NOTIZIE DI CRONACA DALLA VAL DI CORNIA DEL 3 LUGLIO 2007

Molte le novità dalle notizie di cronaca di oggi. Leggiamole insieme.

SAN VINCENZO: PUBBLICATA LA GRADUATORIA DEFINITIVA DELL’ASILO NIDO

E’ stata pubblicata la graduatoria definitiva dei bambini ammessi all’asilo nido comunale. Saranno 28 i nuovi bambini che dal prossimo anno frequenteranno il nido, 10 lattanti e 18 medio-grandi.
Il totale delle nuove domande è stato quest’anno 42 e dunque 14 bambini sono rimasti esclusi.

L’asilo nido di San Vincenzo però ha una particolarità: il suo regolamento permette di accogliere anche bambini residenti in altri comuni che abbiano almeno un genitore che lavora a San Vincenzo. Inoltre, per quanto riguarda il Comune di Sassetta i bambini residenti sono parificati a quelli residenti a San Vincenzo, vista la storica collaborazione tra i due comuni in materia socio-educativa. Per questo dei 14 bambini esclusi sono solo 5 i sanvincenzini, mentre gli altri 9 risiedono in altri comuni. Nel dettaglio le domande per la sezione lattanti sono state 12. Due i bambini esclusi, uno residente a Donoratico e uno a Campiglia. Nella sezione medio-grandi sono rimasti fuori 12 bambini, 5 residenti e 7 non residenti (3 di Castagneto e 4 di Campiglia). In tutto il nido comunale di San Vincenzo è in grado di accogliere 50 bambini.


SAN VINCENZO: 1 MILIONE DI EURO IN PIÙ NELLE CASSE DEL COMUNE

Si chiama rendiconto di gestione 2006 l’atto principale approvato dal Consiglio Comunale sanvincenzino del 29 giugno, ed è il resoconto dell’attività del Comune nell’anno passato. A caratterizzarlo un avanzo di amministrazione di 1 milione e 173 mila euro, cioè un saldo positivo tra entrate e uscite, destinato però a rimanere in gran parte nelle casse comunali.

In queste settimane, infatti, è in discussione al Parlamento un disegno di legge che prevede la possibilità per i comuni di spendere solo un 7% degli avanzi. Per San Vincenzo si tratterebbe dunque di circa 70mila euro. Sarà un successivo atto del Consiglio Comunale, comunque, a decidere a quali campi destinare la piccola parte di risorse spendibili.

Sulle ragioni di questo avanzo decisamente consistente l’Assessore al Bilancio Paolo Corzani spiega che “a incidere sono state le minori spese effettuate dall’ente dovute al rispetto del patto di stabilità che contemplava un tetto alla spesa. Si tratta del resto di una tendenza in corso da diversi anni. Nel 2004 l’avanzo è stato di circa 800 mila euro, nel 2005 poco superiore, fino ad arrivare al milione di oggi.

Scendendo nel dettaglio, il bilancio 2006 ha rafforzato la linea dell’amministrazione di un forte investimento in opere pubbliche strategiche per il futuro del paese, mantenendo nello stesso tempo altal’attenzione ai bisogni sociali della nostra comunità.“ Un commento l’assessore Corzani vuole farlo però anche sui vincoli che il patto di stabilità pone ai comuni. “Si tratta di sostenere la nostra parte di sacrifico per risanare la finanza pubblica. Mi sento di dire questo ai cittadini per spiegare loro come mai questi soldi in più non li possiamo spendere. Eppure anche noi ci associamo alla richiesta fatta al governo dal sindaco di Firenze e presidente dell’Associazione dei Comuni Leonardo Domenici per poter spendere almeno un 10% degli avanzi che diverse amministrazioni comunali in tutta Italia stanno registrando in queste settimane.”

Altro dato da sottolineare è il livello di autonomia finanziaria raggiunto dal Comune nel 2006 che è pari al 98%. Questo significa che il Comune finanzia in proprio tutto ciò che fa, ricorrendo solo per un 2% ai trasferimenti dello Stato e ai contributi di altri enti pubblici.

CACCIA E TREKKING SALVI GRAZIE LA SOTTOPASSO DELLA NUOVA FERROVIA SOLVAY

La Solvay spenderà circa 200 mila per realizzare il sottopasso che permetterà a cacciatori e amanti del trekking di superare la nuova ferrovia a servizio della cava attualmente in costruzione. E’ questo l’importante accordo raggiunto tra Comune e Solvay, che consente di risolvere il problema che la nuova ferrovia avrebbe creato interrompendo la strada percorsa ogni anno da decine di cacciatori ma anche da chi compie il sentiero trekking Il corbezzolo.

“Siamo soddisfatti della soluzione raggiunta, che del resto era anche l’unica percorribile per continuare a garantire la percorribilità del sentiero, ma anche l’accesso ai mezzi di soccorso che con la realizzazione della ferrovia veniva impedito” dice il consigliere delegato alle politiche venatorie Claudio Turini che ha seguito insieme al sindaco la vicenda. ”Voglio comunque ringraziare la Solvay per la disponibilità dimostrata in questa vicenda”. L’Amministrazione punta a veder realizzato il sottopasso al termine della prossima stagione venatoria.


PIOMBINO: LO SDI E GLI SPAZI PER I GIOVANI IN SPIAGGIA

In merito al caso uscito sui giornali qualche giorno fa riguardante il problema dei giovani che giocano sulla spiaggia a Salivoli non ha lasciato indifferente la federazione giovani socialisti della Val di Cornia che commentano i fatti recentemente accaduti.

«Purtroppo sulle nostre spiagge – commentano Luca Baragatti ed Alessio Servetti – vige un’ordinanza comunale che regola le attività da svolgere sulla spiaggia pubblica,e appunto vieta qualsiasi forma di gioco sia sull’arenile sia in quei posti dove vi siano bagnanti.
Questa regola giusta o sbagliata che sia va rispettata, ma ci siamo anche interrogati su dove i ragazzi possano avere la libertà di giocare a pallone o a pallavolo o a qualsiasi altro sport sia a Piombino che in tutta la Val di Cornia.

Io credo – continua Baragatti – che tutti noi, anche coloro che oggi criticano e protestano, almeno una volta nella vita abbiamo tirato un calcio a un pallone in spiaggia d’estate quindi ci vorrebbe anche un pizzico di tolleranza verso chi oggi è giovane. E’ anche vero che le nostre belle spiagge d’estate sono sempre molto affollate ed è evidente che se un pallone viene calciato male può andare a sbattere contro qualche bagnante che vorrebbe starsene solo tranquillo steso al sole, e anche questo soggetto va rispettato e tutelato.

Ma la domanda che poniamo agli amministratori è questa:perché non ci si opera affinché questi problemi si possano risolvere? Bisogna tutelare chi vuole usare la spiaggia solo per stendersi, ma perché non tutelare con altrettanta cura chi sulla spiaggia vuole anche divertirsi? Qualche giorno fa abbiamo letto una proposta che diceva:ci sono le spiagge riservate ai cani, perché non si fanno spazi riservati anche per chi pratica sport?

Crediamo che questa proposta possa essere giusta fino a un certo punto, facendo così si crea un distacco dalla realtà, e si avrebbero problemi anche di gestione del litorale con un’alta concentrazione di persone in alcune zone e questo non va bene e il Comune non può autorizzarlo.
Quello a cui noi giovani socialisti abbiamo pensato per attenuare il problema, è di attrezzare con recinzioni e accessori come porte o reti da pallavolo alcune zone di tutta la costa magari facendo pagare un prezzo simbolico per l’uso per permettere di far divertire i giovani e non creare i soliti screzi che ogni estate si creano.

Così facendo – concludono – si regolerebbe ulteriormente l’uso delle nostre spiagge dando modo di godere in assoluta tranquillità l’arenile senza fastidi, e di poter soddisfare anche le esigenze dei ragazzi che potrebbero così giocare liberi e senza problemi sulla spiaggia.
Speriamo che fin da subito qualche amministratore possa accogliere la nostra proposta al fine di migliorare e innovare il modo di fare uso degli spazi comuni dell’arenile».

VOLA IL TURISMO NEI PARCHI VAL DI CORNIA

Anticipo di stagione all’insegna del bel tempo. Positivo il bilancio al 31 maggio 2007 delle presenze nei parchi e musei archeologici della Val di Cornia: in crescita del 23% i visitatori rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Questo il dato di sintesi, con un trend al rialzo per la stagione delle gite scolastiche, che si è appena conclusa. Un target di visitatori importante a cui la società si rivolge con proposte
didattiche e offerte ad hoc. Sono stati oltre 15mila gli studenti che hanno scelto di visitare uno o più parchi e musei del sistema, per un bilancio che rispetto al 2006 registra un +23%. Stabile invece il numero dei gruppi organizzati, mentre i visitatori ordinari segnano un +40%.

Molti i fattori d’interesse: archeologia etrusca, romana e medioevale, miniere antiche e moderne, visitabili a piedi e in treno, musei e itinerari escursionistici, che associano il patrimonio culturale con la bellezza dei paesaggi. “I risultati positivi registrati da Parchi Val di Cornia nei primi mesi di questo anno – afferma il presidente della società Parchi, Luca Sbrilli -, senz’altro favoriti dalla buona
stagione, indicano quanto sia efficace il sistema integrato di valorizzazione delle nostre principali risorse archeologiche, storiche e naturali.

Un sistema che ha permesso di cogliere al meglio il trend di crescita del turismo culturale che si sta registrando in maniera diffusa in tutta Italia. A ciò si deve aggiungere il contributo sostanziale
delle nuove offerte di visita, inaugurate tra il 2006 e il 2007, frutto degli ultimi investimenti portati avanti dal precedente consiglio di amministrazione della Società e delle campagne promozionali
opportunamente calibrate”.
Confermata la tendenza in positivo delle presenze nel parco archeominerario di San Silvestro (+17%), in cui dallo scorso luglio sono stati aperti nuovi musei e la galleria Lanzi-Temperino, visitabile a bordo di uno speciale treno minerario. Un fattore di attrazione che ha
consentito di richiamare una nuova fetta di pubblico.

Nel parco archeologico di Baratti Populonia l’incremento dei visitatori, invece, è dovuto anche all’interesse per il nuovo sito dell’acropoli e i nuovi sentieri che corrono lungo il promontorio, aperti al pubblico lo scorso 31 marzo. Qui l’incremento complessivo si è attestato al 27%. In recupero anche il museo archeologico del territorio di Populonia, a Piombino, che segna un lusinghiero +11%.

“Un buon inizio – conclude il presidente Sbrilli – che lascia ben sperare anche per il periodo estivo appena avviato, in cui proponiamo un programma ricco di iniziative e attività nei nostri parchi e musei”.


PIOMBINO, I RISULTATI DEL TAE KWON DO

Per i Tae Kwon-Doka piombinesi, categoria juniores e seniores, si è conclusa la stagione sportiva con buoni risultati. Recentemente a Donoratico, gli atleti piombinesi, seguiti dagli istruttori Roberto
D’Andrea e Daniele Bernardeschi, hanno sostenuto la prova di esame per il passaggio di cintura.

Il programma d’esame ha impegnato gli atleti in prove di forma, dal coreano Tul, prove di combattimento (matsoki) sportivo, tradizionale e prestabilito, difesa personale e rottura delle tavolette.
Quest’ultima prova è stata eseguita dagli atleti piombinesi con tecniche di mano, di
piede e di gomito.Il direttore tecnico maestro Paolo Giannerini, ha espresso il suo compiacimento per la preparazione atletica degli atleti e per l’andamento della prova d’esame. Una menzione di merito è stata rivolta all’atleta Giomi Moreno per la sua alta preparazione tecnica mostrata
durante tutta la prova d’esame.

Di seguito i Tae Kwon-Doka piombinesi e il nuovo grado di cintura
conseguito: cintura rossa superiore Simone Sainati, cintura rossa Luca Deiana, la
cintura verde superiore Moreno Giomi, cintura verde Alessandro Sainati, cintura gialla superiore Giorgio Angrisani, cintura gialla Alberto Pantani, cintura bianca superiore Andrea Pantani, Alex Angel e Simone Lazzara.

CAMPIGLIA: GARA PER LA GESTIONE DEI SERVIZI SOCIO EDUCATIVI

E’ prorogata alle ore 12.00 del giorno 20 luglio 2007 la scadenza per la partecipazione al “Bando per l’affidamento della gestione dei servizi socio educativi delle ludoteche del Comune di Campiglia Marittima, dei laboratori per la prima infanzia presso l’asilo nido “Mimosa” di Venturina e dell’Informagiovani di Venturina”, Indetto ai sensi della Deliberazione del Consiglio Regionale della Toscana n. 199, del 31/10/2001 “Deliberazione Consiglio Regionale 5 giugno 2001, n. 118 –
Approvazione direttive transitorie per l’affidamento dei servizi alla persona”, ai sensi dell’art. 83 del D.Lgs 163 del 02/04/2006, della L.R.T. 87/97, della Deliberazione di C.C. n. 60 del 10/09/2003 e della Determinazione Dirigenziale n. 79 del 02/07/2007.

La proroga della scadenza è dovuta a piccole modifiche apportate al bando di gara, pertanto le aziende che avessero già preso visione della documentazione sono invitate a scaricare la nuova documentazione dal sito Internet del Comune, alla sezione dell’home page “News — In primo
piano”, dove la documentazione è già stata aggiornata.


CAMPIGLIA: ORARIO UFFICI MESI DI LUGLIO E AGOSTO

In base all’accordo intercorso fra l’Amministrazione e le OO.SS. di Ente, nei giorni di lunedì dei mesi di luglio e agosto, gli Uffici Comunali resteranno chiusi nell’orario pomeridiano.

Pertanto il nuovo orario di lavoro risulta il seguente:
Lunedì — Martedì – Giovedì e Venerdì dalle ore 07.00 alle ore 13.36;
Mercoledì dalle ore 07.00 alle ore 13.00 e dalle 13.54 alle ore 17.30.
L’orario di apertura al pubblico degli uffici rimane invariato ad
esclusione del lunedì pomeriggio che saranno chiusi.
L’orario estivo della biblioteca comunale sarà il seguente:
dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 12.30,il sabato dalle 9.30 alle 12.00.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 3.7.2007. Registrato sotto cronaca. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    16 mesi, 19 giorni, 19 ore, 34 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it