CARNEVALE PIOMBINESE 2009: MENO SCHIUMA, PIU’ CARRI

A gentile richiesta pubblichiamo integralmente un comunicato della Pro Loco di Piombino al termine del Carnevale Piombinese 2008.

«Il Carnevale 2008 è finito ed è ormai archiviato come una delle iniziative più riuscite di questo anno. Era dagli storici carnevali degli anni ’80 che non si vedeva una tale partecipazione di pubblico per il carnevale nella città di Piombino.

Le iniziative del Carnevale sono iniziate a dicembre 2007 con il corso per fare la cartapesta (che sarà ripetuto anche per il prossimo anno), e con il concorso per l’elezione del Re e della Regina del Carnevale piombinese 2008, che ricordiamo quest’anno sono stati Marco Conca e Katia Bizzaro che ringraziamo nuovamente per la partecipazione alle sfilate.

Poi lo scorso 26 gennaio il primo appuntamento con il concerto revival della banda cittadina “A. Galantara” che ha riscosso una elevata partecipazione da parte di concittadini e che si è tenuto, vogliamo ricordarlo, presso l’auditorium del Centro giovani.

I veglioni per bambini ed adulti del 2 e 3 febbraio hanno avuto un successo di pubblico impressionante (si parla di punte anche di quattrocento persone) e sono stati più di cinquemila i piombinesi che durante il pomeriggio di martedì grasso hanno applaudito al passaggio del Cicciolo (uno dei più belli di sempre) e degli altri carri allegorici che, seppur semplici, erano carichi di gioia e di divertimento.

I ringraziamenti che sono giunti agli organizzatori (la Pro Loco di Piombino in collaborazione con il Comitato Festeggiamenti) da parte dei concittadini per aver rilanciato in questo modo una festa storica per la città che si stava lentamente spegnendo, sono stati numerosi e davvero gratificanti.

Perfino domenica 3 febbraio, quando la pioggia e la grandine hanno impedito l’uscita dei carri allegorici, l’organizzazione è riuscita a togliere dagli occhi dei bambini la tristezza della mancata sfilata, organizzando un veglioncino improvvisato per i bambini presso il Centro giovani con tanti palloncini e trombette colorate.

Due le più importanti curiosità che si possono citare nell’edizione di questo anno:
l’apertura della sfilata da parte del ciuchino “Pinocchio” che ha accompagnato il Re e la Regina del Carnevale su un calesse, e il Totem indiano realizzato dal Centro Gioco Educativo del Comune di Piombino che, accompagnato durante la sfilata dai bambini dell’asilo, è poi bruciato la sera insieme al Cicciolo.

Per quanto riguarda la sicurezza della manifestazione, erano presenti per le strade, oltre ai numerosi volontari della Pro Loco e del Comitato Festeggiamenti, gli uomini della sicurezza privata “All Service” di Balducci e numerosi agenti in divisa e in borghese di tutte le forze dell’ordine, che gli organizzatori ringraziano per aver fatto sì che non sia successo nessun incidente di rilievo durante la manifestazione.
A questo proposito però bisogna fare un piccolo appunto, a proposito della schiuma (e non del Carnevale), che anche questo anno è stata una delle concause dell’unico incidente accaduto a lato della manifestazione. Più e più volte gli organizzatori hanno chiesto a tutti di non usare schiume durante il carnevale (che sono anche rischiose per gli asmatici e sporcano i vestiti), ed oggettivamente il loro uso è stato molto limitato da parte dei giovani durante le sfilate, anche grazie all’enorme quantità di coriandoli prodotti durante l’inverno dai volontari del Comitato festeggiamenti.

Ma ovviamente per qualcuno queste parole cadono di anno in anno come sempre nel vuoto, e crediamo sia giunto il momento di prendere, da parte dell’amministrazione comunale, provvedimenti più concreti a tal proposito, che sicuramente permetteranno al carnevale piombinese di crescere e diventare sempre più bello e sicuro di anno in anno.

Oltre al Comune di Piombino e agli sponsor Unipol Banca, Due Emme impianti Tecnologici, Lucchini e Mondo Convenienza, gli organizzatori vogliono ringraziare il Re e la Regina, La Banda cittadina “A. Galantara”, i maggerini Avis Val di Cornia, il Rione Tolla, la All Service di Balducci, l’associazione il Grifon d’Oro, Radio Piombino, Bazar Etrusco, Corriere Etrusco, Kebab by Sergio, il Ristorante Da Balestra, la West Audio, la Coop Astir, le assicurazione SAI e Toro, e tutti coloro che hanno dato una mano a realizzare l’iniziativa.

Per quanto riguarda il Carnevale Piombinese 2009 da più parti è arrivata la proposta di rilanciare l’idea dei Rioni cittadini (un carro per ogni Rione), la partecipazione al concorso nazionale per la Reginetta del Carnevale d’Italia per la vincitrice del concorso di Piombino, più maschere a terra, veglioni a tema, eccetera, eccetera, idee che solo la volontà e l’impegno della città tutta potrà realizzare.

E’ rinato il Carnevale, Evviva il Carnevale».


PRO LOCO PIOMBINO

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 7.2.2008. Registrato sotto sagre_feste. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    39 mesi, 30 giorni, 12 ore, 34 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it