ANSELMI: OSPEDALE E RAMA – ATM NON SONO ALL’ORDINE DEL GIORNO

Dopo tutte le esternazioni di questi giorni sul nuovo ospedale che forse affiancherà Villa Marina e sui commenti sulla fusione Rama-Atm praticamente “cosa fatta” da parte delle due aziende pubbliche secondo alcuni, interviene Gianni Anselmi, presidente del Circondario e Sindaco di Piombino, che rimette tutti questi temi sul binario “della politica e delle istituzioni”. Leggiamolo insieme.

«In merito alle dichiarazioni apparse a più riprese sulla stampa locale – commenta Anselmi -sull’ipotesi della costruzione di un nuovo ospedale in Val di Cornia e di una prossima fusione tra Rama e Atm il Sindaco di Piombino, fa osservare che “non è buona prassi da parte delle istituzioni, e non è certo abitudine di chi scrive, inseguire le estemporanee dichiarazioni a mezzo stampa, da chiunque rese, specie su temi delicati.

La definizione delle politiche pubbliche in settori di assoluto interesse generale come il trasporto pubblico locale e la sanità non può essere condotta sui giornali, ma deve essere oggetto, così com’è, di approfondimenti puntuali da parte della politica e delle istituzioni. Per il momento non sono all’ordine del giorno né la costruzione di un nuovo ospedale, né la fusione tra le aziende RAMA e ATM. Permane, invece, un interesse forte e serio da parte del Comune di Piombino e del Circondario della Val di Cornia per lo sviluppo delle relazioni con i territori dell’Alta Maremma Grossetana, delle Colline Metallifere, dell’area senese e dell’Isola d’Elba nel campo sia dei servizi pubblici locali che di quelli socio – sanitari, altro che nel campo economico in generale.

Ovviamente tutto ciò – conclude il sindaco di Piombino – si esplicherà nell’ambito e nel pieno rispetto delle direttive e delle norme fissate dalle leggi regionali inerenti alle varie materie e senza che ciò sottenda velleità di carattere istituzionale rispetto all’egida della Provincia di Livorno”.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 13.3.2008. Registrato sotto Economia. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    16 mesi, 16 giorni, 23 ore, 57 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it