PIOMBINO: AL VIA LE DOMANDE PER IL RIMBORSO DEGLI AFFITTI

Da mercoledì 14 maggio, fino al 13 giugno 2008 è possibile fare domanda per l’assegnazione dei contributi a integrazione dei canoni di affitto per il 2008. All’albo pretorio del Comune e sul sito internet www.comune.piombino.li.it è possibile consultare infatti il relativo bando pubblico.

Tra i requisiti previsti è fondamentale la residenza nel Comune e nell’immobile per il quale viene chiesto il contributo e l’ammontare del reddito familiare e del reddito Isee, l’indicatore che permette di valutare il benessere effettivo della famiglia, attraverso un’analisi sia della situazione reddituale che patrimoniale del soggetto richiedente e considerando congiuntamente anche la composizione del nucleo familiare. Il reddito familiare (detto reddito Ise), non deve essere superiore a 26 mila euro, quello Isee a 14.120 euro.

Sulla base quindi del valore Isee, dell’Ise e dell’incidenza del canone annuo di affitto, vengono individuate due distinte fasce.
La fascia A, che ha priorità in graduatoria, è costituita da quelle famiglie i cui redditi per l’anno 2007 (dichiarazione redditi 2008) siano uguali o inferiori all’importo corrispondente a due pensioni minime Inps, e cioè pari a 11.521,12euro, e con una incidenza del canone non inferiore al 14% sul reddito.
Nella fascia B rientrano le famiglie con redditi compresi tra 11.521,12euro e 26.000 euro, rispetto al quale l’incidenza del canone non risulti inferiore al 24%. In questo caso il valore ISEE non deve essere superiore a 14.120 euro.

Tra gli altri requisiti occorre non essere titolari di diritti di proprietà su alloggi adeguati alle esigenze familiari, o di locali sfitti o concessi a terzi ubicati in qualsiasi località.
Ancora non si conosce l’importo complessivo che verrà messo a disposizione per tali contributi né quello assegnato al Comune di Piombino dalla Regione Toscana.

Per l’anno 2007 l’assessorato alle politiche sociali del comune ha raddoppiato il proprio intervento destinando 107mila euro come contributi comunali, rispetto ai 50mila degli anni passati. Lo sforzo compiuto dall’amministrazione comunale è stato premiato anche dalla Regione che ha aumentato a sua volta lo stanziamento destinato a Piombino, prevedendo 100mila euro in più rispetto all’anno scorso. L’incremento complessivo del 2007, di oltre 150mila euro, ha consentito di assegnare il finanziamento a 244 famiglie, tutte quelle inserite nella fascia A.

Le domande di partecipazione sono in distribuzione presso l’Ufficio Politiche Sociali e l’URP del Comune di Piombino nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9,30 alle 13,00, e il pomeriggio di mercoledì dalle 15,00 alle 17,00. Info: tel. 0565 63287.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 16.5.2008. Registrato sotto Economia. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    17 mesi, 13 giorni, 10 ore, 4 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it