PIOMBINO: MOLTI PROGETTI PER RIQUALIFICARE LA CITTA’

Tre opere che da molti anni aspettano di essere realizzate a Piombino sembra che stiano incominciando a prendere la via giusta per l’avvio dei lavori e per l’abbellimento della città.

I tre progetti sono: la riqualificazione di Corso Italia e Piazza Verdi che in questi giorni ha avviato il progetto preliminare (stanno cioè iniziando a lavorare sul progetto), la riqualificazione di Via Flemalle, Via Pisa e della viabilità per il porto (per le quali è partito il progetto definitivo, e quello preliminare fu presentato dalla passata giunta Guerrieri) e la presentazione dell’opera del parcheggio dell’orto dei Frati, che sarà presentata venerdì prossimo e che dovrebbe (il condizionale è d’obbligo) essere la prima a partire nei prossimi mesi.


FONTANE, NUOVA PAVIMENTAZIONE E RIAPERTURA DEL FOSSATO AL RIVELLINO

Al via il progetto preliminare per la riqualificazione di Corso Italia e piazza Verdi
Nuovi spazi e arredi per la riqualificazione di corso Italia e piazza Verdi. Una rilettura complessiva di un ampio tratto del centro urbano per accrescerne la qualità estetica e funzionale ed evidenziarne la funzione preminente di passeggio e di incontro.

L’amministrazione comunale ha approvato il progetto preliminare, sulla base dello studio elaborato dall’architetto Agostino Carpo. Un’area di circa 8.000 mq, che comprende anche via Ferrer, piazza Cappelletti e piazza Edison, per la quale si prevede una spesa di circa 2 milioni di euro e che si inserisce in maniera integrata con il rifacimento di piazza Gramsci e con tutti i lavori di riqualificazione progressiva del centro storico. L’obiettivo è quello di migliorarne l’aspetto estetico ma anche di creare una zona sempre più ampia di fruizione e maggiori spazi di relazione e di socialità.
Attualmente la sistemazione di questa parte di città, pur essendo area pedonale, risente ancora di un’impostazione superata con un utilizzo sostanzialmente funzionale alla viabilità urbana e al raggiungimento del centro storico attraverso le macchine e i mezzi a motore: Corso Italia e via Ferrer, infatti, sono ad oggi delle strade asfaltate con marciapiedi laterali, piazza Verdi è uno spazio di circonvallazione in cui si incrociano più direttrici viarie.

Partendo dunque da una valorizzazione dell’impianto originario, il progetto si basa su alcuni elementi caratterizzanti che sono la realizzazione di una nuova spazialità ordinata ma priva di gerarchie, l’uso del cotto e pietra della tradizione come materiali di rivestimento per la nuova pavimentazione, una pedonalizzazione più estesa che include tutta corso Italia fino all’incrocio con via Fucini e una parte più ampia di piazza Edison, una nuova viabilità, il rapporto con l’arte con l’evidenziazione del Rivellino e la riapertura dell’antico fossato, il rifacimento delle scale del cinema Metropolitan e il rapporto con gli edifici della piazza, un nuovo arredo urbano con attrezzature, spazi per sedere, fioriere, illuminazione.
Uno degli interventi più suggestivi sarà quindi la valorizzazione del Rivellino che attualmente si presenta alla vista solo in parte, con una base praticamente “sepolta” per circa 3 metri per effetto del riempimento dei fossati e dei successivi interramenti. La riapertura del fossato potrebbe essere resa possibile dall’esistenza di un vecchio rifugio antiaereo, sotto l’attuale livello stradale. La viabilità sarà quindi riorganizzata per la realizzazione del fossato che perimetrerà con una fenditura di circa 2,50 metri l’intera convessità della struttura antica.

Anche piazza Edison, finora poco connotata dal punto di vista funzionale e architettonico, sarà completamente trasformata riunendola all’ampia zona pedonale e riorganizzata in funzione del passeggio. La viabilità sarà quindi marginalizzata costruendo un nuovo passaggio per i veicoli vicino all’hotel Centrale in congiunzione con piazza Verdi. Saranno consolidati gli spazi di sosta e di passeggio e ricollocato un coronamento di alberature.
Nelle due piazze limitrofe, piazza Verdi e piazza Edison, saranno installate inoltre fontane a getti a pavimento, espulsi direttamente dalla pavimentazione nel baricentro geometrico dello spazio.
Anche via Ferrer verrà abbellita da un’alberatura fissa centrale e dal posizionamento di panchine.


VIABILITÀ PER IL PORTO, VIA AL PROGETTO DEFINITIVO

Ancora un passo in avanti verso la ristrutturazione della viabilità da e verso il porto, tra via Flemalle e via Pisa. Nei giorni scorsi è stato approvato dalla giunta comunale il progetto definitivo, pari a 4 milioni e 600 mila euro circa, che porterà alla realizzazione del cosiddetto Piano Innovativo in Ambito Urbano, cosiddetto PIAU.

Finanziato dal Ministero delle Infrastrutture, l’intervento complessivo prevede la ristrutturazione della viabilità da via Portovecchio-via Pisa verso viale Regina Margherita in loc. Chiassatello, definita “porta est” del centro urbano. Tutti interventi che il vicesindaco Carlo Barsi prevede di avviare nel primo trimestre del 2008, prima dell’inizio della prossima stagione estiva.
Attualmente la viabilità è costituita infatti da una carreggiata stradale a due corsie, con l’attraversamento a raso della ferrovia Piombino Campiglia e Piombino porto. Il progetto prevede l’ampliamento di via Pisa con la creazione di un nuovo parcheggio di 50 posti sul lato degli edifici, la realizzazione di un cavalcaferrovia al Chiassatello in sostituzione del passaggio a livello attuale, la semplificazione dello svincolo di viale Regina Margherita e la creazione di un collegamento tra questo svincolo e via Rosano, che parte dalla Tolla Alta.

Con la realizzazione del progetto, quindi, tra via Portovecchio e via Pisa verrà realizzata una nuova intersezione a tre rami, dove la viabilità principale sarà quella dal centro per il porto e, viceversa, passando per il cavalcaferrovia. La realizzazione di quest’ultima opera avrà infatti l’obiettivo di attrarre una parte del traffico che attualmente transita dalla zona portuale per il centro, e consentirà quindi di evitare le attese dovute alle frequenti chiusure del passaggio a livello. La realizzazione della nuova strada che dalla Tolla Alta si innesta su viale Regina Margherita, via Rosano, consentirà inoltre un collegamento diretto con la viabilità extraurbana sia dei residenti della Tolla, sia degli utenti dei parcheggi previsti in prossimità dell’area cimiteriale e del Castello.

All’ingresso della Magona sarà realizzato uno svincolo a rotatoria a quattro bracci, e un’altra “pseudo rotatoria” sarà realizzata tra largo Tortora e viale Regina Margherita, per semplificare il flusso veicolare da e per il porto.
Nei prossimi mesi gli uffici completeranno l’iter con l’approvazione del progetto esecutivo e la redazione dei bandi di gara che porteranno all’avvio della fase esecutiva dei lavori.


LA PRESENTAZIONE DEL PROGETTO DI RISTRUTTURAZIONE DELL’ORTO DEI FRATI

Venerdì 21 settembre alle ore 21.15 al Rivellino, sarà ufficialmente presentato il progetto di ristrutturazione del parco dell’Orto dei Frati. In questa occasione sarà proiettato un video, grazie al quale si potranno vedere in anteprima le immagini di come diventerà, tra circa un anno, tutta la zona intorno a via Pascoli e via Senni.

L’avvio dei lavori e l’abbattimento dell’attuale muro inizieranno entro la fine di questo mese. Due gli elementi forti del progetto voluto fortemente dall’amministrazione comunale: la realizzazione di una novantina di posti auto e l’arrivo della seconda pista ciclabile della città, dopo quella realizzata sotto i Portici, in via Petrarca. Da venerdì, finalmente, tutti i piombinesi, soprattutto quelli più giovani, potranno riappropriarsi di un pezzo importante di città che presto sarà recuperata alla fruizione pubblica. Una conquista che, in un primo momento, sarà soprattutto visiva: una volta abbattuto l’attuale muro arriverà una recinzione in ferro battuto che permetterà di godere di un po’ di verde a due passi da Cittadella. All’iniziativa pubblica parteciperanno Luca Pallini, presidente della circoscrizione Porta a Terra-Desco che introdurrà la serata, l’ingegner Matteo Caramante che presenterà il progetto, Carlo Barsi, vicesindaco ed assessore ai lavori pubblici, padre Marco Sebastiani, parroco dell’Immacolata, ed il sindaco Gianni Anselmi.

A realizzare il primo lotto dei lavori, che dureranno 300 giorni, come da bando di gara, sarà la ditta piombinese “Petra srl”, con sede a Montecaselli, che in fase d’appalto ha sbaragliato ben 56 altre ditte concorrente. Ecco qualche dettaglio sugli interventi che saranno realizzati. In primo luogo verrà abbattuto il muro di via Pascoli, definito di scarso pregio, che sarà sostituito da un nuovo manufatto che sarà in muratura (nella parte bassa) e dotato di un’inferriata in profilati sottili (nella parte alta), in modo da lasciare più libera la visuale. È previsto, inoltre, l’allargamento delle sedi stradali di via Pascoli (di circa 12 metri per 150 metri) e di via Senni (che verrà ampliata di circa 14 metri da via Pascoli a via San Francesco, per circa 80 metri). Sempre in via Pascoli sarà creata, oltre alla strada ad una corsia, una piattaforma comprensiva di nuovi marciapiedi, una pista ciclabile ed uno stallo per il parcheggio. La pista ciclabile congiungerà il percorso in via Boccaccio con il parcheggio di Cittadella correndo vicino alla nuova recinzione.

In questo pacchetto di lavori è compresa una nuova illuminazione e la realizzazione di una rete per convogliare le acque meteoriche. Per questo primo lotto d’interventi si spenderanno circa 900mila euro. In una fase successiva si agirà sulla sistemazione della grande area verde che si trova all’interno dell’Orto dei Frati.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 19.9.2007. Registrato sotto cronaca. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    16 mesi, 19 giorni, 19 ore, 15 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it