CITTA’ ANTICA PASSA, MA NON SI PLACANO LE POLEMICHE

Concluso il periodo delle osservazioni il Piano di recupero di Città Antica, relativo alla realizzazione del polo culturale nell’ex Ipsia di piazza Manzoni e alla riqualificazione degli ex licei e di piazza dei Grani, è stato approvato oggi definitivamente in consiglio comunale, con il voto favorevole di una parte della maggioranza (Ulivo e Gruppo Misto). Contrari invece Sinistra Democratica, Rifondazione Comunista, Nuova Piombino, Graziella Guglielmi della lista civica “Per la tua città”, astenuti Alleanza Nazionale e Roberto Batistoni della lista civica. Assenti i Verdi che non hanno partecipato alla discussione.


Resta confermato quindi il quadro politico già emerso nella precedente discussione del 2 ottobre, con una sostanziale opposizione anche di Sinistra Democratica, che ha riconfermato tutte le critiche già avanzate in precedenza, nonostante le modifiche apportate al progetto che a questo punto prevede la cessione al Comune, ad uso dei residenti, di 86 posti auto dei 158 ricavati nel parcheggio interrato in piazza dei Grani, e la riduzione di 1,80 metri dell’altezza della residenza turistica che sarà costruita al posto dei due ex licei.

Modifiche e miglioramenti che sono state introdotte alla luce di una nuova valutazione tecnico finanziaria realizzata da un professionista esterno su incarico del comune, per raffrontare l’equilibrio economico-finanziario dell’operazione con la proposta originaria del Piano, individuando anche le condizioni e gli obblighi precisi a carico del soggetto attuatore e per ricomporre eventuali disequilibri rilevati in questo senso.

Tutto questo non ha però convinto completamente le opposizioni e una parte della maggioranza, (Sinistra Democratica), che hanno riconfermato la precedente contrarietà presentando un proprio ordine del giorno, non approvato dal consiglio comunale, in cui si avanzano critiche di tipo procedurale (ritardi nella gestione della fase di attuazione del programma integrato d’intervento) e di merito (variante urbanistica che cambierebbero le condizioni della gara pubblica stessa e il valore commerciale degli immobili con la ristrutturazione degli edifici e gli aumenti volumetrici).

Critiche respinte dall’assessore all’urbanistica Luciano Francardi che nel suo intervento finale ha precisato che le recenti modifiche – gli 86 parcheggi e la diminuzione dell’altezza – portano l’operazione a un corretto riequilibrio dal punto di vista economico finanziario.

«Il guadagno a favore del soggetto privato è infatti esattamente quello previsto dal bando di gara – ha detto Francardi – La variante non cambia quindi le condizioni economico-finanziarie del bando con il quale è stata assegnata la gara e interviene su strutture che non hanno alcune pregio storico, in una realtà urbana degradata e poco vissuta dai cittadini. L’interesse pubblico dell’operazione è inoltre fondamentale. La piazza dei Grani, oggi in condizioni di totale degrado, viene restituita alla città con un valore finale molto superiore rispetto a quello individuato nella fase iniziale di bando, 1 milione e 300 mila euro a fronte dei 200 mila euro iniziali. I parcheggi per i residenti, ritenuti necessari dagli stessi residenti, vengono a essere interrati e hanno il pregio di non occupare suolo pubblico. A tutto questo si aggiunge poi il recupero di pregio del polo culturale nell’ex Ipsia».

A questo punto il progetto definitivo dovrà essere inviato entro il 31 dicembre in Regione per ottenere il finanziamento pubblico di 1 milione e mezzo di euro.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 20.12.2007. Registrato sotto Economia. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    16 mesi, 12 giorni, 0 ore, 28 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it