L’ASIU AVVIA IL PORTA A PORTA A CAMPIGLIA E POGGETTO

Con l’avvio della raccolta differenziata dei rifiuti Porta a Porta nell’area di Campiglia alta e Poggetto/Cotone, anche la nostra azienda di raccolta rifiuti avvia la virtuosa trasformazione che farà sparire quasi tutti i cassonetti entro la fine del 2012 in tutti i comuni gestiti dall’ASIU. Le novità annunciate in una conferenza stampa con il presidente dell’ASIU Murzi e l’assessore provinciale all’ambiente Garuffo.

La necessità di implementare la raccolta differenziata ed andare al recupero di materia ai fini del riutilizzo è sia un obbligo moralmente ed eticamente corretto, sia dettato dalla legislazione vigente, che in Toscana porta nella direzione di raggiungere una quota pari al 65% di raccolta differenziata nel 2012.

Le linee di azione che ASIU intende intraprendere per muoversi in un simile contesto sono sostanzialmente due: più servizi e migliori e più partecipazione e coinvolgimento dei cittadini. Entrambe sono volte a raggiungere un unico scopo: maggiori percentuali di raccolta differenziata e meno rifiuti da conferire in discarica

Asiu intende raggiungere tale scopo cercando un maggiore coinvolgimento sia dei cittadini e aziende, sia dei propri dipendenti e operatori, adottare nuovi servizi, implementare ed estendere i servizi già consolidati sul territorio. Tra gli altri comuni dove il “porta a porta” è attivo anche Castagneto, dove è previsto l’allargamento del servizio a tutta zona della 167 e l’introduzione di un impianto informatizzato che permetterà di premiare i cittadini più virtuosi nel conferimento differenziato dei rifiuti. Ma lo stesso sistema potrà permettere ai cittadini di pagare la Tia (tariffa d’igiene ambientale) nell’esatta proporzione dei rifiuti prodotti. L’utente peserà infatti i propri rifiuti e riceverà uno scontrino che potrà usare poi per avere le detrazioni. Castagneto con il 53,5% è tra l’altro il comune più “riciclone” tra quelli serviti dall’Asiu.

«La raccolta porta è porta – secondo il presidente dell’Asiu – è l’unica possibilità per raggiungere gli obiettivi di raccolta differenziata, che la legge regionale fissa nel 65% entro il 2012». Oggi la media dei comuni serviti dall’Asiu e del 36%, quest’anno dovrà passare al 45% e nel 2010 al 55%»

L’assessore Garufo ha intanto annunciato che la Provincia ha ottenuto dalla Regione un contributo 218mila euro da finalizzare al progetto di riduzione dei rifiuti. «L’ipotesi intorno alla quale stiamo lavorando è quella del ripristino delle fontanelle in giardini e piazze, per le quali sono necessari impianti di trattamento dell’acqua. Inoltre Il programma Asiu e in linea col nostro», ha concluso Garufo, annunciando la provincia metterà a disposizione dell’azienda altri 100mila euro da investire nella raccolta differenziata.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 29.2.2008. Registrato sotto ambiente/territorio. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 20 giorni, 2 ore, 12 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it