PROGETTO ANTINCENDI BOSCHIVI. EDUCAZIONE COME STRUMENTO DI PROTEZIONE

Sensibilizzare i ragazzi alla tutela del patrimonio boschivo dai rischi di incendio, far comprendere i comportamenti giusti per un’adeguata difesa del nostro patrimonio forestale.

Con questo obiettivo si è svolto martedì 29 maggio a Piombino il meeting organizzato da Regione Toscana, Provincia di Livorno, Comune di Piombino, nell’ambito del progetto comunitario Interreg IIIC Incendi. Una manifestazione che ha interessato oltre 500 ragazzi delle scuole elementari e medie di tutta la Toscana e molti rappresentanti di istituzioni locali e internazionali facenti parte del bacino occidentale del Mediterraneo, tra le quali la Regione Provence Alpes Cote d’Azur e Laguedoc – Roussillon di Francia, la Corsica, la provincia di Nuoro, la Regione Andalusia e isole Baleari, l’Algarve in Portogallo, la Regione del Nord Egeo in Grecia e l’IRRE, nucleo territoriale dell’Agenzia per lo sviluppo dell’autonomia scolastica.

Nonostate il brutto tempo, la giornata si è svolta come da programma. La mattina quindi al teatro Metropolitan, sotto la conduzione del presentatore radiofonico Claudio Sottili, sono stati proiettati filmati sulle attività di sensibilizzazione realizzate nell’ambito del progetto e gli elaborati dei ragazzi. Nell’occasione l’assessore regionale all’agricoltura e foreste Susanna Cenni ha presentato il logo e la mascotte scelti per la campagna antincendi sulla base delle idee e delle suggestioni dei ragazzi stessi. Una goccia d’acqua, nel suo doppio significato di elemento positivo contro gli incendi e di risorsa fondamentale per la nostra vita, sarà dunque la mascotte del progetto. La stessa goccia, all’interno di un cerchio circondato da alberi, comparirà anche nel logo per scacciare i pericoli del fuoco.

All’iniziativa della mattina hanno partecipato anche l’assessore alla protezione civile Carlo Barsi del Comune di Piombino, organizzatore dell’evento con la collaborazione delle associazioni di volontariato CB Mari & Monti e Avela PC, l’assessore provinciale Anna Maria Marrocco, Mirelle Pile, regione Paca copofila progetto incendi e Marie Hélène Quilichini, della regione Corsica. Sono intervenuti inoltre Giovanni Vignozzi che ha illustrato l’attività antincendi boschivi in Toscana e il progetto di educazione ambientale della regione e Sandra Landi, direttrice dell’IRRE Toscana, che ha parlato delle modalità di coinvolgimento delle scuole nel progetto.
La seconda parte della manifestazione, dalle 15 alle 18, si è trasferita invece nel pratone di Baratti per l’effettuazione delle esercitazioni antincendio con l’impiego di elicottero, autobotti e gli altri mezzi messi a disposizione dai Vigili del Fuoco.

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 30.5.2007. Registrato sotto ambiente/territorio. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    16 mesi, 14 giorni, 20 ore, 33 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it