LEGAMBIENTE: FERRUZZA SCRIVE AD ANSELMI SULLA FIORENTINA-SALIVOLI

Fausto Ferruzza Direttore di Legambiente Toscana scrive una lettera aperta al sindaco di Piombino Gianni Anselmi sulle valutazioni relativa al nuovo tracciato della Fiorentina-Salivoli.

Caro Sindaco,

sapendoti molto attento all’interlocuzione, quand’anche critica, con Legambiente, con stupore e amarezza debbo leggere certe tue dichiarazioni a mezzo stampa circa l’impreparazione della nostra associazione in materia urbanistica. E circa presunte e improbabili nostre inclinazioni alla propaganda e alla competizione politica locale.
Chi ti scrive, avvalendosi di titoli ed esperienze tecnico/scientifiche acquisite proprio nel campo del governo del territorio e della tutela ambientale, competenze ed attitudini che hanno permesso tra l’altro a Legambiente Toscana di apportare un contributo costruttivo (leggi bene: né ideologico né velleitario) alla concertazione sul nuovo PIT della Regione Toscana, tiene a precisarti quanto segue.

· Legambiente non può burocraticamente prendere atto e tranquillizzarsi dopo le tue dichiarazioni ufficiali sul nuovo tracciato Fiorentina/ Salivoli, per le quali la strada non comporterebbe “ipso facto” ulteriori insediamenti di natura edilizia.
· Così come non possiamo accettare che, cancellando il limite dell’insediamento cittadino, si ceda contestualmente alle pressioni di numerosi imprenditori agricoli, ai quali è concessa la possibilità di sviluppo aziendale anche “attraverso nuove addizioni urbane”.
· Prendiamo infine atto della circostanza per cui col collegamento Fiorentina/ Ghiaccioni/ Salivoli si è voluto irrorare di una nuova via di comunicazione un sito di straordinario e acclarato valore paesaggistico/ ambientale, con ciò determinando una contraddizione palese dell’art. 21 della nuova Disciplina di Piano del PIT recentemente adottato dalla Regione Toscana (“Il patrimonio collinare della Toscana…” cit.).


Per tutte le ragioni di cui sopra, non capiamo sinceramente dove stia la contraddizione nell’attività (invece assai meritoria) di Legambiente Val di Cornia. La nostra associazione intende sollevare una preoccupazione (legittima e sacrosanta) circa il rischio di nuova edificazione (realistico e prossimo, se si guarda alla prassi pianificatoria del nostro Paese) che è sempre strettamente connesso all’inaugurazione di un nuovo tracciato stradale.

Questo è quanto, se si vuole stare ai fatti. Sono certo che saprai comprendere le ragioni profonde che ci spingono a tenere alta l’attenzione sulla grande tematica della tutela paesaggistica e della prevenzione di nuovi consumi di suolo.

Con stima e cordialità sincere,
Fausto Ferruzza
Direttore Legambiente Toscana

Print Friendly, PDF & Email
Scritto da il 23.4.2007. Registrato sotto ambiente/territorio. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

DA QUANTO TEMPO...

  • QUANTO E' PASSATO DAL 1 LUGLIO 2017 DATA TERMINE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA CON CEVITAL?

    Nonostante l'addendum all'accordo di programma, senza il quale Rebrab sarebbe diventato Padrone a tutti gli effetti dello stabilimento, tale data viene comunque considerata dalla nostra testata come quella di inizio della crisi economica reale di Piombino. Da allora sono passati solo
    16 mesi, 12 giorni, 0 ore, 24 minute fa

Pubblicità

Galleria fotografica

CorriereEtrusco.it - testata giornalistica registrata al Tribunale di Livorno al n.19/2006. Direttore Responsabile Giuseppe Trinchini. C.F. TRNGPP72H21G687D
I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.
Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li inserisce, tutto il resto copyright 2018 CorriereEtrusco.it