APPUNTAMENTI E NOTIZIE DEL 27 LUGLIO 2008

Premi su: «Leggi Tutto…»

ULTIMA SERA CON I FUOCHI D’ARTIFICIO PER LA SAGRA DEL PESCE

Si conclude domenica 27 luglio 2008 in piazza Bovio a Piombino la “Sagra del pesce” organizzata come ogni anno dal comitato festeggiamenti con il patrocinio dell’amministrazione comunale, che richiama come sempre turisti e residenti.

La Sagra apre alle 17,30, negli stand struscia di pomodoro, acciughe sottopesto, l’immancabile polpo lesso, frati e bomboloni caldi tutto accompagnato dai vini del territorio. Alle 18,30 la cerimonia del “fuoco alla padella” di circa 5 metri di diametro intorno alla quale, per tutta la serata fino all’esaurimento del pesce. Utilizzeranno circa 120 Kg di olio d’oliva per friggere i 550 Kg di pescato di paranza.

La chiusura della “Sagra del pesce” è come sempre affidata allo spettacolo dei fuochi artificiali a partire dalle 23,45che si potranno ammirare dalle tribune naturali al Castello, sul viale del Popolo, dai giardini Pro Patria e da Cittadella.


SAN VINCENZO, AL PORTO LO SHOW DELLE “VIBRAZIONI”

Domenica 27 luglio al porto di San Vincenzo ultimo appuntamento con la tre giorni di grande musica inaugurata con grande successo di pubblico venerdì 25 dagli Sugarfree, proseguita sabato con Piero Pelù e che prevede oggi lo show delle Vibrazioni, uno dei gruppi più popolari del momento.

In scena dunque sul palco allestito sul porto ci saranno Francesco Sàrcina (voce e chitarra), Stefano Verderi (chitarra), Marco Castellani (basso), Alessandro Deidda (batteria) interpreti di “Dedicato a Te” (2003) disco di platino, dell’album “Officine Meccaniche” (novembre 2006) disco d’oro, in classifica per quasi un anno.


GUERRE E AMORI DEGLI ETRUSCHI DOMENICA AL MUSEO DI PIOMBINO

Rivolte di schiavi, riti dionisiaci, politica e amore. Due mondi diversi, costretti a guardarsi negli occhi e a imparare l’uno dall’altro. Sono questi gli ingredienti della speciale animazione teatrale “Ferro e Fuoco. Storia di un soldato romano a Popluna”, in calendario stasera alle 21,30 al Museo archeologico del territorio di Populonia, a Piombino.

Una storia nella storia in cui la prospettiva è quella del conquistatore. Un giovane centurione, inviato con la sua truppa a Popluna per difendere la città e gli interessi di Roma, si innamora della civiltà etrusca e delle persone che, agli occhi di un romano, appaiono aliene, distanti, rivoluzionarie.

È il 285 Avanti Cristo e la battaglia del Lago Vadimone pone fine all’indipendenza degli etruschi rendendo Populonia, da indipendente, marittima e cosmopolita, una città “federata” a Roma. Gli etruschi si trovano a “incontrare” i propri dominatori, che come tali faranno penetrare le loro usanze, la loro politica, il loro diritto e i loro dei nelle strade dell’acropoli.

Un modo inedito di avvicinarsi alla storia, seguendo il filo di un racconto che muove sulle ali della fantasia. Sullo sfondo ci sono duecento anni, dalla battaglia del Lago Vadimone alla guerra civile tra Mario e Silla, quando Popluna dal suo fulgore, sembra cadere nella polvere senza possibilità di rialzarsi. Biglietto d’ingresso 5 euro gratuito sotto i 6 anni.
Info: 0565226445.


BRESCHI E TICCIATI IN MOSTRA A POPULONIA

E’ stata inaugurata sabato 26 luglio nella Sala Giulio Gasparri di Populonia, in collaborazione con l’Associazione Culturale Amici di Populonia la mostra di pittura e scultura degli artisti Fabrizio Breschi (pittura) e Fulvio Ticciati (scultura). La mostra sarà aperta fino al 1 agosto con orario 10.00-12.00 e 16.00-23.00.

I due artisti si presentano per la prima volta insieme a Populonia con opere accomunate dalla purezza e dall’essenzialità del linguaggio, alla ricerca di una poetica contemporanea che riporti al centro dell’attenzione artistica un concetto classico di estetica.


ASSEMBLEA AL POGGETTO CON ANSELMI E I VERTICI LUCCHINI

Lunedì 28 luglio alle 21 al parco del Poggetto, il sindaco Gianni Anselmi, l’assessore Luciano Francardi, alcuni rappresentanti della Lucchini incontreranno i cittadini per illustrare i nuovi piani urbanistici e il programma d’investimenti industriali.

Nell’occasione saranno proiettate realizzazioni grafiche relative ai nuovi progetti di riqualificazione compresi nel 2º stralcio del “Contratto di Quartiere II”, con la rivisitazione del parco del Poggetto, l’arretramento del muro e l’allargamento della strada. La Lucchini presenterà il proprio piano di investimenti industriali che prevede, tra gli altri, la realizzazione del “mini mill” e altri progetti per l’ambiente.

Questioni che sono state discusse anche nell’ultimo incontro del Forum per la valutazione del regolamento urbanistico d’area di giovedì scorso, alla presenza del sindaco, del direttore della Lucchini Marcello Calcagni, di altri dirigenti e tecnici, del professor Tognotti dell’Università di Pisa, di cittadini singoli, del comitato antinquinamento e di Legambiente, dei sindacati.
In particolare ha fatto discutere la proposta di nuova localizzazione del parco rottami, conseguente alla costruzione del mini mill, in un’area vicina al Poggetto.

Su questi temi si è sviluppato un dibattito intenso che proseguirà con i prossimi incontri. «Come dimostrano le opere pubbliche programmate in quei quartieri, l’innalzamento della qualità della vita dei cittadini di Cotone, Poggetto e Gagno, così come di Colmata, rimane un punto chiave della nostra azione – ha detto il sindaco – In termini ambientali è positivo il fatto che ci sia un’interlocuzione diretta e un dialogo tra azienda, nei suoi massimi livelli, e cittadini. Un fatto nuovo, che aiuta a immaginare collettivamente le prospettive e i possibili punti di caduta in termini di scelte, a cominciare proprio dal parco rottami. Da non dimenticare, inoltre, che un terzo degli investomenti Lucchini è destinato al miglioramento ambientale e anche questo costituisce un’importante novità».

Il sindaco ha proposto l’istituzione di un tavolo tra azienda, istituzioni, sindacati, associazioni ambientaliste, comitato antinquinamento, che si mantenga strutturale anche nel corso degli investimenti per monitorare in itinere i risultati.


LUNEDÌ ALLE 12 TEST DELLA SIRENA LUCCHINI PER IL PIANO DI EMERGENZA

Prefettura, Protezione civile e polizia municipale mobilitate per l’esercitazione in programma Lunedì, alle 12 allo stabilimento della Lucchini. La sirena suonerà per verificare gli strumenti di allerta nei confronti della popolazione, in caso di incidente industriale con ricadute esterne.

Le operazioni consisteranno anche nella dislocazione, in diversi punti della città, di postazioni di volontari per la verifica della ricezione del segnale. Mentre i vigili controlleranno l’ingresso e l’uscita da Piombino su viale della Resistenza.
L’iniziativa rientra nel piano di emergenza esterna alla Lucchini, redatto nel febbraio scorso da un gruppo di lavoro coordinato dalla Prefettura di Livorno con il personale del comando dei vigili del fuoco, della protezione civile, dell’Arpat di Piombino, della provincia di Livorno e in collaborazione con le forze dell’ordine e con l’ASL servizio 118.

L’obiettivo del Piano è quello di mitigare i danni e proteggere i cittadini da ipotetici incidenti industriali con ricaduta esterna, regolamentando le attività di sicurezza per le aziende a rischio di incidente rilevante che operano in prossimità dei centri abitati. Due le categorie di incidenti che possono provocare danni all’esterno della Lucchini: l’esplosione – la cui area a rischio si estenderebbe per circa un chilometro dal gasometro della cokeria, con effetti più gravi nelle immediate vicinanze del gasometro stesso – ed i rilasci tossici che potrebbero determinare rilasci di idrogeno solforato contenuto in un deposito di catrame presnete in darsena. Oltre alla Lucchini, l’altro stabilimento che potrebbe presentare scenari di pericolo per la città è la Sol, il cui piano di emergenza è stato approvato nel 2006.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 27.7.2008. Registrato sotto cronaca. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    16 mesi, 14 giorni, 10 ore, 39 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it