NOTIZIE DALLA VAL DI CORNIA DEL 16 FEBBRAIO 2008

Vediamo insieme le notizie di oggi dalla Val di Cornia.

PIOMBINO: RICCARDO GELICHI PRIMO SEGRETARIO PD

Sabato 9 febbraio durante l’assemblea comunale del Partito Democratico i delegati provenienti da tutti e sei i Circoli di base hanno eletto il primo Segretario comunale di Piombino.

Si tratta di Riccardo Gelichi, giovane lavoratore dipendente e Presidente del Circolo “Il Porticciolo”. Riccardo è una delle tante persone che hanno deciso di dedicarsi alla politica quando il progetto del PD ha cominciato a prendere forma, come molti altri viene dalla società organizzata e nella sua pur breve esperienza politica si è distinto nell’organizzazione della campagna per le Primarie del 14 ottobre, prima, e di quelle locali, poi.

“Voglio ringraziare tutti i delegati per la fiducia che hanno riposto in me – afferma il neoeletto Segretario – abbiamo dato vita a Piombino ad un Partito radicato ovunque, nei diversi luoghi di lavoro, nelle scuole, nelle realtà associative, che solo ad oggi conta poco meno di 3000 affiliati, con tutti loro, con i Circoli di base e con tutti coloro che si vorranno unire a noi, affronteremo questa campagna elettorale nella quale il PD si contraddistingue sempre di più come l’unica vera novità, per il nostro candidato premier, per la chiarezza della nostra proposta e per i tanti volti nuovi che in queste settimane sono venuti a fondare il PD nei territori”.


PIOMBINO: PIPPI CALZELUNGHE AL METROPOLITAN

Nuovo appuntamento con il teatro ragazzi lunedì 18 febbraio alle ore 17. In scena “Pippi Calzelunghe”, in occasione del centenario della nascita di Astrid Lindgren, la più importante scrittrice svedese di letteratura per ragazzi. Una coproduzione con Glossa Teatro e Papagena, prodotta dalla Fondazione Aida, che sta riscuotendo uno straordinario successo in Italia.

L’allestimento narra le vicende di Pippi, una bambina assolutamente fuori dagli schemi, dei suoi amici Tommy e Annika, dalla vecchia vasa di Villa Villacolle, dove la bambina vive insieme a un cavallo e a una scimmietta – il signor “Nilson” – fino al viaggio nei mari del sud sulla nave del padre marinaio. Pippi è libera, curiosa, generosa, saggia e soprattutto forte, così tremendamente forte da poter sollevare un cavallo e sconfiggere serpenti, ladri e i fantasmi in soffitta. E’ bella di una bellezza non convenzionale, ama le sue lentiggini, il naso a patata e le trecce all’insù e inoltre è indipendente, cucina da sola, si veste da sola con una calza marrone e una nera.

La favola di Pippi nacque quando la figlia di Astrid Lindgren, ammalata di polmonite, chiese alla madre di raccontarle una storia, che poi l’autrice mise per iscritto e inviò ai giurati di un premio letterario, arrivando seconda. Il romanzo uscì nel 1945 e nonostante lo scandalo che suscitò tra i benpensanti e la censura dei conservatori, fu subito un grande successo, tanto da divenire fonte di ispirazione per molte giovani donne che si identificarono nel suo spirito anticonformista.

I biglietti possono essere acquistati presso il teatro Metropolitan prima dello spettacolo al costo di 5 euro per bambini, 6 per adulti. Per informazioni ufficio Cultura tel. 0565 63296; lgrilli@comune.piombino.li.it, gfabbri@comune.piombino.li.it e ufficio Pubblica istruzione tel. 0565 63297; 63295 assscuola@comune.piombino.li.it.


LA FISARMONICA DI GIORGIO DARI AL CASTELLO DI PIOMBINO

Nell’ambito della rassegna “Domeniche al castello”, primo appuntamento domenica 17 febbraio 2008 alle ore 16.30 al castello con un concerto di fisarmonica eseguito dal maestro Giorgio Dari, organizzato dal comune di Piombino in collaborazione con le associazioni culturali “Etruria Classica” e “Amici della lirica.”

Molto ricco il programma di sala che prevede, nella prima parte, musiche di Pietro Mascagni, “L’Amico Fritz” e “Intermezzo”, Manuel Del Falla, “Danza rituale del fuoco”, Ennio Morricone, “i grandi temi”, Vittorio Monti, “Czardas”, Chaplin, “Arlecchinata” e melodie d’operette di autori vari. Nella seconda parte Dari eseguirà invece brani di F. Von Suppé, “Cavalleria leggera” e “Sinfonia”, Gioacchino Rossini, “la danza” e “Tarantella”, Piazzolla “Libertango”, Kramer “Carovana Negra”, “due chitarre” di anonimo e concluderà con un omaggio particolare a Nino Rota e le sue musiche da film.

Conosciuto a Livorno dove partecipa a importanti manifestazioni musicali, Giorgio Dari ha suonato per diversi anni in Svezia con l’orchestra “I cinque del Tirreno”. Dal 1985 inizia l’attività solistica con l’innovativo uso della fisarmonica Midi. Al “Mascagni” di Livorno ha suonato il 21 giugno scorso in occasione della Festa Europea della Musica. Il concerto sarà seguito da una piccola degustazione a tema offerta al pubblico ed allestita in collaborazione con la Sezione Soci Piombino Unicoop Tirreno. Biglietto d’ingresso euro 5,00, gratuito minori di 14 anni.


ANSELMI: «SUOLO PUBBLICO, SOLO UN FRAINTENDIMENTO TECNICO»

Una situazione generata da un fraintendimento tecnico, e non per volontà politica. Il sindaco Anselmi interviene sul tema dell’utilizzo del suolo pubblico.

«Non c’è alcuna volontà di negare trasparenza e dibattito e sono sinceramente dispiaciuto per il malinteso verificatosi in questi giorni – dice il sindaco – Da domani infatti qualunque richiedente potrà avere l’autorizzazione richiesta, come è sempre avvenuto.

L’equivoco si è creato – continua il sindaco – perché stiamo effettivamente lavorando a un nuovo regolamento di concessione delle aree pubbliche, che ne garantisca un uso articolato, a seconda delle richieste, razionalizzando le concessioni anche dal punto di vista temporale, a favore della transitorietà, e tutelando integralmente il centro storico nel rispetto del decoro urbano.

Il nostro obiettivo è infatti quello di garantire un uso più democratico del suolo pubblico, cercando di consentire a più soggetti una legittima visibilità e di evitare al tempo stesso una sovrapposizione delle iniziative. La necessità è emersa da tempo, anche a seguito del disagio manifestato da alcune associazioni e organizzazioni soprattutto per le aree del centro, dove le manifestazioni si concentrano. Spesso, come è apparso anche sulla stampa, ci sono stati equivoci e difficoltà creati proprio da una gestione degli spazi scarsamente equilibrata. Nulla da dire infine sulla liturgica strumentalizzazione che il sedicente “Forum della democrazia” ha ritenuto di fare sull’argomento».

A PIOMBINO ARRIVA VENDILO, IL NEGOZIO DI EBAY

Apre in via XXV Aprile Domenica 17 febbraio, alle 16.00. il negozio della rete Vendilo (70 punti in tutta Italia), un negozio dalle modalità di compravendita assolutamente innovative che sfrutta le potenzialità di Ebay.

Ebay è un colosso mondiale della comunicazione, è uno dei siti internet più cliccati dove ognuno può mettere qualsiasi cosa in vendita e comprare altrettanto. Nato negli USA e dilagato in tutto il mondo è una sorta di mercatino on line dove si compra e vende di tutto, dai dischi ai libri, dal cellulare al videogioco, dalle barche alle case fino agli appezzamenti di terreno lunare.

E’ il re del commercio elettronico per compravendita di prodotti di ogni genere nuovi o usati. E’sempre aperto, ma naturalmente viene usato soprattutto da chi è abituato a navigare e commerciare in rete e a comprare con carte di credito, purtroppo a volte a rischio di clonazioni e truffe. Per questo è nato Vendilo, per aprire il mercato anche ai non esperti di internet mettendo persone di fiducia a gestire tutte le operazioni elettroniche al servizio del cliente.

Il servizio è rivolto a chi vuole vendere e comprare oggetti, anche di valore, ma non ha tempo di dedicarsi alla ricerca e offre assistenza e consulenza specializzata.
Dal 17 febbraio anche a Piombino c’è chi può assistere e curare direttamente le compravendite in internet offrendo quindi un bacino di potenziali acquirenti e venditori illimitato.
Il negozio Vendilo interviene facendo l’inserzione sul sito, fotografando e presentando l’oggetto che si vuole vendere, tenendo i contatti con l’acquirente fino alla vendita e alla spedizione. Il cliente venditore deve solo aspettare e ricevere l’incasso.

AN: «SI DIMETTANO I CONSIGLIERI ASSENTI AL CIRCONDARIO»

Il consigliere di Alleanza Nazionale Giampiero Amerini lamenta la latitanza senza giustificazione di alcuni consiglieri dell’assemblea del Circondario Val di Cornia. Leggiamolo insieme.

«La partecipazione alle riunioni dell’assemblea del Circondario della Val di Cornia di solito è buona. Anche nel Circondario, come in tutte le istituzioni, ci sono consiglieri sempre presenti e altri che, spesso, non partecipano. E’ evidente che la mancata partecipazione alle assemblee penalizza il dibattito specie ora che il Circondario della Val di Cornia, che ormai ha completato il periodo di prova, può svolgere un ruolo importante nella sua zona di competenza.

La partecipazione è determinante per il funzionamento di tutti gli enti, e lo è ancora di più per quelli, come il Circondario, che devono dimostrare la loro validità, ma preso atto che lo statuto non prevede la decadenza dei membri dell’assemblea per assenze ingiustificate, che lo statuto nuovo e il regolamento non sono ancora pronti e che, in ogni caso, l’iter burocratico che devono seguire renderà difficile l’approvazione e la relativa applicazione in questa legislatura, chiedo al presidente del Circondario Anselmi di attivare la procedura di decadenza per quei membri dell’assemblea che hanno superato le quattro assenze ingiustificate consecutive, e che nello statuto in fase di elaborazione sia previsto un articolo che stabilisca: “La decadenza dalla carica di membro dell’assemblea è prevista, oltre che nei casi definiti dalla legge, dopo quattro assenze consecutive non preventivamente giustificate”».

PIOMBINO: LE UOVA DELLA SOLIDARIETÀ PER IL GASLINI

Un importante appuntamento con la solidarietà è in programma nella nostra città sabato 16 febbraio.
Piombino è chiamata a rispondere con la sua tradizionale generosità all’appello che lancia l’Associazione italiana per la lotta al neuroblastoma (Onlus riconosciuta dal Ministero della salute) sede ospedale pediatrico Gaslini (Genova).

L’associazione è impegnata nella cura dei bambini affetti da neuroblastoma, prima causa di morte in età prescolare, terza per incidenza dopo leucemie e tumori del sistema nervoso centrale. La campagna nazionale di raccolta fondi realizzata nel periodo della Pasqua (titolo “Cerco un nuovo amico”) mette a disposizione uova di cioccolato da 300 grammi (al latte e fondenti con sorpresa, puro cioccolato, senza grassi vegetali e organismi geneticamente modificati) offerta minima 10 euro. L’iniziativa si svolge da 14 anni, patronato del Presidente della Repubblica, patrocinio della Marina Militare, Guardia di Finanza, Arma dei Carabinieri, Polizia di Stato, segretariato sociale Rai.

A Piombino lo stand organizzato da Polizia di Stato, Questura di Livorno, Commissariato di Piombino, Compagnia Carabinieri in collaborazione con Comune, Circoscrizione Porta a terra-Desco e Comitato festeggiamenti sarà allestito in piazza Gramsci dalle 10 alle 19. L’iniziativa è realizzata con l’Associazione italiana per la lotta al neuroblastoma e il sostegno di Unicoop Tirreno, Marisa Pesca, ditta Galli Stefano.

La sera a partire dalle ore 20,30 alla Saletta del Comitato festeggiamenti in via Piave si terrà una cena di beneficenza, il ricavato devoluto all’associazione “Un aiuto in più”. Quota di partecipazione 20 euro (adulti) e 10 (bambini). Musica con il gruppo musicale “Il Pentagramma”.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 16.2.2008. Registrato sotto cronaca. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    17 mesi, 16 giorni, 5 ore, 2 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it