PIOMBINO: «IVO, L’UOMO PRIMITIVO» AL PRO PATRIA

Domenica 30 settembre alle ore 15.30 presso i giardini Pro Patria di Piombino (sotto il Castello) l’Associazione Turistica Pro Loco Piombino è orgogliosa di presentare, in collaborazione con i Clown di Mondo Convenienza, un pomeriggio per bambini all’insegna del divertimento e della risata con «Ivo, l’uomo primitivo».

Tra un palloncino ed un sorriso dei simpatici clown, i bambini scopriranno Ivo, l’ultimo esemplare di Uomo di Neanderthal che si risveglia al giorno d’oggi dopo qualche millennio in ibernazione.


Si potrebbe immaginare questo uomo delle caverne del tutto disorientato da quelle che, ai suoi occhi primitivi, potrebbero sembrare le stregonerie del mondo moderno… e invece Ivo, grazie anche all’aiuto di un’archeologa che lo adotta e lo ribattezza, osserva tutto con la semplicità e ingenuità di un bambino chiassoso e vivacissimo.

Col suo irrompere irruento sulla scena, il suo linguaggio sgrammaticato tra il grammelot e un italiano imparato su uno speciale “IVO-cabolario”, la sua curiosità da uomo delle caverne, Ivo riscopre il mondo mettenendone in luce le incongruenze, le inutili complicatezze, i lati più ridicoli e, allo stesso tempo, racconta di un mondo più semplice in cui non ci si era ancora “evoluti troppo”.
Attraverso l’incontro con Ivo, oltre a sbellicarsi dalle risate, i bambini verranno a conoscenza del loro cugino primitivo, di come sono stati inventati il fuoco e la ruota, di come si cacciava il mammut, di quali segreti nasconde in realtà il grande viaggio umano tra australopiteco e Uomo di Cro-Magnon.

Lo spettacolo, che in caso di gradimento del pubblico potrebbe diventare un appuntamento mensile per l’animazione dei più piccoli curato dall’Associazione Turistica Pro Loco Piombino, è ad ingresso libero ed è stato reso possibile dal mobilificio “Mondo Convenienza” di Scarlino che l’associazione ringrazia per il contributo offerto.

STORIA DELLO SPETTACOLO

Commissionato nel 2003 dalla “Società dei Parchi della Val di Cornia” in occasione della Settimana dell’Archeologia e originariamente inteso per essere rappresentato nello scenario della Miniera del Temperino, Ivo e la sua naturale irruenza hanno saputo uscire dai confini di quella bellissima scena per diventare uno spettacolo per bambini di discreto successo.
Durante le repliche in giro per l’Italia lo spettacolo si è modificato per adattarsi a boschi, musei e, occasionalmente, persino al palco.
Ma resta il suo obiettivo e la chiave del suo successo: la voglia di comunicare la storia dei Neanderthal in prima persona, in chiave assolutamente comica, e allo stesso tempo far riflettere sul mondo degli “evoluti”.

GLI ATTORI

Federico Guerri, drammaturgo, attore e operatore teatrale. Collabora a progetti per bambini e ragazzi con numerose scuole e con le principali realtà di teatro-scuola della Toscana, anche in veste di collaboratore del Teatro Verdi di Pisa.

Margherita Guerri, attrice, esperta di comunicazione e operatrice teatrale.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 27.9.2007. Registrato sotto Giovani e Sapere. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    16 mesi, 16 giorni, 23 ore, 43 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it