista e del Movimento di Sinistra Democratica di Piombino. Vediamo per punti quali sono state le decisioni assunte dai due partiti.

Per prima cosa c’è stata condivisione nello stabilire un PATTO DI CONSULTAZIONE con lo scopo di promuovere iniziative e posizioni politiche comuni sui problemi della città e del territorio, in modo particolare a fronte di una situazione di crisi economica grave che ripropone nella sua interezza una diversificazione locale ancora insufficiente e contraddittoria e politiche immediate di sostegno ai lavoratori colpiti da cassa integrazione, mobilità, ai giovani con contratti precari, alle donne, alle piccole e medie imprese industriali, artigianali del commercio e dei servizi in difficoltà per il restringimento del credito.

E’ nata l’idea per la costituzione di un gruppo di lavoro per definire entro il mese di dicembre dieci punti programmatici e di proposta con i quali il P.S. e S.D. intendono aprire un confronto con gli altri partiti del centro sinistra, per verificare se ci sono le condizioni per una nuova coalizione per il governo della città di Piombino;

Inoltre l’apertura di un confronto con tutti i cittadini ed associazioni che siano interessati, al di là delle scelte politiche nazionali, a condividere un progetto di sviluppo e di rilancio della città.

I due partiti ribadiscono inoltre l’utilità delle primarie di coalizione e organizzeranno entro i primi giorni di gennaio iniziativa pubblica sulla crisi, con la presenza di dirigenti nazionali del P.S. e S.D.

«Le scadenze elettorali del prossimo anno – commenta il comunicato di SD – impongono una riflessione anche critica sulla capacità di governo locale, obbligano ad scelte chiare e coerenti in tema di sviluppo, di urbanistica, di ambiente, di sanità, formazione e servizi in genere, con un forte rilancio della partecipazione e della democrazia e spingono le forze che si riconoscono nel Partito del Socialismo Europeo ad una marcata unità».

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 11.12.2008. Registrato sotto politica. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    17 mesi, 13 giorni, 14 ore, 58 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it