MICROCREDITO, PER APRIRE UNA NUOVA ATTIVITA’

Il micro credito, ovvero un contributo ad aprire una nuova attività. Si tratta di un progetto regionale, promosso a Piombino dall’assessore Anna Tempestini ed Alberto Maestrini per la Pubblica Assistenza (referente territoriale del progetto) che promuove il microcredito ovvero la concessione di finanziamenti di piccola entità per l’avvio di attività di impresa minore, da parte di soggetti che le banche non finanzierebbero in assenza di garanzie.

La garanzia in questo caso viene fornita da Fidi Toscana, fino all’80% dell’investimento, anche se i finanziamenti saranno erogati da normali istituti di credito a tassi convenzionati.

La Pubblica Assistenza farà da sportello sulla piazza di Piombino, sino al 31 dicembre ed a questo scopo ha fatto addestrare una sua dipendente, Sara Baldini, per divenire una sorta di tutor per i neo imprenditori. Quest’ultimi potranno frequentare un corso di 25 ore che inizierà a luglio, nel quale si acquisiranno conoscenze di tipo amministrativo, legale, finanziario, previdenziale.

I finanziamenti con microcredito potranno essere richiesti dai soggetti che hanno frequentato il corso ma anche da altre persone interessate che presentino un progetto strutturato entro la fine dell’anno 2008. Il finanziamento non potrà superare i 15 mila euro (per investimenti complessivi di 20mila euro) e la restituzione potrà avvenire in un massimo di cinque anni.

Tutti gli interessati a questa importante opportunità, che ricordiamo permette di accedere al credito a tutte le attività costituite da meno di 36 mesi, possono rivolgersi agli uffici della Pubblica assistenza di Piombino situati in Via Giordano Bruno 23 a Piombino (di fronte al mercato coperto), oppure chiamando il numero telefonico 0565 225150 chiedendo come riferimento Sara Baldini.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 25.6.2008. Registrato sotto sociale. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 26 giorni, 10 ore, 57 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it