PREOCCUPAZIONE PER LA VICENDA PEP DI MONTEMAZZANO

Il Segretario dell’UDC di Piombino Luigi Coppola esprime grave preoccupazione in ordine all’evolversi della vicenda “Peep – Montemazzano” che vede impegnato il Comune di Piombino ad addossare ai proprietari delle singole unità abitative, non solo le spese di conguaglio per i maggiori oneri di esproprio dovuti ad una causa giudiziaria autonomamente gestita e persa dalla stessa Amministrazione, ma anche le ingenti spese legali maturate a seguito della medesima.

«L’U.d.c. condivide e sostiene – commenta Coppola – la mozione promossa in Consiglio Comunale dai consiglieri della Lista Civica “Per la Tua Città” Guglielmi e Batistoni, tesa a fare chiarezza e giustizia delle troppe reticenze che si evidenziano sull’argomento, non ultima quella relativa alla possibilità che altre cause giungano a sentenza e comportino ulteriori richieste di esborsi ai danni delle famiglie del Peep.

Riteniamo che il Comune di Piombino sia l’unico responsabile dell’ingente debito fuori bilancio venutosi a determinare a seguito della vertenza Marinari.
E’ infatti impensabile indennizzare l’esproprio di un terreno destinato all’edilizia sulla base del Valore Agricolo Medio e poi resistere in giudizio a fronte delle legittime pretese di conguaglio avanzate da coloro che ne furono i proprietari.

Per noi – conclude il segretario UDC – è semplicemente inaccettabile che l’esito fallimentare di una vicenda giudiziaria durata oltre sei anni e gestita autonomamente dal Comune debba ricadere sulle spalle di centinaia di famiglie che mai furono informate di tutto ciò, se non dopo le elezioni politiche del 9 aprile 2006, e che, dopo oltre vent’anni dall’acquisto della propria casa, confidavano incolpevolmente sulla loro posizione di regolarità. Invitiamo, pertanto, l’Amministrazione a recedere da ogni intenzione di recupero forzoso e ad adottare per il futuro comportamenti improntati a maggiore trasparenza e serietà».

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 29.4.2007. Registrato sotto politica. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    38 mesi, 22 giorni, 0 ore, 21 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it