ANSELMI: OSPEDALE E RAMA – ATM NON SONO ALL’ORDINE DEL GIORNO

Dopo tutte le esternazioni di questi giorni sul nuovo ospedale che forse affiancherà Villa Marina e sui commenti sulla fusione Rama-Atm praticamente “cosa fatta” da parte delle due aziende pubbliche secondo alcuni, interviene Gianni Anselmi, presidente del Circondario e Sindaco di Piombino, che rimette tutti questi temi sul binario “della politica e delle istituzioni”. Leggiamolo insieme.

«In merito alle dichiarazioni apparse a più riprese sulla stampa locale – commenta Anselmi -sull’ipotesi della costruzione di un nuovo ospedale in Val di Cornia e di una prossima fusione tra Rama e Atm il Sindaco di Piombino, fa osservare che “non è buona prassi da parte delle istituzioni, e non è certo abitudine di chi scrive, inseguire le estemporanee dichiarazioni a mezzo stampa, da chiunque rese, specie su temi delicati.

La definizione delle politiche pubbliche in settori di assoluto interesse generale come il trasporto pubblico locale e la sanità non può essere condotta sui giornali, ma deve essere oggetto, così com’è, di approfondimenti puntuali da parte della politica e delle istituzioni. Per il momento non sono all’ordine del giorno né la costruzione di un nuovo ospedale, né la fusione tra le aziende RAMA e ATM. Permane, invece, un interesse forte e serio da parte del Comune di Piombino e del Circondario della Val di Cornia per lo sviluppo delle relazioni con i territori dell’Alta Maremma Grossetana, delle Colline Metallifere, dell’area senese e dell’Isola d’Elba nel campo sia dei servizi pubblici locali che di quelli socio – sanitari, altro che nel campo economico in generale.

Ovviamente tutto ciò – conclude il sindaco di Piombino – si esplicherà nell’ambito e nel pieno rispetto delle direttive e delle norme fissate dalle leggi regionali inerenti alle varie materie e senza che ciò sottenda velleità di carattere istituzionale rispetto all’egida della Provincia di Livorno”.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 13.3.2008. Registrato sotto Economia. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    53 mesi, 7 giorni, 19 ore, 40 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it