PIOMBINO: TEMPO DI CRISI, CALANO I PREZZI DEI PRODOTTI

In questa crisi natalizia, tutta finanziaria ma i cui effetti li paga, come si diceva un tempo, la “povera gente” alcune aziende, per aiutare la comunità ( e non perdere quote di mercato) hanno pensato di garantire un paniere di prodotti di qualità a basso costo. Chissa, forse questa crisi servirà a ridare un pò di valore a questi euro che nominalmente varrebbero 2000 lire l’uno, ma nella realtà erano scesi molto sotto le vecchie mille lire (con perdite anche di 1/3 del loro valore).

L’Unicoop Tirreno, in vista del periodo natalizio e in presenza di questa crisi dei consumi ad esempio, ha deciso di lanciare una campagna per i propri soci su prodotti della spesa quotidiana, in prevalenza a marchio Coop (l’obiettivo dichiarato è quello di tutelare il potere di acquisto di 850.000 soci in quattro regioni).

La campagna inizierà il 15 novembre e terminerà il 31 dicembre 2008, interessando tutti i 113 punti vendita della Cooperativa in Toscana, Lazio, Campania e Umbria. Il presidente di Unicoop Marco Lami ha illustrato le finalità dell’iniziativa indicando i prodotti soggetti a riduzione di costo. Si tratta di alcuni tipi di frutta e verdura, latte, olio, legumi, pasta, farina, riso, tonno, caffè e biscotti i quali per 40 giorni subiranno uno sconto del 15%. Lo sconto genererà un risparmio di 1 milione di euro per i soci Coop. Si tratta di una campagna che Unicoop Tirreno ha messo in piedi scegliendo i prodotti più esposti al rincaro dei prezzi. Particolare attenzione per i prodotti freschissimi che da soli, compongono il 40% di una spesa media.

Si punta inoltre sul prodotto Coop per ribadire che costa circa il 26% in meno rispetto alle corrispondenti marche leader con alto livello qualitativo, garantito dai controlli Coop. In queste settimane alcuni prodotti sono stati interessati da un ulteriore sconto del 15% deciso a livello nazionale perché più legati alla diminuzione del costo delle materie prime.

Un altra proposta per risparmiare arriva dalle farmacie comunali: un “paniere” di 50 farmaci da banco che saranno venduti, a partire da martedì prossimo fino a dopo le feste con una riduzione del prezzo del 25-30%. L’associazione ha preparato una lista di 50 farmaci da banco leader, quelli più richiesti dai clienti. Ci sono compresi antidolorifici, antinfiammatori, lassativi, digesti, collutori e molti altri prodotti a vendita libera. Ovviamente, anche perché si tratta di farmaci a prezzo libero e che le leggi non consentono la formazione di “cartelli” ogni farmacia sarà libera di scegliere la lista di prodotti da “scontare”. Trattandosi tuttavia al 90% dei prodotti più richiesti e immaginabile che più o meno tutti si comportino allo stesso modo.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 15.11.2008. Registrato sotto Economia. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 20 giorni, 18 ore, 35 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it